101 straordinarie verità sul cervello che nessuno conosce

Mentre sto buttando giù queste prime righe del blog, ammetto di essere un po’ preoccupato. Riuscirò ad arrivare in tripla cifra ed elencare 101 curiosità sulla mente umana? Non lo so, spero di sì, per saperlo non ti resta che continuare a leggere!

In questo articolo voglio raccogliere tutto quello che so sul più grande mistero di questo pianeta: la mente umana. E mi tocca proprio: il mio sito è sottotitolato “trucchi per sfruttare la mente”, quindi sotto con il lavoro!

101 verità sul cervello che nessuno conosce

101 verità sul cervello

1. Non è vero che si usa solo il 2, o il 5, o il 10% del cervello: ogni parte ha una sua specifica funzione che è stata identificata dall’encefalogramma.

2. Il peso medio del cervello è di 1,3 chili, e varia in base all’etnia.

3. Il che può sembrare tanto, ma la sola pelle pesa il doppio (quasi 3 chili).

4. La tanto famosa materia grigia è in realtà la parte più piccola del cervello, ed ricopre soltanto la superficie. La parte con maggiore volume è invece la materia bianca, ed è composta da assoni che hanno il compito di collegare le varie parti della materia grigia.

5. Il 75% del cervello è composto di acqua.

6. Il cervello di un neonato cresce di tre volte nel primo anno di vita.

7. I neuroni sono quasi tutti collegati. Pochi sanno che ogni neurone è collegato con quanti: da 1.000 a 10.000!

8. Tanto per restare con i numeri grandi: il cervello è composto da 100 miliardi di neuroni.

9. Il cervello riconosce istintivamente la percezione di sé e degli altri: è per questo che non puoi farti il solletico da solo.

10. Il cervello cresce fino ai 18 anni. Ecco il perché di quella brutta legge che ti dice di non bere grappa fino alla maggiore età!

11. Il cervello usa circa il 20% dell’ossigeno di cui necessiti per vivere. Ed è anche l’organo che tollera di meno la sua mancanza.

12. Se viaggi troppo, il cervello andrà in tilt a causa del jet lag e la tua memoria si ridurrà notevolmente.

13. Tutti sognano, più volte al giorno. Ma c’è chi ricorda i sogni e chi se li dimentica (tipo me).

14. C’è una correlazione positiva fra i viaggi in aereo e i mal di testa: circa il 6% di chi viaggia si becca un’emicrania. Fortunatamente a me non capita, visto quanto prendo l’aereo!

15. Il cervello di Einstein era di dimensione uguale a tutti gli altri, solo la parte che si attiva per i calcoli matematici era più grande del 35% (e non è poco).

16. Le prime testimonianze di operazioni chirurgiche al cervello risalgono a 4000 anni fa, e si facevano proprio come ora: un trapano per perforare il cranio; e no, le anestesie non esistevano (che male). Ma la cosa più incredibile è che, dopo questa operazione, molti sopravvivevano!

17. Il 2% del peso di un uomo è dato dal cervello. Anche se in termini assoluti ci sono animali con encefali più grandi (come l’elefante), nessuno ha una percentuale più alta.

18. Alla nascita, il tuo cervello conteneva già quasi il numero di cellule di un cervello adulto.

19. Così come con l’ossigeno, il cervello riceve il 20% di tutto il sangue che circola in corpo.

20. Uno studio australiano ha dimostrato che i bambini con un amico immaginario sono nella maggior parte dei casi primogeniti o figli unici. Colpa della solitudine?

21. Ogni volta che richiami un’informazione alla mente o pensi a qualcosa di nuovo, crei una nuova connessione fra neuroni. Ecco perché studiare aiuta a studiare.

22. Molte persone fanno da 2 a 3 sogni a notte, ma alcune arrivano anche a 6 o 7.

23. Gli studi con l’encefalogramma hanno dimostrato che il cervello è più attivo quando dormi che quando sei sveglio.

24. Tenere il cervello allenato con lo studio gli permette di adattarsi molto più velocemente alle nuove situazioni.

25. I taxisti di Londra, famosi per conoscere tutte le strade della città (che non è piccola, lo assicuro), hanno un ippocampo sensibilmente più grande del normale. Si ritiene che più cose si memorizzano, più quest’area del cervello si espande.

26. Nel 1811 il dottor Charles Bells fu il primo a scoprire che ognuno dei cinque sensi ha una sua area dedicata nel cervello.

27. Non ci sono recettori del dolore nel cervello, quindi non si può sentire dolore in quella zona. Ma di recettori ce ne sono nella calotta cranica (e anche tanti): sono questi che causano l’emicrania.

28. La corteccia celebrale, quella che contiene la materia grigia, diventa più spessa man mano che la usi.

29. Se il tuo cervello non riceve ossigeno per 8 – 10 secondi, perderai conoscenza. Questo è un meccanismo di difesa contro i picchi di bassa pressione.

30. Anche senza spiegazioni, sei in grado di intuire l’umore di qualcuno: questa funzione è svolta dall’amigdala.

31. Il cervello ricorda per associazione. Quindi, se vuoi ricordarti qualcosa, crea dei percorsi logici e connessi fra di loro e con altri tuoi ricordi.

32. Cinque minuti dopo esserti svegliato, ti sei dimenticato il 50% di un sogno. Dopo 10 minuti, il 90% è andato.

33. Ti piace Winnie the Pooh? La Disney ha dichiarato che per i personaggi si è ispirata alle più comune malattie mentali. Riesci ad elencarle? 😉

34. Dopo la sua morte, il cervello di Lenin è stato aperto e sezionato. Si è scoperto che aveva un numero maggiore di cellule in alcune aree che possono spiegare la sua genialità nel manipolare le persone.

35. L’aspirina, che uso sempre quando ho mal di testa, è stata inventata nel 1899. Ma necessitava della prescrizione di un medico fino al 1912.

36. Ci sono più di 100.000 capillare nel solo cervello.

37. In un ambiente che stimola l’apprendimento, l’abilità di un bambino di memorizzare le cose può aumentare fino al 25%

38. Le informazioni nel cervello possono viaggiare ad una velocità di 430 km/h. Altro che Ferrari!

39. Se ti fischia l’orecchio, sappi che è un’illusione del cervello. A meno che non sia appena tornato dalla discoteca, in quel caso è il timpano lacerato (ma tranquillo, che in poche ore si rigenera).

40. L’odore è il ricordo che si fissa meglio nel cervello. Se associ qualcosa ad un odore, difficilmente te lo dimenticherai. Hmm, il profumo dell’arrosto di mia nonna!

41. Anche i ciechi sognano, ma chi è cieco dalla nascita non sogna immagini (ovviamente). Sono sicuro che almeno una volta nella vita questo te lo sei chiesto!

42. Ogni volta che batti le ciglia, il tuo cervello ricrea un’immagine dell’ultima cosa che hai visto per evitare di farti vedere nero per una frazione di secondo. Scommetto che hai appena provato!

43. Un cervello risalente a circa 2000 anni fa è da poco stato scoperto in Gran Bretagna. Ed è conservato ancora discretamente bene.

44. Nel 1921, Hermann Roschach (dal cognome impronunciabile) inventa il famoso test con le macchie d’inchiostro.

45. Il 12% del cervello è composto da grasso.

46. Il cervello continua a creare nuovi neuroni per tutta la vita in risposta agli stimoli, per rimanere flessibile alle esigenze.

47. Mentre sei sveglio, il cervello sviluppa 20-30 watt. Abbastanza per illuminare una lampadina.

48. Gli uomini e le donne percepiscono il dolore in modo molto diverso.

49. Non si dice sulla punta della lingua, si dice disnomia! 😛

50. Il 12% delle persone sogna in bianco e nero, gli altri a colori

Sono a metà! Vado a fare un po’ di stretching per le dita. 😉 Mentre mi prendo una pausa, ti chiedo gentilmente di condividere questo articolo su Facebook. Grazie mille in anticipo! E ora, un bel respiro e si continua.

51. Ridere ad una battuta non è un compito semplice: richiede di attivare cinque aree del cervello diverse.

52. Daniel Tammet è l’autistico più intelligente del mondo: le sue capacità matematiche rivaleggiano con quella dei più grandi geni del secolo.

53. Nel 1959, una scimmia è stata spedita nello spazio per testare come il cervello si adattasse alla mancanza di gravità.

54. Leggere ad alta voce e parlare (specialmente con i bambini) migliore le capacità del cervello.

55. Lo sbadiglio può avere 3 significati: noia, sonno o fame.

56. Sì, lo sbadiglio è contagioso, ci sono ricerche a riguardo!

57. I super-assaggiatori sono persone che riescono a riconoscere sapori che un cervello normale non riuscirebbe nemmeno a percepire. Molto utili nell’industria alimentare, vengono pagati un sacco di soldi.

58. È quando si dorme che i ricordi della giornata vengono fissati nella memoria a lungo termine.

