15 tecniche per addormentarsi velocemente

La situazione la conosci: sei nel tuo letto, occhi spalancati che guardano il soffitto buio, nemmeno un briciolo di sonno. Ti giri su un fianco, ti giri sull’altro, aggiusti il cuscino ma… Niente da fare, continui a stare sveglio. Che scatole! Forse è meglio alzarsi e fare qualcos’altro?

Ora che ripenso a queste situazioni mentre le scrivo, ricordo a quanto fosse brutto passare i quarti d’ora nel letto. Anche se mi piace far viaggiare l’immaginazione in attesa di cadere fra le braccia di Morfeo, c’è un limite a tutto! Non mi mancano proprio i vecchi tempi quando facevo fatica ad addormentarmi.

Questo articolo l’ho scritto per chi si trova nella mia situazione di partenza, e ha bisogno di sapere come addormentarsi subito dopo essere entrati nel letto. Perché può sembrare una roba da niente, ma addormentarsi velocemente migliora la qualità della vita più di quanto si possa pensare. L’appuntamento con il letto, volenti o nolenti, ci capita ogni giorno (o più d’una nel sonno polifasico): se non è rilassante e accomodante, diventa un vero incubo!

Quindi eccoti una lista di 14 tecniche che utilizzo personalmente per rendere il cuscino il mio migliore amico!

Trucchi per addormentarsi

stress in ufficio

1 – Evita l’esercizio fisico

Anche oggi molti consigliano di fare sport per stancarsi e dormire meglio. Questo è vero fino a un certo punto: fare un po’ di moto aiuta in molti modi, ma ti sfido a riuscire ad addormentarti subito dopo 10 km di corsa!

Durante le 3 ore precedenti il sonno, è consigliabile cercare di rilassarsi o comunque evitare sforzi fisici troppo intensi.

2 – Evita lo stress

Già, una parola! Hai un milione di cose a cui pensare e non riesci proprio a rilassarti, quindi evitare lo stress è un consiglio un po’ inutile. Sbagliato! Se impari qualche tecnica per tenere a bada le preoccupazioni, non avrai più problemi sotto questo fronte. Vuoi conoscere alcune di queste tecniche? Detto fatto:

3 – Fai qualcosa di noioso

Se sei impegnati in qualcosa che ti piace o che trovi divertente, difficilmente sarai nello stato adatto per addormentarti entro pochi minuti. Se invece fai compiti ripetitivi, la noia farà sporaggiungere il sonno.

Okay, forse noioso non è la parola più adatta. Diciamo che non deve essere troppo stimolante per il cervello. Cosa significa? significa che deve conciliare il sonno, non allontanarlo. Ad esempio, leggi un bel libro prima di andare a dormire.

4 – Fai un bel bagno caldo

Fare un bagno è l’ideale, puoi prenderti un momento per staccare dalla giornata frenetica e rilassarti per conciliare il sonno. Questo è dovuto al fatto che durante il bagno la temperatura corporea si alza, e il successivo abbassamento causa il sonno.

Evita invece la doccia, che ha l’effetto opposto.

5 – Niente caffè

Almeno per tre ore prima di dormire, diciamo. Dici di essere immuni ai suoi effetti? Buon per te: evitalo lo stesso! :P

Fra l’altro il corpo ci mette poco a sviluppare tolleranza verso la caffeina. Significa che dopo un po’ non ti aiuterà più a combattere la stanchezza, ma quelli nocivi rimarranno. Se ti piace berlo per il sapore benissimo, ma non fare troppo affidamento sul caffè come aiuto alla concentrazione!

6 – Usa la camera da letto solo per dormire

Sposta qualsiasi altra attività al di fuori delle quattro mura della stanza: in questo modo il cervello ci metterà poco a capire che quando si entra, lo si fa per dormire. Ed entrerà subito nello stato più adatto.

Se per diverse ragioni non ti è possibile farlo, ad esempio se sei uno studente fuori sede che ha solo una stanza (ci siamo passati tutti), cerca almeno di non usare il letto per altre attività (tralasciando facili battute sull’utilizzo alternativo di un letto).

7 – Silenzio, per favore!

Una stanza completamente silenzionsa è la chiave per dormire bene. Anche se sei abituato ad un certo tipo di rumore, è meglio eliminarlo. Se proprio soffri di insonnia grave dovresti seriamente pensare ad insonorizzare la stanza dalle fonti sonore esterne con dei pannelli fonoassorbenti, anche se è una soluzione parecchio costosa e poco pratica. Molto più semplice e veloce risulta comprare un emettitore di onde sonore bianche: è un semplice strumento che emette dei suoni che distraggono la mente conscia dalle altre fonti sonore, aiutandoti a dormire. In Italia non sono molto diffusi, ma all’estero si trovano a partire da 60€ circa.

Se invece  c’è un suono che ti è assoultamente necessario per dormire, allora per il tuo benessere è il caso di eliminarlo. E poi pensaci: se devi dormire in hotel o da qualche altra parte, come fai? Ti porti una registrazione delle ventole del computer che lasci acceso tutta notte? ;)

8 – Sii il Signore delle Tenebre

La luce stimola il nervo ottico, il nervo ottico invia impulsi al cervello, il cervello elabora gli impulsi. Sono tutte attività che non fanno bene al rilassamento, quindi l’oscurità più totale deve essere un tuo obiettivo. In particolar modo, evita le luci blu (le peggiori se vuoi addormentarti, visto che sono ad alta frequenza).

E non parlo solo dei riflettori che illuminano a giorno. Basta la piccola luce led del televisore per rompere l’oscurità. Queste luci sembrano innocue, ma non lo sono affatto. Piuttosto è quasi meglio la luce della luna, per dire.

9 – Un buon materasso fa la differenza

E’ normale non riuscire a dormire bene se il materasso è comodo quanto una pietra. Se è troppo vecchio o malandato cambialo, o anche (naturalmente) se ti senti scomodo o hai dei dolori alla schiena la mattina successiva; stessa cosa vale per il cuscino: non deve essere troppo alto né troppo basso, e meglio se abbastanza duro (così come il materasso – certo non così duro da essere scomodo). Io ho cambiato da poco un cuscino che era distrutto, e ti assicuro che la differenza è notevole!

Non serviranno le tanto pubblicizzate “doghe in legno piegate a vapore”, ma un acquisto ponderato sarà sicuramente un investimento molto utile. Consiglio: se hai problemi alla schiena, è meglio prendere un cuscino sottile e abbastanza duro.

10 – Rilassa la mandibola

E no, non ho sbagliato a scrivere. Questo è un simpatico trucchetto che purtroppo solo in pochi conoscono, anche se è veramente efficace. Se ci pensi, il muscolo della mandibola è sempre in tensione per combattere la gravità e tenere la bocca chiusa. Rilassala aprendo leggermente la bocca, riuscirai a rilassare tutto il corpo più velocemente con questo piccolo segreto.

11 – Non contare le pecore

E questa volta non sto usando una metafora. Lo dice la nonna, ma è controproducente: fa passare il tempo più velocemente e quindi ti può sembrare di addormentarti prima, ma contare è un’attività parecchio difficile per il cervello che di certo non lo aiuterà nel compito.

Il cervello umano non si è evoluto per pensare in maniera aritmetica, con buona pace del mio professore di matematica. Anche contare, un’attività che sanno fare tutti, richiede parecchie risorse celebrali.

12 – Alzati sempre alla stessa ora

Anche durante le ferie o nei fine settimana, se hai problemi riguardanti il sonno non cedere alla tentazione di dormire più a lungo solo perché puoi. Il tuo orologio biologico ha evidentemente bisogno di stabilità, e svegliarsi sempre alla stessa ora ti permetterà di acquistare una certa regolarità in poco tempo. Ti consiglio anche di stare un po’ al sole appena ti alzi, anche solo pochi minuti basteranno per far capire al cervello che non è più notte.

Io mi sveglio sempre alle 7 di mattina ormai da un sacco di mesi, e mi sento bene e in forma. E da quando lo faccio anche di domenica, ho scoperto che dormire è veramente una grande perdita di tempo! Invece che oziare nel letto preferisco scrivere un nuovo articolo su Mindcheats, per dire. ;)

13 – Vai a dormire quando sei stanco

Questo va applicato insieme al consiglio 12, e presto troverai il tuo ritmo e scoprirai anche quante ore il tuo corpo ha bisogno di dormire, permettendoti di non sprecare nemmeno un minuto dei tuo prezioso tempo. Per sapere quando sei stanco abbastanza, puoi usare la pratica scala del sonno dell’università di Stanford.

Butta l’orologio dalla finestra, non ti serve per sapere quando staccare e andare a dormire. Ogni giorno fai attività diverse, magari in un giorno ti stanchi di più e in altri meno. O magari sei uno di quei fortunati che più di 6 ore non devono dormire, e allora passarne 8 nel letto sarebbe una perdita di tempo notevole.

14 – Se proprio non ce la fai, è inutile provare

Se stai per mezz’ora nel letto e ancora il sonno non sopraggiunge, è inutile tentare ancora. Alzati e fai qualcos’altro: leggi un libro o una rivista, guarda la TV, dedicati al tuo hobby preferito, e dopo un po’ di tempo torna a letto. Come detto prima, evita qualsiasi attività fisica. Evita anche il computer: fa molto male al sonno. Ma se proprio vuoi controllare la posta elettronica, ti consiglio di leggere questo articolo.

15 – Usa i suoni per dormire bene

La costante dei primi 14 consigli è che fanno leva sulla mente razionale: devi prendere una decisione e decidere di fare qualcosa per migliorare il tuo sonno, tali azioni poi ti faranno addormentare velocemente.

Se usi dei suoni per dormire bene, invece, toglierai questo passaggio intermedio. Non dovrai prendere nessuna decisione, non dovrai fare leva sull’inconscio né esercitarti per giorni o settimane prima di sperimentare gli effetti desiderati. Tu premi play e inizi subito a dormire bene. Ti piace l’idea? ;)

Qui si parla di tecniche avanzate: non sono i soliti trucchetti che possono darti quella spinta in più, parlo di influenzare direttamente l’inconscio tramite la musica. Il canale uditivo stimola direttamente l’ipotalamo, quella ghiandola nel cervello responsabile dei cambiamenti ormonali necessari per farti dormire bene.

Per questo ho dedicato molto spazio a questa tecnica rivoluzionaria alla quale nessuno ha ancora pensato. Dopo mesi di esperimenti su me stesso e decine di libri letti, sono arrivato ad una serie di tracce perfette per addormentarti velocemente. Clicca qui per saperne di più!

Vuoi conoscere altre tecniche per addormentarti velocemente? Per scoprire subito quali sono le migliori azioni che puoi fare per dormire bene ogni notte, scarica gratuitamente il mio manuale del riposo perfetto: inserisci nel box qui sotto il tuo nome e indirizzo email, potrai leggere il report gratuito fra un minuto. Scoprirai:

  • Quali sono gli errori più comuni che ti fanno dormire male.
  • Come svegliarsi al 100% senza trascinarsi dietro il sonno.
  • Come dormire di meno ed essere più riposato.
  • Come addormentarsi velocemente.
  • Gli strumenti gratuiti che puoi usare per migliorare il tuo sonno da oggi.

Inserisci il tuo nome, indirizzo email e fai click su “Scaricalo ora” nel box qui sotto per ottenere subito il tuo report: niente spam, niente pagamenti nascosti, niente trucchetti. Garantisco io. ;)

I fantastici commenti

  1. pdavix96 ci dice:

    grazie xD molto utili soprattutto il 12 e il 13 xD

  2. Desirèe ci dice:

    nn riesco lo stesso è da 1 settimana che non dormo!

  3. Mindcheats ci dice:

    Non dormire per una settimana causa problemi permanenti al cervello. :D

    Tornando seri, alcune di queste tecniche richiedono un po’ di giorni (se non settimane) per funzionare al meglio, quindi non demordere!

    • Sharon ci dice:

      Salve. Trovo molto interessante questo articolo ma, il mio problema persiste: sono giorni strani dove tante cose mi frullano nella testa e ora anche provando a seguire questi consigli Morfeo non mi chiama tra le sue braccia?
      Hai qualche altro consiglio per me?
      Ps: nn riesco a scaricare l’e-book.

  4. Gaetano ci dice:

    utili grazie

  5. angela ci dice:

    dove si compra questo “emettitore di onde sonore bianche”?

  6. Alessio Di Girolami ci dice:

    Spero che da Novembre tu abbia trovato il tuo ritmo di sonno, altrimenti fai ricorso alla melatonina, melatonina classica 3mg e MAI sublinguale.
    Prenderla sempre alla stessa ora in una fascia compresa tra le 22 e le 00. Preferibilmente come stato consigliato qui svegliarsi poi sempre alla stessa ora.
    Il tuo ritmo biologico dovrà per forza di cose sistemarsi con quell’aiuto.