59. Mentre dormi il tuo corpo produce un ormone che inibisce il sistema motorio, paralizzandoti. È un’esperienza che può capitare se provi a simulare un’esperienza extracorporea.

60. L’università di Harvard contiene una magazzino con 7.000 cervelli conservati per ricerche scientifiche. No, non è una figura retorica!

61. Le capacità di capire e provare le emozioni sono già sviluppate al momento della nascita.

62. La neocorteccia, che rappresenta circa il 76% di tutta la corteccia celebrale, è quella adibita alle emozioni e alla coscienza di sé. È la più sviluppata in tutto il regno animale.

63. Alcune persone sono effettivamente più freddolose di altre, questo dipende da come i sensori di temperatura della pelle comunicano col cervello.

64. La carenza di sonno potrebbe ridurre la tua abilità a memorizzare cose nuove. Ecco perché è importante imparare a dormire bene!

65. Se stai russando, non stai sognando.

66. La mancanza di gravità ha diversi effetti sul cervello, anche se le ricerche in proposito sono lontane dallo spiegare come. Potresti voler aspettare la risposta prima di programmare una gita sulla luna.

67. Keith Jarrett, musicista jazz, ha scientificamente l’udito perfetto: riesce a riconoscere qualsiasi nota.

68. Il senso che si sviluppa prima di tutti gli altri in un feto è il tatto (dopo 4 settimane dal concepimento).

69. I sensi non sono 5, bensì 6: quello mancante è la percezione di sé nello spazio (anche se chiudi gli occhi sai di essere seduto e non in piedi).

70. Il cervello può resistere al massimo 4 – 6 minuti senza ossigeno, poi i neuroni cominciano a morire. Dopo 6 – 10 minuti, si verificano danni permanenti.

71. Le donne ci mettono più tempo a prendere una decisione, ma cambiano meno difficilmente idea.

72. Ben Pridmore riesce a memorizzare un mazzo di 52 carte in 26 secondi. Due carte al secondo!

73. Se ti svegli durante un sogno, è più facile che te lo ricordi. Ecco perché gli incubi si ricordano sempre, dannati loro!

74. La musica migliora nettamente la memorizzazione, sia nei bambini che nel cervello. Ma non mettere su Vasco Rossi quando apri il libro di matematica, quello non fa altro che distrarti!

75. I bambini che imparano due lingue nei primi cinque anni di vita (come in Canada o in Lettonia) avranno da adulti una materia grigia molto più densa.

76. Una febbre troppo alta causa rapidamente la morte dei neuroni. Ma non ti preoccupare di qualche linea di troppo: la temperatura più alta mai registrata è stata di 46,5 gradi.

77. È stato dimostrato che alcune persone sono più portate all’esercizio fisico rispetto ad altre, sotto un fattore psicologico. Ma questa non è una buona ragione per non staccarti mai dalla sedia! 😉

78. L’estrogeno (ormone presente sia in uomini che in donne) è fortemente correlato con la memorizzazione.

79. Un sogno non ha mai un significato univoco, né letterale. I sogni vanno interpretati tenendo conto anche della situazione e della psicologia della singola persona, ecco perché i libri per interpretare i sogni sono in buona parte buffonate (per essere gentili).

80. Gli abusi sui minori possono provocare danni a lungo termine anche fisici, nella struttura del cervello.

81. Lo stress, quello vero, può provocare l’alterazione di alcune importanti aree del cervello. Meglio prendere la vita con calma!

82. La noia è una sensazione che viene scatenata dalla mancanza di attività, ed è causata dalla naturale voglia che ha il cervello di imparare. Io ne farei volentieri a meno! 😛

83. L’insulina serve a regolare il livello di zuccheri nel sangue, ma recentemente è stato anche dimostrato che aiuta il cervello a memorizzare.

84. Il caffè ti fa rimanere sveglio perché la caffeina blocca i recettori di adenosina. Sono state anche scoperte sostanze con l’effetto opposto, e vengono spesso utilizzate nei sonniferi da banco (molto poco utilizzati in Italia).

85. In media il cervello fa 70.000 pensieri al giorno.

86. L’ossitocina, l’ormone responsabile dell’amore (brutto da dire ma è così), aiuta anche le persone affette da autismo.

87. La correlazione fra mente e corpo è fortissima. Si stima che il 50 – 70% delle visite in ospedale per problemi fisici derivino da problemi psicologici (non necessariamente malattie mentali).

88. Un team di scienziati giapponesi è riuscito a creare una macchina in grado di proiettare su schermo i sogni di una persona. Certo per ora l’immagine non è molto accurata, ma a volte si riesce a capire cosa rappresenta il video.

89. I mancini e gli ambidestri hanno un corpo calloso (la massa che collega i due emisferi celebrali) più grande in media dell’11%.

90. Uno studio su un milione di studenti di New York (da quelle parti si fanno le cose in grande) ha mostrato che i ragazzi che a pranzo non mangiavano cibi con coloranti, sapori artificiali o conservanti avevano un quoziente intellettivo del 14% superiore. Ora mi chiedo: è il cibo naturale che rende più intelligenti, o è l’intelligenza che porta a mangiare cibi sani? 😀

91. Le persone tristi, quando vanno a fare shopping, spendono di più di chi invece è felice. Il meccanismo di compensazione porta a cercare di comprare la felicità in questo modo.

92. Il lavoro associato ad un maggior numero di mal di testa è quello del contabile (povero Fantozzi), seguito da librai e autisti di camion e autobus.

93. Il pesce non aiuta a diventare più intelligenti, ma pare riduca del 30% il rischio di contrarre la demenza in età avanzata.

94. Aristotele credeva, erroneamente, che la sede del ragionamento fosse nel cuore.

95. Errore simile per gli antichi egizi, che ritenevano il cuore il contenitore dell’anima. Infatti nell’imbalsamazione conservavano attentamente tutti gli organi, tranne il cervello (che veniva bollato come inutile e scartato).

96. Nella genetica umana sono presenti delle tracce di un’evoluzione che ha portato ad avere una resistenza contro le malattie causate dai prioni, elementi della carne umana. In parole povere, questo significa che nell’antichità il cannibalismo era una pratica molto diffusa.

97. La parola “cervello” viene utilizzata 66 volte nelle opere di Shakespeare.

98. L’emisfero sinistro del cervello controlla la parte destra del corpo, e vice versa.

99. Il profumo di lavanda tranquillizza il cervello, e ti aiuta ad addormentarti.

100. Una patata bollita può ripristinare le funzioni del cervello quando ti senti stanco. E l’effetto dura più del caffè!

101. I mancini stanno aumentando (specie per via della maggiore libertà lasciata ai bambini sulla mano dominante), ma quanto? Nel mondo chi scrive con la mano destra è il 89,6% del totale, con la sinistra il 10,6% e gli ambidestri sono lo 0,34%. Tu in quale categoria rientri?

Wow, non ci credo, ce l’ho fatta. Questo si qualifica senza ombra di dubbio come l’articolo più lungo che ho mai scritto su Mindcheats. Anzi, a dirla tutta, anche un articolo lungo la metà sarebbe stato bello corposo.

Ma sono felice, perché mi sono posto un obiettivo e l’ho raggiunto! 😉 Spero che queste 101 curiosità ti abbiano tenuto compagnia per qualche minuto, e ti abbiano insegnato qualcosa di nuovo.

Posso chiederti un favore? Se ti è piaciuto l’articolo, puoi condividerlo su Facebook o Twitter con i tuoi amici? Ti ringrazio fin da ora per la disponibilità! 🙂

Comments

  1. Anonimo says:

    Gran Bell’articolo! 😉
    10. Ho quasi 18 anni ma qualche volta ho bevuto… ho rischi di avere problemi al cervello?? :S O è una metafora?
    54. Evviva questo punto!! :DD
    67. Non è raro: si chiama orecchio assoluto e un mio amico ce l’ha 🙂
    79. “Per interpretare soldi” —> “Per interpretare sogni” 😀
    34. Davvero hanno aperto il cervello di Lenin?
    87. Mi viene in mente Hamer, anche se non mi entusiasma per niente. Che ne pensi?

    Come fa il cervello a essere composto al 60% da grasso e al 70% da acqua? 😀

    • Stefano says:

      Grazie anonimo, sarei molto felice se potessi condividerlo su Facebook. 😉

      10. Non ci saranno problemi, era una mezza battuta. A meno che tu non sia un alcolista. 😛
      54. Leggi ad alta voce?
      67. Portalo da qualche esperto, le case discografiche sono sempre alla ricerca di talenti così!
      79. Oops. 😀
      34. Hanno aperto un sacco di cervelli famosi nella storia. XD
      87. Non conosco Hamer, mi fai un riassuntino? 😉

      Mi sa che ho fatto un po’ di confusione con la traduzione, capita quando ci sono 101 punti in gioco. 😀 Vado a controllare le fonti!