    • Mindcheats ci dice:

      Sì, io ormai mi sono stabilizzato e non ho problemi tali da farmi pensare all’assunzione della melatonina, quindi tutto a posto. Anzi ti dirò, con problemi del genere avrei sicuramente interrotto qualsiasi esperimento. ;)

  7. Arianna ci dice:

    E’ se prima di andare a dormire devi per forza stare al computer per studio come si fa? Praticamente passo il giorno al computer, lo spengo solo per andare al letto!!!. Fa male ma che ci posso fare sono sotto esami. Ho notato che mi sveglio sempre alle 10:00 e vado a dormire a mezzanotte me finisce che arriva la una perchè prima che mi addormenti ce ne vuole!!!. Come faccio a spostare il mio orologio biologico in modo di andare a letto prima e svegliarmi di conseguenza prima!!!. Anche la piu forte delle sveglie non funziona la spengo e continuo a dormire…. he he!!!!.

    • Mindcheats ci dice:

      Ciao Arianna, anzitutto non ti preoccupare per il computer: i nuovi schermi LCD, per quanto diano problemi di sonno, non provocano alcuni danni a lungo termine. Anche io sto molto al computer (ci studio, ci lavoro, tengo l’agenda, telefono, praticamente tutto quello che faccio passa per il PC) e non ho mai avuto problemi.

      Tornando a noi, per anticipare il sonno il metodo migliore rimane quello forzato: punta la sveglia alle 7 di mattina, e dopo un paio di giorni sfasati ti abituerai al nuovo ritmo (una delle cose più belle della mente umana è di essere molto flessibile). Nelle giornate di sole estive puoi semplicemente lasciare la tapparella alzata e svegliarti con la luce del sole (io così mi sveglio verso le 7, ma dipende dall’orientamento della finestra e dalla tua sensibilità alla luce), che ti faciliterà di molto il risveglio ed eliminerà quella sensazione di stanchezza perenne che potrebbe accompagnarti all’inizio. :)

      Un metodo semplice per non riaddormentarsi dopo la sveglia, che ho anche descritto nel gruppo su Facebook (a questo indirizzo), è quello di posizionarla a qualche metro di distanza dal letto: in questo modo sei costretta ad alzarti per spegnerla, e non rischierai di riaddormentarti! ;)

      • Anonimo ci dice:

        Ciao, ho 12 anni e soffro di insonnia ho provato con la camomilla ma non f con la valerianma nn funzione i tuoi consigli gli sapevo ma nn hanno funzionato che altro posso fare?

  8. umberto smaile ci dice:

    deve essere un genio quello che ha scritto queste tecniche… da solo non l’avrei MAI pensate.
    io consiglio la doppietta di tavor che e’ sempre la migliore.. mia nonna lo prende da 60 anni ed e’ bella rimbambita!!!
    hahahaah
    ma andate a dormire dopo una bella cena accompagnata da qualche bicchiere di vino e un bel po’ di sesso..
    notte!!

    • Costantino ci dice:

      Lo sai che l’alcool e il cibo pesante non ti fa dormire?? Forse lo sai meglio di me quindi non scrivere cose inutili

      • Stefano ci dice:

        Mi sa che mi è scappato un commento di spam, oops.

        • ragazzi ci sono persone che hanno investito migliaia di euro per questo problema senza avere avuto successo… se bastasse pitturare la camera,leggere un libro o buttare la tv nel bidone sarebbe un mondo perfetto.. purtroppo dietro c’e’ sempre la psicologia quindi non illudiamoci con filastrocche please..

          • Stefano ci dice:

            Peccato ci siano treni di psicologi che danno proprio questi consigli. La tua è una scusa per dare a qualcun altro, in questo caso “la psicologia”, la colpa del tuo fallimento.

  9. federik ci dice:

    ciao vengo dal sito di reborn, sono un suo lettore fisso. volevo farti i complimenti per l’ultimo articolo pubblicato sul suo sito e anche sui tuoi articoli molto interessanti.
    il sonno per me è stato sempre un problema e volevo un tuo consiglio, ora che sto ancora cercando scuola sto a casa la mattina. il punto è che io dormo dalle 4 di mattina alle 14.30 di pomeriggio e quando mi alzo ho ancora sonno :( riesco ad addormentarmi in minimo 20 minuti ma posso arrivare anche ad 1 ora :(
    vorrei utilizzare questo metodo, ma per come sto ora non riuscirei ad entrare in fase rem in pochi secondi, ora scarico il tuo manuale e cerco di migliorarmi.
    intanto mi puoi dare qualche dritta per arrivare a questo metodo, perche prima vorrei riassettare i miei orari.
    ps: ho 18 anni ;)
    grazie

    • Mindcheats ci dice:

      Ciao Federik, visto che dormi praticamente di mattina invece che di notte, è piuttosto normale avere problemi legati al sonno: non riuscire ad addormentarsi e sentirsi stanco durante il giorno sono di gran lunga i più comuni. Il sole ha un effetto molto benefico sul corpo, e se ti svegli così tardi l’esposizione è troppo corta. Oltre a questo, considera che dalle 4 alle 14 sono ben 10 ore di sonno: hai 18 anni e dovresti dormire dalle otto alle nove ore al massimo. Dormendo così tanto entri in una specie di overdose di sonno, che causa i problemi da te descritti. In questo modo, inoltre, rischi che fra un paio di mesi andrai a dormire ben oltre le 4 di notte.

      Il mio consiglio è di utilizzare una sveglia anche se alla mattina non devi fare niente. Le 8 di mattina vanno bene, perché non è troppo presto ed è già l’alba. Facendo così, risolverai in un colpo solo tutti e due i problemi: ti sentirai stanco ad un orario giusto (perché ti svegli presto e dormi di meno) e potrai assorbire la giusta quantità di luce durante il giorno. :)

      Tutti gli altri consigli sono sul manuale del sonno perfetto, buona lettura!