      • Anonimo says:

        Ooops volevo dire il punto 75 e non 54 😛

        • Anonimo says:

          Per Hamer? Lascia perdere… è un “dottore” latitante nazista (discrimina ebrei) che ha ideato “la nuova medicina germanica”, che dice che la causa del cancro è un conflitto interno. Ma lui proponeva di non fare niente, solo di risolvere la questione psicologica. Sai quanti morti? Ok la correlazione mente-corpo, ma arrivare a non fare niente… Che dici la mente può arrivare a creare cancri?

          Domanda di riserva: non sei obbligato a rispondere essendo personale 😛 hai mai bevuto da adolescente XD? Mi hai messo la preoccupazione… no non sono alcolista ma ora dimmi che devo tranquillizzarmi hahah xD

          • Stefano says:

            Okay, grazie per la precisazione. Che la mente sia responsabile di tante malattia ok, ma il cancro di certo non è una condizione mentale. La psicologia può essere correlata, ma usare l’ipnosi contro un tumore proprio non basta.

            Certo che ho bevuto da adolescente, come (quasi) tutti. 😛

          • I tumori, secondo una ricerca dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, mi pare del 1998, sono causati nell’80% dei casi da una cattiva alimentazione O da un errato stile di vita.

          • Stefano says:

            Ciao Fabius, in “alimentazione e stile di vita” ci puoi mettere dentro tutto, compreso alcol e fumo. Con quei due sì, mi sa che l’80% è anche poco. 😛

          • Artiko888 says:

            Il punto uno tu lo hai capito male. È vero che usiamo il 10% del cervello ma non nel senso che usiamo solo una piccola area. Nel senso che riusciamo a usare solo il 10% delle funzioni totali in un dato istante. Il resto rimane sopito finché non sostituiamo tale funzione. Buona giornata. :-).

        • Stefano says:

          Lasciami indovinare: italiano e tedesco! 😛

          • Anonimo says:

            hahahahaha scommetto che pensi sia svizzero non è vero? o usato qualche elvetismo? 😀
            non hai tutti i torti, sono nato in Svizzera nel canton Ticino, ma ho origini turche. Quindi sono bilingue: italiano e turco. Poi alle elementari il francese (anche alle medie), il tedesco (orrore haaha) e l’inglese. 😀

          • Stefano says:

            Beh dai, c’ero vicino! Però wow, sai un sacco di lingue! A me bastano italiano, inglese e dialetto bresciano. 😛

            L’anno scorso sono stato in Turchia due volte: una settimana a Gaziantep e 5 giorni ad Eregli (sul Mar Nero). Il Paese è veramente bellissimo! Ottimo clima, i bazar sono una cosa favolosa, le persone sono tutte simpatiche e molto disponibili, il narghilè buonissimo. Pure il cibo non è per niente male. E soprattutto, cosa più importante, sono diventato un drogato di Simit. 😛

          • Anonimo says:

            e nonostante tutti faccio fatica a scuola (superiori)

          • Anonimo says:

            Sono contento 😀 Io sono stato solo a Antalya..
            Per i simit rimedia mia madre 😀

          • Stefano says:

            Se mi riesci a procurare la ricetta del vero simit turco, ti dedico una statua d’oro a grandezza naturale. 😛

          • Anonimo2 says:

            Guarda, vero come quello venduto no 😀 ma ne fa una variante (molto differente in effetti :D) se vuoi posso chiedere xD

          • Stefano says:

            La cucina sta diventando una mia grande passione, mi faresti un uomo felice se potessi chiedere. 😀

          • Anonimo says:

            Come te la invio?
            Prepara la statua d’oro

          • Stefano says:

            Puoi mandarmela su info@mindcheats.net. Ora scusa, devo prenotare un volo per la costa d’avorio, mi serve un po’ do oro grezzo. 😀

          • Anonimo says:

            Inviata! 😉

      • Ciao stefano scusa volevo sapere se sai se é vero che allo specchio il cervello ci fa vedere 5 volte più belli di quanto lo siamo realmente.. Sai, mi sto preoccupando! 😮
        Se non lo sai fa nulla e grazie comunquee!

        • No, non è vero. 😛

          • Io ero convinta che fosse vero. Magari non ti vedi proprio 5 volte più bello, ma guardandoti allo specchio, istintivamente ti metti in una posa, o ti guardi da un certo punto di vista in modo da piacerti abbastanza da non entrare in depressione. E’ un “trucco” della mente per poter preservare la tua sanità mentale.
            E’ per quello che, quando ti vedi nelle foto spontanee, in cui non sei in posa, spesso ti vedi più brutto di come ti consideravi.
            Che ne pensi?

            P.S: complimenti per il blog, l’ho scoperto da poco.

          • credo che 5 volte sia esagerato. Ovviamente allo specchio dai tempo di aggiustare la postura e l’espressione quindi appari più bello perché hai tempo di metterti in una “posa” migliore. 🙂

      • 5. . Il 12% del cervello è composto da grasso.

      • Anonimo says:

        perchè anche il grasso è composto da acqua, non è un elemento XD

    • Anche il grasso, genericamente inteso, è composto da acqua… Tutto qua, anche se le percentuali mi sembrano leggermente abbondanti
      :-))

      • Il grasso è composto da lipidi, che non sono acqua. Che poi i lipidi si leghino all’acqua per essere immagazzinati dal corpo è un’altra faccenda. 😛

    • è molto lungo ma molto bello .

    • Anonimo says:

      anche un mio amico lo chiamano l’orecchio assoluto !! .. chissà quando si deciderà a farsi un giro a Casablanca !?

    • Anonimo says:

      grasso 12 %

    • grazie a te ho avuto 10 nella mia ricerca sul cervello

  2. Grande ed esauriente articolo. Complimenti!

    • Stefano says:

      Grazie Marco. Vedo che hai un blog (al quale mi sono già iscritto, mi farebbe molto piacere se potessi condividere il link sul tuo sito. Sono sicuro che i tuoi lettori apprezzeranno. 🙂

  3. Cristina says:

    Bell’articolo, da leggere tutto d’un fiato, per quanto riguarda lo sbadiglio devo dire che secondo le più recenti ricerche questo non indica solo sonno, fame o noia, ma precede in molti casi anche avvenimenti importanti, prelude a qualche novità imminente. Ecco perché a volte lo sbadiglio è inspiegabile, viene anche nei momenti meno opportuni, quando si ha ansia ad esempio. A me succede tantissime volte di sbadigliare pensando a un cambiamento prima che si verifichi.

    • Stefano says:

      Non sapevo di queste ricerche sullo sbadiglio, grazie per la segnalazione! Sicuramente approfondirò.

      P.S. Ho corretto l’errore ed eliminato il messaggio che lo segnalava. 😉

  4. Grazie! Ho segnalato il tuo sito sul mio blog! Ti invito a leggere il mio ultimo post! Grazie per avermi corretto!

  5. Fabio says:

    Che jarrett abbia l’orecchio assoluto non è cosa insolita, anche io lo possiedo.
    Comunque è un articolo davvero interessante come sempre,l’unico vero problema di questo blog è che quando lo apri entri in un circolo da cui è difficile uscire 😀

    • Stefano says:

      Wow, un sacco di orecchie assolute su Mindcheats!

      Ammetto di essere un po’ responsabile per questo grave problema del blog, mi hai convinto, inizierò a scrivere articoli brutti. 😛

  6. Andrea says:

    Grande stefano, brillantissss s simo articolo!
    Domanda (spero interessante): punto 70; quando le persone fanno, ad esempio, gare di apnea??in teoria, addirittura dopo secondi dovrebbero svenire, perché sott’acqua non c’è molto ossigeno… 😀 il cervello sfrutta quello rimasto in corpo??

    • Stefano says:

      Grazie Andrea. 🙂

      Con le gare di apnea, l’ossigeno continua comunque ad arrivare al cervello: un po’ ce n’è nel sangue, e un po’ nei polmoni. Questi due organi contengono sempre delle scorte in casi di emergenza. Ovviamente non durano in eterno!

  7. giulioz says:

    47. Mentre sei sveglio, il cervello sviluppa 20-30 watt. Abbastanza per illuminare una lampadina
    😀 illuminare una lampadina mi ha fatto ridere perché sembra un controsenso

    Questo articolo mi ha fatto pensare a una cosa.. io che sono destro, se imparassi a scrivere con la sinistra potrei ottenere dei miglioramenti del mio cervello? succederebbe qualcosa? E’ possibile imparare?

    • Stefano says:

      Dei miglioramenti probabilmente sì, dei miglioramenti tangibili probabilmente no. È un esperimento che sto cercando di portare avanti da un po’: io sono mezzo destro e mezzo mancino (nel senso che metà delle cose le faccio bene con una mano, metà con l’altra) e sto provando a diventare ambidestro. Se ce la faccio, arriverà l’articolo su Mindcheats. 😀

  8. Enrico says:

    Ciao Stefano,
    Complimenti, articolo interessantissimo!
    Mi ha colpito particolarmente il punto 90. In questo periodo sto approfondendo il tema cibo, con tutte le varie ripercussioni che comporta sia a livello fisico e mentale.
    Non avevo ancora letto da nessuna parte di questa ricerca e un dato così importante (14%!), dovrebbe far pensare ancora una volta, se ce ne fosse ancora bisogno, di quanto importante é mangiare nel modo corretto.
    Il cibo è la nostra benzina e io mi chiedo sempre: “Perché nessuno butterebbe in una macchina a diesel benzina senza piombo invece riempie il proprio corpo di schifezze?”.
    Mah, forse sarà perché hai ragione quando scrivi che è l’intelligenza a portare a mangiare cibi sani… 🙂

    • Stefano says:

      Nell’ultimo anno anche io sto cercando di migliorare sempre di più la mia alimentazione. Ormai mi faccio in casa metà del cibo che mangio! Benefici dell’avere tanto tempo a disposizione. 😉

  9. Nooooo winnie the pooh…??????????

  10. Antonio says:

    Si possono proiettare i sogni su schermo? E da quando? Mi affascina…
    Link?

  11. Davvero molto interessante e…complimenti per la “maratona” (cavolo, 101 sono 101 🙂 ).

    Vorrei aggiungere una cururiosità, che penso potrebbe essere anche un ottimo spunto per un tuo prossimo articolo, Stefano.

    Ho letto un articolo, su una rivista (non mi ricordo il titolo XD), dove sono stati condotti degli studi per associare il sonno con la risoluzione di problemi complessi. (hanno preso spunto da Kekulè, che sognò la struttura del benzene, e da altri casi famosi)
    L’articolo era lunghissimo e, per farla breve, è stato visto che sognare aiuta a risolvere i problemi in modo creativo.
    Se mi ricordo la rivista qual’è, te la segnalo, ma magari c’è qualcosa anche nel web.

    • Stefano says:

      Grazie Mauro, farò le mie ricerche e magari ci scrivo un articolo in futuro. 😉 In effetti è da un po’ troppo tempo che non parlo di sogni!

      • La rivista si chiama “Mente e Cervello” ed è un mensile…l’articolo in questione era sul mensile di Febbraio (se non sbaglio).
        Posso anche dirti il numero di scarpe dell’autore 🙂

  12. Ottimo Stefano…rimango sconvolto per alcuni punti…. grazie per questo articolo!!!!

  13. CarmeloVecchio says:

    Il cervello è l’oggetto più misterioso dell’Universo. Però la maggior parte lo usa malissimo, e lo mette al servizio dei malvagi, dei prepotenti e dei disumani e dei guerrafondai? La domanda più importante è: perché l’uomo lo usa per far trionfare il suo orribile egoismo, mentre l’altruismo è praticato da pochissimi? La maggioranza adora il capitalismo, che è il trionfo della superbia, dell’individualismo, dell’egoismo, dell’indifferenza, del disprezzo e dell’odio verso il Prossimo. Vince sempre chi fa la parte del leone: l’astuto e malvagio sottomette il più debole, e divide le ricchezze del mondo in modo orribilmente diseguale: se ne trattiene la maggior parte e dà solo le briciole agli altri! Perché Gesù e San Francesco sono seguiti solo da pochissimi generosi e altruisti, e la maggioranza li disprezza e li deride? Questi malvagi si arricchiscono vigliaccamente e si divertono facendo continuamente le fratricide guerre! Berbushputtin è il grande trio al servizio del diabolico dio EGOISMO/SUPERBIA! Immense atrocità l’uomo continua a commettere. Ma la più agghiacciante è quella che ha VAPORIZZATO (vapore acque!)in pochissimi istanti 300.00 donne, vecchi e bambini inermi! Il fine giustifica i mezzi: è la frase più orribile che sia mai stata detta, perché se il fine è malvagio, coloro che usano i peggiori mezzi per ottenerlo sono peggiori del diavolo! Ave morituri!

    • Stefano says:

      Carmelo, le tue domande sono più che altro di tipo politico, argomento dal quale preferisco stare alla larga il più possibile. Io scrivo di tecniche per sfruttare la mente, le mie visioni sulla politica e sull’economia non sarebbe giusto esporle su questo sito. 😉

      Ti ringrazio comunque per il commento, molto sentito. Lo apprezzo!

      • CarmeloVecchio says:

        Stefano. Capisco il tuo imbarazzo, ma la politica è il frutto più potente del nostro Cervello: essa tutto comanda, tutto dirige, e ad essa tutti siamo sottomessi! I tuoi 101 punti sono strepitosi, e ci danno una straodinaria visione d’insieme di come funziona, questa nostra impressionante macchina pensante, dalle immense possibilità. Capire come funziona è l’impresa più difficile che esista. Il fatto più sconvolgente e drammatico è che questa macchina ha da sempre impresso un programma folle e disumano, ma soprattutto basato sulla falsità e sul male! Tutti dicono di essere credenti, ma poi la stragrande maggioranza fa ed ama esattamente il contrario. C’è scritto “NON UCCIDERE. AMA IL PROSSIMO TUO COME TE STESSO. ADDIRITTURA AMA IL TUO NEMICO! GUAI AI RICCHI PERCHÉ’ DI ESSI E’ IL REGNO DEGLI INFERI! SARA’ PIU’ FACILE CHE UN CAMMELLO PASSI, ECC. SE IL POVERO TI CHIEDE AIUTO, NON FARGLI L’ELEMOSINA MA DIVIDI A META’ CON LUI QUELLO CHE HAI, ECC. Tu andrai in America a studiare, e mi impressiona che non rabbrividisci! Le scuole migliori da sempre le abbiamo in Europa: noi possiamo insegnare a loro, non loro a noi! La loro economia sta crollando e vorrebbe trascinare nel baratro anche l’Europa, ma non ci riuscirà. Il problema è risvegliare il nostro potentissimo e insuperabile cervello per ritornare ad essere la Culla e l’imperituro Faro della Civiltà e del Progresso Mondiale. Dobbiamo usare il nostro cervello come quello dei nostri immortali ed insuperabili antenati Europei: Socrate, Platone, Aristotele, Archimede, Pitagora, Dante, San Francesco (il Signore della Fratellanza, dell’Amore della NATURA e di tutte le Creature, e del saluto più bello e più commovente di sempre: PACE E BENE), Federico II “Stupor Mundi” (padre dell’Arte e della Cultura Moderna), Leonardo, Michelangelo, Copernico, GALILEO (l’Immenso Padre della Scienza e del Progresso Moderni), Shakespeare, Newton, Mozart, Volta, Marx, Pasteur, Marconi, Planck, Einstein, ecc. “Karmelus Emperor United World Pax and Wellness”.

        • The Wall says:

          Carmelo la frase “il fine giustifica i mezzi” non è mai stata pronunciata da nessuno in particolare. E’ un aforisma sintetizzante un pensiero che, se preso con ignoraza fuori dal contesto politico del principato ideale teorizzato da Macchiavelli, sembra crudele. Ma basta leggere il Principe e si rimarrebbe sorpresi di come quella semplice frase cambi completamente aspetto. Ps: In caso ti offendessi per la parte dell'”ignoranza”, non avevo intenzione di dire niente a nessuno. Solo mi dispiace che un genio Italiano come pochi venga conosciuto come un astuto e contorto (mi passi il termine) bastardo.

  14. wow! Ottimo articolo!!!

    Io so la 102esima verità!!!! 😉

    La scoprirai sul mio blog a metà settimana!! Hihihihi

  15. Caroline Pereira says:

    Punto 9. Quando gli altri mi fanno il solletico io proprio non resisto, ma il fatto “ambiguo” è che io riesco a farmi il solletico da sola…è grave??

    Punto 33: io non ho mai guardato molto Winnie The Pooh, ma non ho capito che malattie mentali rappresentano i personaggi..O.o

    Spero mi risponderai.

    Comunque gran bell’articolo, complimenti! Ho condiviso volentieri su FB! 😉

    • Stefano says:

      Grazie Caroline. 🙂

      Punto 9: quella è autosuggestione, può capitare se soffri il solletico veramente tanto. Ma di sicuro non è come se te lo facessero gli altri, giusto?

      Punto 33: Winnie ha l’ADHD e disturbo ossessivo compulsivo, Owl (gufo) narcisismo e difficoltà di lettura (forse anche dislessia), Cristopher (umano) schizofrenia e disordine dell’identità sessuale, Tigger (tigre) ADHD e iperattività, Piglet (maiale) ansia, Rabbit (coniglio) disturbo ossessivo compulsivo e disturbo della personalità narcisistica, Eeyore (mulo) distimia (una forma di depressione). 😉

  16. Ciao Stefano un ottimo lavoro. Voto per i punti 93 e 100. “Il cervello, la macchina complessa che se ben usata semplifca la vita”, credo che si aun buono slogan per pubblicizzarlo, no? Complimenti ancora 🙂

  17. davide says:

    Grazie: molte cose sono interessanti. Anche il punto 96, ma non ho capito cosa c’entra con il cervello…

    • Stefano says:

      Sì ora che ci penso, il collegamento è molto tenue. Si vede che dopo i primi 95 punti ero un po’ stanco. 😛

  18. Veronica says:

    Rientro il quel 12% che sogna in bianco e nero, non ho mai sognato a colori! 😉

  19. lettore says:

    Ciao ,

    Quale e giusto ?