  10. MarcoMasini93 ci dice:

    Ciao Stefano (spero che non ti dispiaccia se ti chiamo per nome), volevo complimentarmi con te per il bellissimo sito. Da due giorni sto seguendo il consiglio di questo articolo e dell’ebook di “creare una ricorrenza” ed avevo deciso di ascoltare sempre una particolare canzone rilassante prima di andare a dormire. Ma la cosa incredibile è che per la prima volta ho dormito con la tapparella alzata così da farmi svegliare dalla luce solare. Ieri ho passato la serata a leggere, prima un po’ di articoli del tuo blog o articoli che consigli su facebook e poi un libro fino all’una meno un quarto circa (ovviamente ho letto il libro per almeno due ore, perchè come hai consigliato è bene abbandonare il pc almeno un’ora prima di andare a letto). Stamattina mi son svegliato da solo alle 9 e mi sento anche un po’ più riposato. Solitamente dato che il giovedì ho i corsi il pomeriggio dormo almeno fino alle 11 e vorrei ancora dormire, ora mi son svegliato prima e mi sento anche un po’ più sveglio. Ti farò sapere dei risultati nel corso della giornata.
    Grazie di tutto, questo blog è fortissimo, ho letto che a volte sei un po’ scoraggiato, ma non demordere !!! Secondo me gli argomenti come la seduzione o la crescita personale vengono molto seguiti ma sono poco pubblicizzati per paura di apparire deboli e sfigati, quindi magari qualcuno non ha il coraggio di iscriversi alla pagina su facebook, ma ti apprezza molto ;=)

    • Mindcheats ci dice:

      Ciao, sono felice che i miei articoli ti siano utili! Se ancora non l’hai fatto ti consiglio di scaricare il manuale del riposo perfetto: contiene tutti i migliori articoli sul sonno più un bel po’ di materiale inedito. ;)

      Svegliarsi presto grazie al sole mi piace molto, e continuo a farlo ormai da quest’estate. Non c’è proprio paragone: mi sento molto più riposato e di mattina ho un sacco di tempo per portare avanti i miei progetti (fra cui scrivere nuovi articoli per Mindcheats, ovviamente).

      • MarcoMasini93 ci dice:

        Sisi, ovviamente l’avevo già scaricato e letto tutto d’un fiato. Devo dire che durante il primo giorno ho avuto un crollo per il sonno durante l’ora di analisi, però lo facevo anche prima di svegliarmi con la luce naturale, solo che stavolta mi sono svegliato prima, quindi a parità di qualità di sonno ho dormito meno ore; non è cosa da niente risparmiare una-due ore !!! Purtroppo ci son stati inconvenienti che non mi hanno permesso di continuare, ma da stasera ricomincio ! Comunque posso chiederti un consiglio ? Nell’ebook hai consigliato di fare qualcosa di noioso prima di andare a dormire per poi addormentarsi velocemente, ma io ci metto davvero tanto ad addormentarmi e non so che attività noiosa svolgere, anche perché dovrebbe durare minimo 10-15 minuti

        • Mindcheats ci dice:

          E chi non si addormenta durante le lezioni di analisi? :P

          Se ti piace leggere, consiglio di fare quello prima di dormire: è un’attività rilassante e concilia al sonno molto più di computer o televisione. Ricorda inoltre che gli zuccheri sono poco indicati prima di coricarsi. Personalmente non sono un grande fan di tisane e camomille: funzionano, questo sì, ma potrebbero avere degli effetti collaterali (potresti non riuscire più ad addormentarti senza, e sia thé che camomilla contengono caffeina in piccole quantità).

          • MarcoMasini93 ci dice:

            Sisi, infatti grosse quantità di camomilla hanno effetti eccitanti, però sono un amante di infusi, tisane e soprattutto thè. Avevo pensato anche io di leggere però poi ci sono anche parecchi contro : il fatto di leggere sempre prima di addormentarsi non creerebbe l’associazione mentale lettura = sonno? Questo avrebbe effetti disastrosi sia sullo studio che sulla lettura, poi io non amo stare seduto, soprattutto composto, quindi per leggere amo sdraiarmi sul letto. Però come hai detto stesso tu il letto dovrebbe essere utilizzato solo per dormire, non per altre attività o si rischia di creare associazioni mentali tra letto e attività che impediscono il sonno. Una soluzione potrebbe essere quella di una poltrona reclinabile o un divano (sempre se il fatto di essere distesi, o in una posizione inclinata non concili il sonno) però essendomi trasferito per l’università sto arredando la casa poco alla volta (ma molto poco), e considerando anche le spese di aereo per tornare ogni tanto a casa, non posso spendere tanti soldi subito per comprarmi divano, poltrona, una bella televisione, o altre librerie subito. Infine volevo concludere dicendo che quando ho la possibilità di svegliarmi con la luce naturale mi trovo molto meglio, il problema è che alle 7 fuori è ancora buio, quindi senza sveglia non riesco a svegliarmi, mentre nei giorni in cui non ho lezione di mattina, mi sveglio intorno alle 9 e non c’è modo di riaddormentarmi (e a quell’ora la luce naturale c’è !).

          • Mindcheats ci dice:

            L’associazione lettura-sonno è, infatti, quella che si cerca di sviluppare. :D Se sei preoccupato che questo possa impattare su altri momenti della giornata (come lo studio) stai tranquillo: è vero che l’associazione mentale aiuta, ma non si arriva a questi livelli. Se ti trovi bene a leggere a letto e non noti nessuna difficoltà ad addormentarti, puoi continuare tranquillamente a farlo: la soluzione migliore è quella che si adatta meglio a te, non quella che secondo gli studi risulta essere la più efficace!

            È un peccato che adesso le giornate si stiano accorciando ed è sempre più difficile riuscire a svegliarsi con la luce del sole. Sto iniziando anche io ad usare la sveglia, perché non posso svegliarmi alle 9 ogni giorno. Anzi, oggi senza sveglia sono rimasto nel letto fino alle 10 (anche se ci può stare, visto che ho avuto una settimana molto molto intensa).

  11. MarcoMasini93 ci dice:

    Poi non sempre è bel tempo, quindi anche in quel caso la luce è scarsa. Comunque ho un problema. Non mi arrivano più mail per le risposte ai commenti, ed ora non so più come trovare gli articolo che ho commentato per vedere le tue risposte.

  12. MarcoMasini93 ci dice:

    Ho controllato la tra posta indesiderata… era un problema di hotmail quindi -.-

  13. caterina ci dice:

    molto utili!!! :D

  14. thelegend93 ci dice:

    Ciao, complimenti per il sito…ci sono molti consigli utili…peccato che io non riesco a metterli in pratica. Allora, praticamente lavoro di notte, e questa è la cosa che mi frega, comincio all’1 e finisco alle 5.00/5.30, poi sto un pò al pc, fino alle 6.00/7.00 e poi vado a dormire. Metto la sveglia per le 12.30 e manco la sento, o se la sento la stacco, ci sto anche tanto per addormentarmi, e poi va a finire che mi sveglio alle 6 di pomeriggio, e ieri, ad esempio, mi sono svegliato alle 9 di sera(mi sono addormentato alle 9 del mattino) Col lavoro che faccio e dormendo tanto, mi perdo anche delle belle giornate, secondo te come posso fare, per dormire meno e godermi le giornate??