    29. Se il tuo cervello non riceve ossigeno per 8 – 10 secondi, perderai conoscenza. Questo è un meccanismo di difesa contro i picchi di bassa pressione.
    70. Il cervello può resistere al massimo 4 – 6 minuti senza ossigeno, poi i neuroni cominciano a morire. Dopo 6 – 10 minuti, si verificano danni permanenti.
    Grazie

    • Stefano says:

      Entrambe. 🙂 Dopo 8-10 secondi perdi conoscenza, ma il cervello resta intatto e i neuroni sopravvivono. Le cellule celebrali iniziano a morire dopo 5-6 minuti in assenza di ossigeno.

      • CarmeloVecchio says:

        Spiegati meglio: intendi dire 8-10 secondi senza respirare? In tal caso i milioni di nuotatori che ogni giorno nel mondo nuotano sott’acqua, dopo 8-10 secondi svengono e quindi muoiono annegati. Questa è una bufala, anche se la bufala è un animale meraviglioso!

        • Stefano says:

          Smettere di respirare non significa interrompere il flusso di ossigeno nel cervello. L’ossigeno è presente in buona quantità sia nei polmoni che nel sangue, ed è sufficiente per mantenere in vita tutti i tessuti per qualche minuto. Una netta e improvvisa interruzione dell’ossigenazione all’encefalo si ha, ad esempio, in caso di infarto. 😛

          La bufala sarà un animale meraviglioso, ma la sua mozzarella è ancora meglio!

          • CarmeloVecchio says:

            Stefano, perseverare diabolicum est (non ovest). Sei un profano di medicina ed hai copiato alcuni dei 101 punti in modo inesatto. Il punto 29 parla di soli 6-10 secondi per svenire, mentre il punto 70 precisa che il cervello può resistere ben 4-6 minuti senza ossigeno senza subire alcun danno! L’infaro e l’ictus rallentano o bloccano il flusso di ossigeno, ma lo svenimento non avviene immediatamente entro 6-1o secondi: hai giustamente detto che le riserve di ossigeno nei polmoni e nel sangue sono sufficienti per resistere 6-10 minuti, come riescono a resistere i grandi campioni di Apnea! Per me che sono vegetariano, la Bufala e tutti gli altri animali sono i miei migliori fratelli. Tutti quelli che mangiano carne sono dei feroci diabolici cannibali, perche la composizione chimica e fisica degli animali è identica alla nostra. La stragrande maggioranza degli animali è VEGETARIANA, e tra di loro vi sono gli esseri terrestri più possenti: Elefanti, Rinoceronti, Ippopotami, Gorilla, Tori, Bufali, Cavalli, Giraffe, ecc. L’uomo per milioni di anni ha vissuto sugli alberi e mangiava solo frutta, quindi era addirittura VEGANO! Poi scese ed imparò ad essere feroce e cannibale. Da allora non più finito di annientare il suo prossimo e gli animali che sono il meglio del suo prossimo. Ha memorizzato questo orribile comportamento nei suoi due cervelli primitivi: il Rettiliano e il Limbico. Ma noi abbiamo anche un terzo meraviglioso cervello: la Neocorteccia che è la sede del Raziocinio e dell’Intelligenza. Purtroppo però l’usiamo pochissimo. La maggioranza preferisce usare i due più vecchi e primitivi cervelli, e questa è la nostra rovina, perchè il risultato è: guerre, odio, malvagità e cannibalismo!

          • Stefano says:

            Evidentemente non hai capito quello che ho scritto, ma visto il tuo atteggiamento così gentile e simpatico non credo che sprecherò del tempo a rispiegartelo. Senza contare il massimo rispetto che nutri per le abitudini alimentare degli altri. 🙂

  20. CarmeloVecchio says:

    Bravissimo, sei un infallibile premio Nobel. Ovviamente questo è l’ultimo messaggio. Sono 6-10 minuti e non 6-10 secondi! Ovviamente per i sensibilissimi cannibali tutti devono avere il massimo rispetto, lo stesso che si può avere per Annibal Lecter! Eccellentissimi, maestosi, umanissimi mangiatori di cadaveri: andate al macello, e dato che avete un cuore generosissimo guardate intensamente e spietatamente i grandi meravigliosi occhioni del vitellino che sta timidamente attaccato alla sua povera mamma mucca che muggisce disperata perché capisce (si capisce, perché è dotata di sentimenti come noi, anzi migliori di noi perché non fa male a nessuno e ci regala il magnifico insuperabile LATTE) che un orribile mostro li sgozzerà ferocemente entrambi, li squarterà, li mangerà, e ne espellerà i resti nel W.C.
    Addio per sempre grande strepitoso genio carnivoro!

  21. Anonimo says:

    Secondo me non ci sta facendo una bella figura… E non la fa fare nemmeno ai vegetariani!

  22. Davide says:

    Io spezzo una lancia a favore dei vegetariani, pur non facendone parte li rispetto, perchè alcuni gruppi sanguigni traggono vantaggio da una dieta vegetariana. Comunque non tutti i vegetariani sono integralisti e polemici come questo qua. Io difendo Stefano: è evidente che sia stato frainteso.

    • Stefano says:

      Considero il vegetarianismo una scelta di vita personale, e come tale deve essere rispettata. Se uno non vuole mangiare carne sono sinceramente fatti suoi, che diritto io ho di criticare? 🙂

      Quelli che non sopporto sono invece i vegetariani che si credono superiori, illuminati, e dal loro altare si vantano di una loro presunta superiorità sul piano alimentare. Una dieta vegetariana (non vegana) è sana e su questo non si discute, ma non più sana di una dieta onnivora equilibrata. Solo perché rimpinzandosi di salsicce si ha l’inferto assicurato, non significa che la carne fa male. Anche la noce di cocco o le mele in quantità eccessive sono tossiche. Per par condicio però, mi stanno un po’ sulle scatole anche i carnivori che credono che mangiare carne sia l’unico modo per essere sani…

      P.S. La dieta dei gruppi sanguigni, a sentire la scienza, è una bufala: http://www.albanesi.it/Alimentazione/gruppi.htm 😉

    • CarmeloVecchio says:

      Davide chi getta le lance anche se spezzate è un violento: so che la tua è una metafora scherzosa, ma psicologicamente è un sintomo dell’aggressività dei carnivori. Figliolo hai anche tu bisogno di studiare tanto, perché è l’asino che tira il carretto. Veronesi e la modernissima medicina (non quella dei vecchi medici arretrati) hanno ampiamente dimostrato che la carne è uno dei più potenti cancerogeni! Il cadavere infatti è pieno dei veleni e dei residui tossici, che l’animale non ha potuto espellere, proprio perché è stato ucciso! I vegetali elencati nella dieta medica vegetariana, sono alimenti sanissimi e altamente benefici a tutti i gruppi sanguigni. Sono volutamente polemico, perché voi carnivori non accettate queste grandi elementari verità. Siete dei farisei sepolcri imbiancati, perché le negate pur sapendo che sono vere!. Ciò vale anche per quell’ipocrita di ANONIMO, che non ha il coraggio di qualificarsi: a proposito la lingua tedesca è dolce, chiara e melodiosa e ovviamente tu da duro carnivoro non la puoi capire. Le tossine carnivore vi rendono facilmente violenti ed irascibili, mentre io resto impassibile e continuerò a proteggere ed aiutare i miei fratelli animali, anche quelli carnivori, perché loro sono mossi solo dall’istinto, perché la loro neocorteccia è troppo piccola per poter scegliere razionalmente! Nonostante tutto Pax et Bonum, se ne siete capaci. A proposito nessuno di voi ha detto una parola contro la guerra, che è il frutto più malvagio del cervello umano carnivoro! I carnivori hanno necessità assoluta di uccidere uomini e animali, invece i vegetariani no!

  23. Andrea says:

    “qualunque comportamento l’ego manifesti, la forza motivante nascosta è sempre la stessa, è la necessità di mettersi in evidenza, di essere speciale, di avere il controllo, di avere attenzione; e naturalmente, di sentire SEPARAZIONE, che è come dire la necessità di opporsi, di avere nemici.

    Spesso è parte di questo schema l’appiccicare mentalmente etichette negative sugli altri, sia mentre li avete davanti, sia quando parlate di loro, o anche pensando a loro.
    Il risentimento è l’emozione che si accompagna alla lamentela e al giudizio sugli altri, e che da ancora più’ energia all’ego.
    Essere risentiti significa essere amareggiati, indignati, offesi o feriti.

    L’ego ama questo. Invece di essere tolleranti con l’inconsapevolezza degli altri, ne ricavate la loro identità. E chi lo sta facendo?L’inconsapevolezza che è in voi, l’ego.

    Una delle vie più efficaci è proprio non reagire all’ego degli altri.
    Quando siete in uno stato non reattivo vi rendete conto che non vi e’ nulla di personale e allora potete riconoscere un comportamento dell’altro come un moto dell’ego, come un’espressione della disfunzione collettiva.

    Non reagendo all’ego, spesso potrete permettere all’aspetto più’ sano dell’altro di manifestarsi.”

    E.Tolle

    • CarmeloVecchio says:

      Andrea. L’articolo di Tolle è pacato, ma i concetti potevano essere espressi in modo estremamente sintetico: il nostro io si arrocca su molte convinzioni e vuole ad ogni costo che trionfino su chi la pensa diversamente. Tutto quì. La risposta finale però è sbagliata perchè esalta la resa e la fuga. Queste ultime sono giuste solo quando è scientificamente assodato che le tue idee sono sbagliate, e quindi è indispensabile convertirsi alla verità. Ma le idee che sono basate su prove scientifiche ripetute e comprovate tantissime volte, la persona intelligente deve battersi per esse con coraggio e lealtà. Noi apparteniamo senza dubbio alla Natura Animale, ed abbiamo rispetto agli altri Animali un maggior sviluppo della Neocorteccia (il terzo cervello nato per ultimo, sede dell’Intelligenza e del Raziocinio), dovuto alla casualità dell’Evoluzione. Chi nega ciò è fuori dalla Scienza. Quindi la realtà è straordinaria e magnifica: i nostri fratelli animali sono chimicamente e fisicamente uguali a noi: sono assimilabili ai nostri fratellini più piccoli, perché la loro neocorteccia per ora non si è sviluppata più di quella di un bambino di due anni! La conclusione quindi è semplicissima: se uccidiamo gli animali è come se ammazzassimo i nostri bambini di due anni! Il forte che si approfitta della sua forza (delle armi) per annientare i suoi fratellini, è vile, disumano e spregevole. Chi invece adopera tutte le sue forze per amare, proteggere e difendere i nostri deboli (solo perché non sanno adoperare le armi) fratellini Animali, è un magnifico eroe, un meraviglioso e commovente angelo custode della Bellezza della Natura! Voi Carnivori siete la stragrande maggioranza (come quelli che fino a Copernico credevano che la terra fosse piatta), ma come Caino non volete assolutamente applicare il più grande dei principi Morali: “NON UCCIDERE”. Noi Animalisti, Vegetariani e Vegani non ci arrenderemo mai, e lotteremo fino alla fine in difesa, aiuto e protezione dei nostri fratelli Animali. Noi quando guardiamo un animale ci commuoviamo per la sua bellezza e per la sua debolezza, e piangiamo amaramente quando vediamo che li seviziate e li divorate, e la legge non ci permette di fermarvi. Voi siete fermamente tenaci ed orgogliosi della vostra ferocia, e noi non vi capiremo mai!

  24. pancrazio says:

    bello e divertente

    complimenti

    (ora son curioso di vedere il resto del sito)

    ciao

    • Stefano says:

      Grazie Pancrazio, sono felice che ti sia piaciuto l’articolo! E buona lettura degli altri articoli. 🙂 Qui trovi una raccolta dei migliori articoli divisi per categoria:

      1. Crescita personale
      2. Sonno
      3. Studio

      P.S. Tu sei il Pancrazio del forum di Vitasuprema.net? Vedo che partecipi molto attivamente alle conversazioni!

  25. pancrazio says:

    ebbene si

    sono quel famigerato pancrazio, ma vedo che anche tu non te ne stai con le mani in mano.
    Purtroppo questo è un periodo molto intenso per me, e quindi non sono stato molto presente
    e me ne dispiace molto
    Anche perché Anto è molto competente (e quindi ti inviterei a promuovere il suo sito)

    va bene adesso ti saluto (qualche gatta da pelare) ci sentiamo presto

    ciao

    • Stefano says:

      Anto mi piace molto così come il suo sito, e infatti c’è un link per il suo blog nel menù qui a destra. 😉

      Ti capisco, anche per me questo è un periodo senza un attimo di pausa. Il fatto è che le cose peggioreranno! Quindi adesso mi sto concentrando molto sul time management: fare di più in meno tempo. Anzi, quando avrò una soluzione ne farò un articolo. Per il momento, ti consiglio l’articolo sul multitasking. 😉

  26. ciao Stefano,
    A) al punto 9 ti sbagli…prova a metterti un guanto e vedrai…oppure prova a passarti la lingua sul palato
    B) al punto 10 …no 🙂 …. il cervello cresce e si ridimensiona continuamente…se epr crescita intendi di massa cerebellare…allora dipende solo dall’impiego che ne fai, i grandi studiosi hanno sempre variazioni, anche in crescita …ovviamente ci sono limiti ben delimitati dalla grandezza della scatola cranica ma considera che il Liquor cerebrale è notevole e serve appunto per “raffreddare il cervello”…nulla toglie che però diminuisca per far “posto” ad altra materia.
    C) 12..ahah ecco perchè i commerciali sono così ottusi…basta prendersi un aspirina per eliminare l’effetto Jet Lag 😉
    D)21…ed ecco perchè è importantissimo che i bambini al di sotto dei 7 anni giochino moltissimo con i lego…si creano miliardi di tentativi sinaptici ed è dimostrato quanto questo interagisca con “l’intelligenza” in futuro…
    E)31 Neuroni Specchio
    F) 38.. 430 km/h è davvero pochissimo…forse a livello mielinico …ma a livello puramente neuronale almeno 10 volte quella velocità
    G) 39..potrebbero essere decine di cause diverse…dall’ansia ad un rialzo di pressione…
    H) 55..Ansia, ipoventilazione, iperventilazione, mancanza di O2…avvelenamento ca Carbonio….+ altre 1000 cause 😉
    I ) 59.. Le Oobe caro amico avvengono grazie a sogni lucidi, ovvero quando il cervello NON dorme o cmq. non è ancora arrivato alla fase Teta, l’ormone da te menzionato è un ormone stressogeno ed è lo stesso responsabile degli attacchi di panico (DAP) notturna….questo tipo di ormoni sono a base di Cortisolo e si formano direttamente da radicali liberi in circolo ERGO…..voletevi più bene ed adottate un regime di vita più salutare.
    L) 63… Dipende anche dall’Ipotalamo (Regolatore corporeo della temperatura) , i sensori “come li chiami tu” possono anche suggerire la giusta temperatura ma se L’ipotalamo (la centrale elettrica) è sballata tu muori per ipotermia…un’esempio? I grandi bevitori…non sentono il freddo poichè l’alcool inibisce questa ghiandola e muoiono assiderati.
    M) 70…Purtroppo molto meno amico…Per un normalissimo TIA al massimo 2 minuti e i danni sono già permanenti dal momento che vanno in ipossia gli stellati.
    N) 76..la temperatura più alta in assoluto è stata registrata su PAdre Pio con ben 47 °
    O) 84.. In realtà la Blocca finchè non la riattiva…non è come una pompa protonica, il meccanismo è assai più complesso…mettendo da parte l’assuefazione è dimostrabile che se si bevono troppi caffè si dorme per intossicazione quasi immediatamente! Coem la Nicotina! 😉
    P) 86…se fosse solo l’ossitocina a regolare l’amore ci riprodurremmo come i bradipi 😀 , in realtà sono coinvolti molti più meccanismi e NON sempre e solo chimici…il desiderio è alla base di tutto e ti assicuro che la scienza non ha ancora spiegato bene i meccanismi non quantificabili dello spirito 🙂
    ps: Sai perchè alle donne incinta durante un parto gli si tocca il ventre? Semplicemente perchè l’ossitocina gestisce meglio le contrazioni e così viene prodotta in abbondanza…questo per farti capire che occorre “stimolazione” per produrla…ed è un meccanismo solo secondario ad altro..
    Q) 87…Si chiama Somatica o Somatizzazione
    R) 94…Non si sbagliava così tanto 😉
    S) 100 – Grazie al potassio

    Spero di aver dato il mio contributo, non ho letto ciò che scrivono gli altri utenti solo per non esserne influenzato.
    Buona serata

    FONTI: Attendibili 😉

  27. Gabriela says:

    Ciao caro, il tuo articolo è interessante ma io sono zitella e non sopporto gli errori… deprimono gli standard di qualità dei tuoi scritti e non lo meriti perché ti impegni parecchio…
    Permettimi di segnalarti ciò che non va, se vuoi correggi poi cancella il messaggio e in futuro fai attenzione, porcaloca!

    2. non si mette la virgola prima della congiunzione: chili, e
    4. idem: bianca, ed
    7. cosa vuol dire la seconda frase?
    16. virgola: fa, e
    28. corteccia CEREBRALE (da cerebro)
    36. CAPILLARI
    55. per me anche indigestione e agitazione.
    62. corteccia CEREBRALE
    89. emisferi CEREBRALI

    Un abrazo.
    G.