    • Stefano ci dice:

      Per fortuna non ho mai avuto lavori notturni, quindi non mi sono mai trovato a dover affrontare situazioni del genere. Nel tuo caso è difficile non avere un ritmo sballato, quindi il primo (ovvio) consiglio è di cercare di farti cambiare il turno!

      Poi potresti provare con il sonno bifasico, ossia dormire due volte al giorno. E’ un tipo di sonno che permette al corpo di adattarsi meglio agli orari estremi, come i tuoi. Dividi il sonno due blocchi: 5 ore quando torni dal lavoro, e un’ora e mezza prima di andarci (quindi di sera immagino).

      Fammi sapere se ci sono miglioramenti. :)

      • thelegend93 ci dice:

        Ok grazie! purtroppo l’orario non posso cambiarlo…adesso provo ad usare questa tecnica e vedo come va ;)

  15. iodico ci dice:

    Classica retorica che conoscono anche i bambini, niente di utile!

  16. Riccardo ci dice:

    Ciao non riesco a scaricare l’ebook e volevo chiedere se era compatibile su iphone

    • Stefano ci dice:

      L’ebook è in formato .pdf, quindi sì può essere aperto anche su iPhone. Se non riesci a scaricarlo mandami il tuo indirizzo email che te lo invio direttamente. :)

  17. Federico ci dice:

    Ciao premetto che ho 12 anni ma non ce la faccio più. è da quando è iniziata l’estate che non riesco completamente a dormire, la mia stanza è al secondo piano e devo cambiare il materasso qundi lì sia per il caldo che per il letto non dormo completamente quindi dormo nel divanoletto del salone dove ce molto meno caldo e il letto è comodo. Ma il consiglio 6 puó incidere così tanto da non farmi dormire visto che nel salone ci passo tutto il giorno a vedermi la tv nello stesso letto dove dormo (nn posso chiuderlo e aprirlo tutte le sere quindi rimane tutto il giorno aperto.riguardo al consiglio di non dormire di più nelle vacanze, io non lp rispetto completamente. I miei genitori hanno un ristorante e quindi ogni sera vado a letto tardi l’indomani quindi dormo fino a molto tardi e la sera non mi viene. sonno ma una mattina mi sono svegliato alle 8,30 e mi ero addormentato alle 5,30 la sera di quel giorno ero morto ma quando sono arrivato a casa e mi sono messo a letto non sono comunque riuscito a dormire è come se pensassi a mille cose contemporaneamente e quindi non riesco a rilassarmi es non riesco piu a smettere di cantare una canzone nella mia mente…
    Non ce la faccio più ti prego aiutami

    • Stefano ci dice:

      Il consiglio 6 non è fondamentale per dormire, ti aiuta ma se dormi sullo stesso divano dove guardi la TV non rischi la vita. :P

      Due consigli per dormire bene col caldo:

      1 – Lascia la finestra spalancata di notte, tapparella aperta. Ti sveglierai alle 6 di mattina per il sole, basta che ti alzi, chiudi la finestra e torni a letto.
      2 – Vai a dormire con una maglietta di cotone bagnata (non grondante, strizzala prima di indossarla), l’evaporazione dell’acqua fa miracoli!

      E infine, ti consiglio di scaricare il manuale del riposo perfetto per avere altre decine di consigli su come dormire bene: http://www.mindcheats.net/il-manuale-del-riposo-perfetto ;)

  18. adesso posso addormentarmi

  19. consigli molto utili grazie sto dormendo alla grande :)

  20. Io ho solo 12 anni e non posso eseguire alcuni di questi … Come dire… consigli! Come ad esempio guardare la tv fino a una certa ora, ma ho provato a leggere qualcosa di noioso e anche a tenere la bocca aperta .A quanto pare tutto cio’ non mi e’ servito piu’ di tanto . Vi prego aiutatemi!!!

  21. Non dormo lo stesso….

    • Stefano ci dice:

      Ciao Mammy, hai già scaricato il manuale del riposo perfetto? Quello contiene altre tecniche fondamentali per dormire bene. Inoltre ricorda che il corpo deve abituarsi ai cambiamenti, ci può volere qualche giorno. ;)

  22. Davide ci dice:

    non mi convincono il punto 1 e 3:

    fare qualcosa di noioso non mi aiuta ad addormentarmi, personalmente finisco con il distrarmi fra i miei pensieri scoprendomi ancora sveglio  1/4 d'ora dopo.

    per quanto riguarda lo sforzo fisico credo che sia sufficiente 1/2 ora dalla fine dell' attività per andare a dormire.  mediamente dopo le sere dedicate allo sport sono così stanco che mi addormento subito.

    • Stefano ci dice:

      1-2 ore bastano per fare “il grosso”, ma il metabolismo non è ancora a riposo. Se non hai problemi di sonno non te ne accorgi nemmeno, se già di tuo fai fatica ad addormentarti eccome se lo senti. :)

  23. Lisa ci dice:

    Contare le pecore serve a farti concentrare su un unico e singolo pensiero rilassante e semplice, dato il ripetersi dell’azione. A volte una persona non dorme perchè tediata da pensieri che da soli non se ne vanno. Immaginare qualcosa che sia allo stesso tempo semplice ma complicato (il contare richiede attenzione) è utile. L’attenzione poi diminuisce quando l’attività diventa noiosa per il cervello ed è li che ti addormenti.

    • Stefano ci dice:

      Io piuttosto mi concentrerei a risolvere il problema che non ti fa dormire, in questo caso. Se qualcosa ti tiene sveglio significa che deve essere sistemato alla svelta. Secondo uno studio dell’università di Oxford contare le pecore aumenta l’insonnia, mentre un’ottima alternativa è visualizzare una scena rilassante. :)

  24. roberta ci dice:

    Ciao, vorrei farti un milione di domande… ma per ora comincierò da quelle più urgenti.
    Personalmente non ho problemi nel dormire, il problema è mio marito.
    Abbiamo abitudini opposte per addormantarci. Io voglio buio e silenzio quasi totale… e lui ha bisogno del telegiornale ad alto volume!!! E’ terribile, perchè su di me ha l’effetto di agitarmi con tanto di tachicardia. Se si fa a modo mio è lui a non prendere sonno perchè i pensieri gli vanno al lavoro o ad altre cose che lo agitano. Per ora faccio così: vado a letto dopo che lui si è addormentato e gli spengo la tv. Ma spesso c’è il problema che “il silenzio lo sveglia”…. e siamo a punto e a capo!
    Ero contraria a mettere una tv in camera, ma prima la situazione era anche peggiore perchè praticamente il letto lo usavo solo io mentre lui dormiva fino al mattino sul divano!
    Questa cosa è assurda.
    Ah, se siamo in vacanza in un hotel senza la tv, tu non ci crederai, ma riesce ad addormentarsi anche prima di me (in meno di 5 minuti!).
    Conoscendolo ho capito che lui per allontanarsi dai pensieri negativi ha bisogno di allontanarsi fisicamente da loro.
    Poi, mi piacerebbe provare ad applicare il sonno polifasico, ma prima devo risolvere questa incompatibilità notturna…

    • Stefano ci dice:

      Abituarsi a dormire con un rumore è molto dannoso per il sonno, prima rimuovi questa abitudine meglio è! Fra l’altro qui è una questione psicologica, qualche tecnica di rilassamento (come la respirazione) risolveranno il problema.

  25. Crys ci dice:

    Ciao! Trovo che molti consigli che hai dato sono ottimi e molto utili, primo fra tutti quello della regolarità (è decisamente il migliore, io soffro di insonnia di tipo 1, difficoltà ad addormentarsi, ma acquistando un buon ritmo arrivo ad addormentarmi in meno di 15 minuti)
    Però sull’ultimo che consiglia il suono che agisce sull’ipotalamo non sono affatto d’accordo: ho aperto il link e anche solo leggendo che il tipo “dorme meno di 7 ore a notte e sta BENISSIMO” ho capito che è una sciocchezza colossale scritta da chi, di sonno, ne sa davvero poco.
    Perchè? Bè, è molto semplice: il tempo di 7 ore è anche negli adulti il MINIMO INDISPENSABILE di sonno. Non è una questione di essere stanchi o meno, ma di attività chimiche e processi indispensabili che necessitano di almeno 7 ore di sonno per gli adulti, 8 per i ragazzi sotto i 25 anni e 9/10 per i bambini. Dormire meno di queste 7 ore essenziali porta all’insorgenza di malesseri pericolosissimi a diversi sistemi dell’organismo (primi fra tutti cardio-circolatorio e nervoso) nonchè di nevrosi più o meno gravi.
    In sintesi: bel post, peccato per il finale che butta giù tutto….

    • Stefano ci dice:

      Secondo la Stanford University (mi sembra fosse la Stanford), invece, 8 ore sono troppe e quello sì, può portare a problemi nel lungo termine.

  26. mirko orazio ci dice:

    Ciao, complimenti per il sito.
    Ho grossi problemi a dormire, non parlo di quantità o qualità. Ma odio sia andare a dormire che svegliarmi e, nonostante viva a Milano, ho il ciclo circadiano di un abitante di Sidney.
    Sono d’accordo con tutti i punti fino al quattordicesimo. Quando dici che hai trovato “i brani più rilassanti di sempre”, dovresti aggiungere “per me” .
    Ogni persona vive delle esperienze differenti che via via si sommano e vanno a incidere (c’è chi pensa addirittura formare) quella che è la nostra coscienza, la nostra personalità, il nostro “io”. Ora, ogni “io” vive delle esperienze differenti e di conseguenza si sviluppa in maniera differente. Ogni “io” avrà quindi delle diverse reazioni agli stimoli esterni (freddo, cose, persone…musica). Insomma quelli sono i suoni che Tu trovi più rilassanti. Ogni persona reagisce in modi diversi agli stimoli. C’è chi trova estremamente stimolante leggere Kant e chi invece crolla sotto il peso di tre pagine. Chi ama i fumetti e scruta ogni dettaglio e chi si addormenta prima ancora che Clark Kent si sia travestito. E questo è solo il livello conscio quello più superficiale e più “allineato” alla massa. A livello inconscio le differenze di moltiplicano. Insomma non si possono passare i gusti personali per gusti universali.
    Spero che questa riflessione ti aiuti nelle tue ricerche. Ciao

    • Stefano ci dice:

      Mirko, i suoni per dormire bene agiscono sull’inconscio, con la giusta mentalità funzionano su tutti allo stesso modo in cui tutti reagiscono positivamente ad un sorriso. :)

  27. Ciao!

    Complimenti per l’articolo e i consigli da te dati. Alcune cose non sono uguali per tutti e vanno modellate a seconda del caso ed è il metodo che uso io. Comunque veramente ottimi consigli!
    Ciao,

    Ilie Aurel Palmaccio

  28. Daniel ci dice:

    Ho letto i tuoi consigli e ti ringrazio,ma
    Sono ospite di parenti ma fuori dall’italia . Il giorno e poco attivo e la sera guardo sempre film . Ma quando ho sonno mi ritrovo dei cuscini come le sabbie mobili e la schiena dolente sia per i cuscini che per il materasso.

    • Stefano ci dice:

      Allora mi sa che sono cuscini e materasso che non vanno bene. Dovrebbero essere sì morbidi, ma non troppo: il loro scopo è di fornire un supporto a schiena e collo, se sprofondi questa funzione se ne va a quel paese.

  29. Antonio ci dice:

    Ciao Stefano. Sono un ragazzo di 18 anni. Oggi ho provato per la prima volta i tuoi consigli per addormentarono velocemente ma niente, le ho provate tutte ma niente, sono stato nel letto sveglio per più di due ore. E che inizialmente ero anche stanco e avevo bisogno di dormire perché oggi dovevo svegliarmi di buon ora quindi sapevo di dover dormire ma non ci sono riuscito. Ho seguito diversi tuoi consigli, la sera mi sono preparato la cena da solo per stimolare la creatività che spieghi nella regola aurea, ho mangiato verdure e pesce che dici che fanno bene, poi dopo un po’ di tv me ne sono andato nel letto e mi sono messo a leggere per una mezz’oretta. Poi ho spento tutto sperando di rilassarmi e di non pensare a niente ma il sonno non arrivava, pensavo a quello che dovevo fare oggi, a quello che ho fatto ieri, alle cose che ho da fare ecc..è un periodo che sto andando a dormire tardi, sempre dopo l’una di notte e di conseguenza la mattina mi sveglio tardi, ma ieri mattina mi sono svegliato sul presto quindi pensavo di riuscire a dormire subito ma non c’è stato nulla da fare. Hai consigli da darmi? È normale in quanto devo abituarmi ai nuovi ritmi? Spero di trovare presto una soluzione perché ho bisogno di essere al 100% con gli studi..