    • Zitella e con moooolto tempo libero 😉

      Abrazo

    • Stefano says:

      Ok per il cerebrale che mi è scappato più volte, quello colpa mia. Ma ormai le regole grammaticali classiche sono morte, mettere una congiunzione dopo la virgola è cosa normale. L’importante è che il testo sia leggibile, non grammaticalmente impeccabile. Scrivo per gli utenti, non per l’accademia della crusca. 😛

      • KARL STAUFEN says:

        Stefano hai ragione. La vecchietta zitellina è rimasta ferma alla preistoria. Le regole della scrittura sono aggiornate continuamente! La sciocca non sa che l’Accademia della Crusca ha cambiato, da oltre 50 anni, la regola che vietava la virgola pima della e. Tale regola è rimasta solo per il caso in cui dopo la e seguono poche parole (max 4-5), La virgola è invece diventata obbligatoria se dopo la e le parole sono tante (oltre 5). Ciò per spezzare quelle frasi lunghe che impediscono di respirare. La virgola ha questo grande scopo: prendere brevi pause per consentirci di non morire asfissiati! Tanti saluti alla Streghina cattivella, e spero tanto che i solerti devotissimi medievalisti non la brucino al rogo, e il S.S. (non fraintendete) Pater non decida di scomunicarla! Amen!

  28. “l’udito perfetto” di Jarrett si chiama “orecchio assoluto”; e non scriverlo così, come se fosse l’unico figo, perché molte persone hanno quel dono.

  29. punto 46: il cervello purtroppo non puo’ produrre nuovi neuroni. Puo’ invece produrre (e produce) nuove connessioni sinaptiche tra neuroni in risposta a nuovi stimoli ed esperienze.

  30. Ciao, Stefano.
    Sono capitata qui per caso
    E’ molto divertente il tuo articolo
    e non dispiacerti se ci sono
    gli smontatori di professione 😉 ognuno
    esercita il cervello come sente di potere
    in quel momento.. Siamo “umani”.. 😀

    • Grazie Gynta. A me piace ricevere queste curiosità in “pillole”, vedo che è lo stesso per te! Spero che questo articolo ti abbia incuriosito a scoprire altro. 🙂

  31. Mio nonno è stato un grande maestro di musica non vedente. Confermo ch quello che tu chiami “udito perfetto” è invece ORECCHIO ASSOLUTO. Non è una dote così tanto rara, anzi….oserei dire la più comune per chi come lui non possiede (o possedeva) il senso della vista, ma un grande amore per la musica.

  32. Dionigi says:

    Ciao volevo dirti per la sessantatreesima verità… che raramente per quel motivo le persone sono più freddolose…devi sapere che la tiroide produce la tiroxina, che mantiene costante la temperatura del nostro corpo…. c’è chi nè produce di più e chi di meno… un’ altra domanda, ma è vero che il nostro cervello ci fa vedere più belli, è un argomento che sta suscitando molto scalpore in questi tempi XD Grazie.

  33. buona sera vorrei sapere si come mio figlio disegnia emangia con la mano sinistra la destra non lo adopera mai ci provo ma lui cambia subito comviene coregerllo o lasciarlo libero boh mio marito dice che le pers sinistre sono piu inteligente di non coregere lol scz se o fatto errori di ortografia non sono italiana grazie spero di avere una tuoa risposta

    • Jonathan says:

      Buona sera Mirela,
      prima di tutto e sopratutto per tuo figlio spero tu possa imparare bene l’Italiano così da poterglielo insegnare per bene.
      In seconda analisi le persone sinistrorse non so più intelligenti, semplicemente utilizzano parti cerebrali diverse.
      Non correggerlo, non servirebbe….verrà su e crescerà benissimo e intelligentissimo e anche con un ottimo Italiano…si spera.

    • La differenza fra destri e mancini è genetica e non ha nessuna conseguenza, forzare un bambino a diventare destro per forza va secondo me dall’inutile al dannoso.

  34. MattiadaPalermo says:

    Una piccola domanda sul punto 101: io nello scrivere sono destrosso (anche se mi dicono che tengo la matita/penna in maniera strana), mentre quando uso le posate divento magicamente ambidestro, ma solo con la forchetta e il coltello, il cucchiaio lo riesco ad usare solo con la destra. Mi potresti aiutare a “risolvere” questa mia particolarità ^^? Se di particolarità si tratta, magari la possiede la metà della popolazione mondiale e io non lo sapevo, ehehehehe…
    Complimenti per tutto il blog comunque!!

    • Ti capisco, io sono mezzo destro e mezzo mancino. 😀

      Da quanto ho capito viene dal fatto che le informazioni rimbalzano da una parte all’altra del cervello, il che a volte può provocare balbuzie.

      • MattiadaPalermo says:

        Scusami ma non ho capito bene ^^… In che senso “e informazioni rimbalzano da una parte all’altra del cervello”? In quanto alla balbuzia posso (tristemente) confermare ._. ….

        • Nel senso che c’è uno scambio di informazioni fra i due emisferi prima che venga dato il comando al resto del corpo. Non ne sono sicuro, prendi l’informazione con le pinze.

  35. Ciao, ultimamente ho fatto un test, per misurare il mio QI… Dal test mi è uscito come risultato 238 QI, ho fatto delle ricerche e ho trovato che la media delle persone “normali” si aggira da 200 a 220… Questo vuol dire che sono largamente sopra la media… A questo punto mi sorge un dubbio spontaneo… perchè a scuola vado non il massimo a parte la: chimica, la fisica e la matematica? Sono uno studente del liceo classico, è pure sforzandomi al massimo faccio notevoli errori anche negli scritti di greco e latino… in poche parole il mio cervello non ne vuole sapere di imparare queste lingue, nonostante stranamente io mi ricordi alla perfezione ogni singola pagina del libro!!! Mi ricordo esattamente cosa c’era scritto e riesco a ricreare nella mia mente una sorta di libro virtuale non perfetto, perchè ricordo solo le parti scritte in italiano e non ad esempio le frasi latine… Bella guida la tua comunque… Ti volevo porre un altra domanda… ma per caso è vero che ad esempio io ho l’afflusso di sangue alle mani e ai piedi ridotto ( e di conseguenza le mani e i piedi più freddi) perchè aumento l’afflusso di sangue nel cervello?

    • Ciao Mirko, se il tuo QI fosse di 238 saresti di gran lunga l’uomo più intelligente della storia del genere umano. Ma anche con un “misero” 200 saresti fra le menti più geniali di sempre.

      Il QI è un indice normalizzato in scala logaritmica, significa che 100 è la media di tutti i QI del mondo per la stessa fascia d’età. QI del 110 significa che sei più intelligente del 90% della popolazione, QI del 120 più intelligente del 99% e così via. I test online non sono affidabili e danno un risultato molto superiore rispetto a quello che dovrebbe essere, l’unico test affidabile è quello ufficiale del MENSA.

      No, l’afflusso di sangue al cervello è lo stesso sia per Einstein che per Totti.

      • Una piccola precisazione, Stefano. Il QI di 100 punti non si riferisce alla media dei QI mondiali (ben più bassa; dovremmo essere poco sotto i 90 punti) ma a quello britannico, preso come meridiano Greenwich dallo psicologo R.Lynn.

        Concordo sulla tua raccomandazione: se volete sottoporvi a un test del Qi, è consigliabile il test Mensa.

        Mirko, il mio QI è poco sopra i 150 punti e, nemmeno io, eccellevo nelle materie letterarie. Anzi, ho fatto molta fatica in suddette materie.
        Avere un alto QI, non è sinonimo di successo scolastico. Inoltre, ci sono diversi tipi di intelligenza; magari la tua intelligenza è più logico-matematica che non verbale, ecco perché rendi di più nelle materie scientifiche.

  36. Francesca says:

    41- se non sognano immagini quelli ciechi dalla nascita,cosa sognano?

  37. Fingolfin says:

    Mi sembra un pò riduttivo ritenere che tutta l’attività mentale e cognitiva sia situata o dipenda dal cervello: il sistema nervoso è dappertutto, in tutto il corpo

  38. Antonella says:

    Molto interessante questo articolo !
    Mi sto appassionando sempre di più al tuo blog! Complimenti 😀

  39. Antonio says:

    74. Vuol dire che ascoltando musica mentre si studia stimola il cervello a memorizzare meglio? Io ci ho provato qualche volta ma mi distoglie dalla concentrazione molto facilmente (non che io sia un campione di concentrazione) 😛

    • Stefano says:

      Dipende dall’ambiente, dalla tua predisposizione e abitudine. Le normali canzoni distraggono, perché il cervello automaticamente si concentra sulle parole.

      • 74. Io l’ho sempre fatto, studiavo con la musica, naturalmente non sparata a mille, ma in sottofondo sempre. (certo nel mio repertorio non c’è, e non ci sarà mai Vasco :D!)
        e per fortuna continuo a farlo anche a lavoro (lavorando al pc).
        a volte riesco anche a scrivere mentre canto qualcosa in lingua!

        bellissimo articolo comunque!
        letto tutto d’un fiato, divertentissimo!