    • Stefano ci dice:

      Ciao Antonio, hai già scaricato e letto il manuale del riposo perfetto? Lo puoi fare inserendo la tua email nel box in alto a destra.

  30. Ciao,io sonon Benedetta e ho 10 anni mann riesssco a dormire mi agliuti x favore??????????????????????????

    • Stefano ci dice:

      Hai già letto il manuale del riposo perfetto?

    • sabrina ci dice:

      cara elena. Non sempre i consigli funzionano. Se non resci dormire prova a stancarti. Ad esempio prova a fare qualcosa che odi. Così vorrai riposarti e riuscirai a dormire. io lo fatto tante volte ed ha funzionato. poi tu a 12 anni sei ancora piccola, vai alle medie e amgari non riesci a dormire per i compiti o qualche verifica in classe devi soltanto provar e a rilassarti. Un consiglio cerca su Internet come liberarsi dei porblemi. Ciao. E auguri!!!

  31. Matteo ci dice:

    Ciao Stefano.

    Complimenti per il tuo blog che seguo con assiduità. Sono finito su questo articolo perché, ultimamente, ho qualche leggero disturbo di sonno, e avrei qualche domanda da porti:

    1 – Per attività fisica si intende qualunque tipo di attività? Perché io corro e vado anche in palestra, ma i giorni in cui mi alleno alle 21.00 in palestra, mi sento subito stanco ed assonnato, mentre i giorni in cui corro ci metto di più ad addormentarmi. Come mi spieghi questo fatto?

    2 – Eliminare del tutto il caffé dalla mia alimentazione (ne bevo circa 2-3 tazzine al giorno), a favore di thé verde, sarebbe una buona abitudine secondo te? Se si, perché?

    3 – Per quanto riguarda lo svegliarsi sempre alla solita ora: io, il venerdi e il sabato sera sono solito rincasare leggermente più tardi (tipo alle 2.30 di notte) e, di conseguenza, sono solito dormire “fino a quando non mi sveglio”, che di solito sono le 9.45 circa. Ecco, secondo te, dovrei puntare la sveglia anche nel week-end? Perché sarebbero solo poche ore di sonno. Se le recuperassi con una pennichella al pomeriggio o andando a dormire la sera dopo molto prima rispetto al solito, sregolerei l’orologio biologico o comunque i vari ritmi circadiani?

    Grazie per l’attenzione Stefano e ancora complimenti. :-)

    • Nicolò ci dice:

      Ciao Matteo,
      provo a risponderti, poi aspettiamo il parere di Stefano.
      1- Il problema dell’attività fisica è che alza la temperatura corporea, e il sonno è favorito dalla temperatura bassa (la sera tardi la temperatura corporea tende a scendere, l’attività fisica sposta in avanti il momento di temperatura minima). Correndo evidentemente alzi la temperatura più che andando in palestra.
      2- Anche il té (e anche quello verde) contiene caffeina, quindi non ci sarebbe un vantaggio da questo punto di vista. Inoltre, gli effetti del caffè iniziano circa 30 min dopo l’assunzione, e durano un paio d’ore. Quindi basta evitare di berlo dopo cena. Che io sappia inoltre, ci sono studi che mostrano effetti positivi di té verde (in quanto antiossidante), come ci sono studi che mostrano effetti positivi del caffé. (e, tra parentesi, ci sono anche studi che mostrano che gli antiossidanti sono in realtà dannosi. Quindi io non cambierei la mia abitudine solo perché la “tendenza del momento” dice una cosa piuttosto che un altra)
      3- Riguardo alla regolarità del sonno, devi sapere che il ritmo biologico riesce a tollerare lo spostamento massimo di un ora al giorno. Se vai a dormire alle 2.30, il giorno dopo hai maggior probabilità di addormentarti all’1.30, prima risulta molto più difficile. Quindi se riesci io ti consiglierei di tornare un po’ prima, almeno il sabato. Se torni all’1.30, la domenica vai a letto alle 12.30, e con il lunedì hai un orario più regolare.
      L’ultima cosa, riguardo la penichella: è dimostrato essere molto positiva su concentrazione (al pari di un caffè) una penichella che non duri più di 1 ora, e che non inizi dopo 8 ore dalla sveglia (ovviamente, se hai orari di addormentamento/sveglia regolari)

      Spero di esser stato utile, e di non aver scritto (non dovrei) cose errate.
      Comunque attendiamo Francesco.
      Nicolò

  32. Baobab ci dice:

    Ciao, ho letto l’articolo e tra qualche minuto metterò in pratica alcuni dei consigli da te riportati… prima però avrei una domanda, la mia situazione è piuttosto strana, ci sono giorni in cui vado a letto e nel giro di 10 minuti mi addormento, in altri, al contrario, comincio a pensare a innumerevoli cose e situazioni fino ad arrivare ad un punto, generalmente dopo un paio d’ore, in cui sono estremamente stanco e assonnato, ma il più semplice rumore mi agita e mi “strappa” dal sonno.
    Questo mi accade soltanto a volte, e soltanto se mi trovo in un ambiente nuovo e sono da solo, come se il mio corpo decidesse che rimanere svegli sia una scelta più saggia per la sopravvivenza xD
    A parte gli scherzi… Avresti qualche consiglio in particolare?

    • Stefano ci dice:

      Ciao. Questa situazione può essere causata da un passaggio non graduale al sonno: ti consiglio di fare un’attività rilassante prima di dormire, come leggere un libro (con me funziona molto bene). Per il problema dei rumori improvvisi, ti consiglio dei tappi o dei suoni per dormire bene: http://www.mindcheats.net/suoni-dormire-bene

  33. Anonimo ci dice:

    Io francamente ( ieri sera ) non sono riuscita ad addormentarmi dopo 6 ore .. non scherzo :/

  34. mirko ci dice:

    ciao vorrei fare una domanda: tutti dicono che riposare al pomeriggio fa bene ma se io lo faccio la sera devo andare a dormire molto più tardi perche non ho sonno. quindi è meglio dormire la notte oppure fare anche un pisolino pomeridiano e andare a letto più tardi ?

  35. Io so tre settimane che non dormo
    1per mal di dente
    2per il dolore che me la sono tolta
    3 perche la mia fidanzata e partita su una crocier di dieci giorni
    in questo cado voglio morire solo

  36. giorgia ci dice:

    Io sapevo già e anche se quste tecniche sono utili( non è vero per niente utili) non è facile farle e se te dici che funzionano sei te che sei stanca.
    Queste tecniche poi sono ovvie io vi consiglio solo di cercare su internet ninna nanne per bambini o comprare un peluche ,una coperta morbida vi giuro che vi addormenterete prima che qualche uno dica buona notte.

  37. Io nn riesco a dormire perchè ho paura di non farcela. E mi preoccupo ma nn so kè e se penso che nn riesco a dormire allora nn dormo !!!!!! Aiuto!!!

  38. linda ci dice:

    Desidero ricevere il manuale gratuito

  39. Gaetano ci dice:

    Non riesco a dormire

  40. aurè ci dice:

    Io mi addormento dopo 2 oree!!

  41. emira ci dice:

    grazie sopratutto perché mia nonna russa grazie davvero

  42. marco martini ci dice:

    Stefano, io mi alzo tutte le mattine puntualmente alle 6.00.

    Sabato e domenica però torno sempre a casa alle 5.00, mi consigli di alzarmi alle 6 o dovrei fare uno strappo a quella regola?

    PS: no, non posso anticipare l’orario in cui tornò a casa, o al massimo di un ora…

  43. Antonio ci dice:

    Ciao Stefano, io ho da sempre avuto qualche problema ad addormentarmi, ma da un po’ di tempo seguo qualche tuo consiglio e devo dire che va molto meglio. Però qualche volta mi capita ancora di metterci tanto ad addormentarmi ed è un problema, dato che vorrei provare con il sonno bifasico, e faccio molta fatica ad addormentarmi di pomeriggio. Secondo te è utile prendere la valeriana se si vuole provare col sonno bifasico?

  44. alessandro87 ci dice:

    il punto 12 non va contro a cio che dici riguardo le SVEGLIE?
    se non erro dici che sono inutili e DANNOSE perche potrebebro disturbare una fase rem.

    eppure scommetto che se ti alzi alle 7 non lo fai per magia ma grazie ad una sveglia. :)

  45. Sei un grande Stefano sei un grande e grazie mille per i consigli, vorrei tanto parlare in privato con te e farti degli domande contattami :))

  46. Anonimo ci dice:

    io ho perso il sonno per qualche notte ed e’ sempre difficile addormentarsi per me

  47. dario ci dice:

    posso aggiungere: per quanto riguarda i cosiddetti ‘rumori bianchi’..senza file mp3 o riproduttori costosi..il nostro corpo li emette in modo naturale.
    Concentratevi
    1. sul rumore sordo che possiamo percepire all’interno delle orecchie quando ci troviamo in una situazione di assoluto silenzio.
    2.sul ‘rumore’ che emette il cuore quando batte..in posizione supina concentrarsi su un preciso punto del corpo e provare a isolare il battito cardiaco nella zona prescelta.
    ;) buona dormita!!!

  48. Ciao Stefano.. ho 17 anni.. non dormo da molto tempo e vorrei un consiglio utile non come i tuoi.. ma utili.
    Nel senso senza bere alcool ho prendere droghe .. tipo il sonno che ti fornisce la cannabis ce un metodo?

  49. Anonimo ci dice:

    l’unica cosa che si deve fare e’ chiudere gli occhi e non pensare a niente

  50. 111234 ci dice:

    ho provato questi consigli sono utili!!

  51. Ciao. Io penso che alcune volte le persone anche se seguono questi esercizi e dopo un po non funziona e’ perche’ e’ un fatto mentale.
    Noi pensiamo che visto che non ci addormentiamo mai anke se facciamo gli esercizi e cosi’ non riusciamo perche ce l abbiamo nella mente.

  52. Nicola ci dice:

    Ho sentito dire che si dorme male se il letto ha le sbarre in ferro!!! É vero?

  53. Michele ci dice:

    Mi suona un po’ ambigua la tua frase “ricordo a quanto fosse brutto passare i quarti d’ora nel letto”…

    E la domanda a cui ciò mi porta è questa: ma tu soffrivi realmente di insonnia?
    I quarti d’ora nel letto? Io direi piuttosto le notti intere nel letto.
    Hai presente cosa voglia dire non riuscire a dormire per 48 ore (due giorni e due notti di seguito) perchè non si prende sonno, nonostante si sia stanchi sfiniti?
    E per 72 ore?

  54. giorgia ci dice:

    Basta solo ascoltare una ninna nanna o avere una coperta morbida e ti addormernti in un lampo

  55. giorgia ci dice:

    Brava giorgia anche io mi chiamo cosí sei un genio

Dicono di Mindcheats

  1. […] vi è piaciuto questo articolo di Stefano potrete essere interessati a leggere: come addormentarsi velocemente e come dormire due ore al giorno. […]

  2. […] Il metodo everyman è stato creato per essere accessibile: non è il più efficace di tutti, ma le tre ore notturne permettono di ridurre al minimo i minuti di sonno durante il giorno (per dormire di più la notte). Inoltre, questo rende la tecnica parecchio più flessibile delle altre.  Se ti senti abbastanza coraggiosi invece, puoi leggere come dormire due ore al giorno. E sono sicuro che apprezzerai anche l’articolo su come addormentarsi velocemente! […]

  3. […] ti permetterà di addormentarti velocemente e di dormire meglio ogni […]

  4. […] un po’ anomalo oggi su Mindcheats: di solito parlo di come addormentarsi velocemente o dormire bene, mentre oggi farò il contrario. Sì, perché a volte può tornare molto utile […]

  5. […] articolo vuole fungere da complemento a 14 tecniche per addormentarsi velocemente: infatti la causa e la soluzione dei problemi del sonno è spesso psicologica, e basta un po’ […]

  6. […] Per quanto anche le semplici lampadine creino problemi da questo punto di vista, la luce diretta e costante di un schermo del computer amplifica gli effetti. Se ti interessa l’argomento del sonno e non vuoi fermarti qui, sono sicuro che apprezzerai anche l’articolo sull’addormentarsi velocemente. […]

  7. […] lo riguarda, e spesso ne ho parlato in queste pagine. In passato ho già trattato di consigli per addormentarsi velocemente, dormire di meno o controllare i sogni, mentre ho lasciato ancora inesplorato un aspetto: il […]

  8. […] Leggi altre 14 tecniche per addormentarsi velocemente. […]

  9. […] Qui valgono le stesse regole da applicare per addormentarsi velocemente. […]

  10. […] Ugualmente importante, trova il tempo di dormire bene: i problemi di sonno sono difficili da individuare ma facili da correggere una volta che li hai identificati, per cui ti consiglio questo articolo. […]

E tu che ne dici?

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.