        • Stefano says:

          Grazie Sivvia, che musica ascolti in sottofondo? La musica classica a volte aumenta la concentrazione (effetto Mozart) anche se non è un effetto scientificamente dimostrato, quella con le parole no.

  40. Correggi celebrale / celebrali che fanno venire la pelle d’oca 🙂 si dice ceRebrale / ceRebrali

  41. Nordlys says:

    101 – 0,34%.

  42. Anonimo says:

    Mi spieghi il punto 65?
    Perchè il russare esclude il sognare?

    • Stefano says:

      Perché russare significa che le tue vie aeree sono ostruite, che per il corpo è un segnale di pericolo. La risposta automatica è passare da una fase di sonno profondo e REM a una di sonno leggero, che non ha sogni. Per questo se russi fai fatica a dormire bene. 🙂

  43. Simone says:

    Bellissimo articolo!
    Lo sbadiglio però avviene anche quando hai bisogno di respirare! Per esempio mentre si gioca a pallone e si ha il fiatone, si può sbadigliare per recuperare fiato più velocemente!

  44. Romina says:

    a me viene da sbadigliare anche quando sento molto freddo XD

    • Stefano says:

      In teoria non dovrebbe succedere, perché sbadigliare abbassa ancora di più la temperatura corporea. Dall’altra, è vero che il freddo causa sonnolenza (che causa lo sbadiglio). Su internet non ho trovato informazioni precise, sarà perché la scienza ancora non sa bene le ragioni evolutive dello sbadiglio.

  45. My brother suggested I might like this web site. He was entirely right.
    This post actually made my day. You can not imagine just how much time I
    had spent for this info! Thanks!

  46. Hey, bellissimo articolo, solo una precisazione:
    Di recente hanno scoperto che lo sbadiglio serve anche a comunicare la disponiblità sessuale 😉

  47. Ecco spiegato il punto 82.

  48. 71. ….Ehm… Donne… Non riflettete troppo su questo punto…. Potreste arrivare a conclusioni un Po’ ttristi! Hahahaha

  49. Esse.K says:

    Ho un dubbio: cos’è l’intelligenza di per sé?
    Ok, la definizione la si cerca ( e trova ) facilmente.
    Ma cosa la definisce in età adulta? Cosa rende una persona ” più intelligente ” di un’altra?
    Sarà che più che al QI, io ho sempre pensato alle persone felici, quelle sì, che sono persone intelligenti.

    ( la domanda resta valida )
    Saluti.

    • Stefano says:

      Uddio, bella domanda. L’intelligenza può avere molte definizioni a seconda di quello che stai cercando, non ne esiste solo una. Ad esempio c’è l’intelligenza artistica. Ma ne esiste solo una che può essere misurata in modo scientifico: è il QI.

      • Purtroppo, pero’, il QI non va d’accordo con la teoria dell’intelligenza multipla, secondo la quale ognuno di noi ha un diverso livello di intelligenza per ognuno dei sette seguenti ambiti: linguistica, logica, artistica, musicale, corporea o cinestetica, interpersonale e introspettiva.

        • Stefano says:

          Appunto, è quello che ho detto. 😉 Ma il QI è l’unico sistema misurabile scientificamente, ed è quindi l’unico in grado di definire l’intelligenza. Non è il sistema perfetto, ma è l’unico che abbiamo.

  50. Anonimo says:

    Perché non pubblica un articolo sul perfezionismo?

  51. daniela zanelli says:

    Mi dici cosa c’è di non cosciuto? Tutto è risaputo, basta informarsi.
    Mi dici qualcosa di veramente inedito?!?!

  52. mariopiz says:

    Non vedo l’ora che esamino il cervello di B. Chissà che sorprese… 🙂

    • Stefano says:

      A me interesserebbe di più Kim Ung Yong: a 2 anni parlava 4 lingue, a 4 anni studiava corsi universitari e a 8 anni è stato invitato dalla NASA a studiare negli Stati Uniti. Il suo QI secondo il guinness world record: 210.

  53. non è vero che i ciechi non sognano immagini. e molti altri punti non sono del tutto veri.

  54. Anonimo says:

    bell’articolo stefano !!! molto interessante… 🙂

  55. Buongiorno,

    Volevo farle i complimenti per il suo blog. Tratta tematiche davvero molto interessanti. Continui cosi.

  56. Molto spesso mi stupisce cosa sia in grado di fare il Cervello Umano e quanto sia complesso, questo tuo articolo conferma ancora di pià questa mia convinzione….

    Seguo da un po il tuo Sito e lo trovo davvero molto interessante, ben fatto e ricco di spunti, complimenti davvero !

  57. Complimenti per l’accuratezza dell’articolo ed inoltre,per la diplomaticità con la quale rispondi ad alcuni commenti…curiosi diciamo,và…Grazie per i molteplici consigli nei vari report,utilissimi 😉

  58. Albulus says:

    Ciao Stefano complimenti per l’articolo, ma mi chiedevo: il cervello ha bisogno d’amore per funzionare? Inteso come tutto ciò che concerne questa dimensione, dalla socialità con le altre persone, al senso di appartenzenza, al dare amore al prossimo, ecc. Tu che ne pensi? Cosa dicono le ricerche di neuoscienziati?

    • Stefano says:

      L’amore è una reazione chimica del cervello, strettamente parlando non è indispensabile per la sopravvivenza.

  59. Anonimo says:

    Volevo precisare che il punto 69 si può racchiudere in una parola,propriocezione

  60. Non so proprio cosa dirti….il tuo articolo è davvero molto interessante.
    Ho scoperto che faccio parte del 10,6%della popolazione mondiale perché sono mancina :-):-)!!!!!!!!!!!
    Grazie grazie e ancora grazie per il tuo fantastico articolo

  61. Grazie per l’articolo , Stefano, ma affermare che sono verita’ che nessuno conosce!
    Non ti sembra un po’ presuntuoso?
    Tra l’altro alcune, come da alcune osservazioni che sono state fatte, non sono nemmeno verita’!
    Andiamoci piano con queste “edizioni straordinarie”.
    Grazie

  62. Alessandro says:

    sono parte del 0,43% che bello

  63. Ciao Stefano,

    Complimenti per il sito è l’articolo.

    Hai visto i risultati di questa ricerca del PLOS.. http://www.plosone.org/article/info:doi/10.1371/journal.pone.0045301?imageURI=info:doi/10.1371/journal.pone.0045301.g001

    Secondo te è possibile che la distanza da una persona possa influire così tanto sul cervello e le nostre percezioni o almeno in un modo misurabile così scientificamente…

  64. Merita davvero, ho condiviso su fb. Complimenti

  65. Alcuni dei bambini che hanno amici immaginari.. in realtà hanno veramente quegli amici.. perchè non sono immaginari come si crede e la solitidine non c’entra proprio niente e nemmeno il fatto di essere primogeniti, ad eccezione di alcuni casi ovviamente. Putroppo molti scienziati fanno parecchi buchi nell’acqua spacciando per vero informazioni che sono solo supposizioni personali e che in realtà di scientifico hanno ben poco. Non a caso per ogni affermazione o scoperta scientifica fatta da un qualche scienziato, subito dopo ne vengono fuori altre 10 che smentiscono subito quello che si è detto prima! La scienza non è cosi’ affidabile e veritiera come si pensa!!

  66. ciao, trovo molto interessante il tuo sito…anke se hai commesso qualke sbaglio) nn ho letto i commenti lasciati, x cui nn so se te l’hanno già scritto…cmq dall’ultima ricerka scientifica condotta a lisbona è stato dimostrato ke anke i ciechi dalla nascita sognano le immagini, proprio km le persone vedenti…sembra straordianario, ma d’altronde il nostro cervello è così;)

  67. 80 : ma i danni seli becca il minore o l’altro???

  68. Chiara2586 says:

    Sono ambidestra dalla nascita, alcune maestre credevano avessi un problema di personalità perchè ogni tanto cambiavo mano per scrivere o disegnare, bell’articolo, molto interessante.
    Forse i mancini aumentano anche perchè c’è un utilizzo del computer e della tecnologia che aiuta al movimento di tutt’ e due le mani per una questione pratica, credo che nessuno digiti con una mano sola, non è come la scrittura tradizionale ovvio, però secondo me un nesso c’è, la dattilografia non è come la sola scrittura imparata a scuola dove si predilige una mano sola. E chi è più abile nello scrivere e digitare con entrambe le mani (e tutte e cinque le dita) al computer è probabile abbia più facilità anche ad imparare ad esempio a scrivere con la mano sinistra. Poi non so, è una mia teoria. 🙂

  69. anonimo says:

    Io in realtà sono una bambina e dai commenti non ho capito moltissimo però so che qui non c’è l’articolo che cercavo:io non so il perché questa notte ho sognato che un mio amico era in un parcheggio e stava per partire per andare da qualche parte.
    Proprio questa mattina su un gruppo della classe, “lui” ha scritto ciaoooooo . E io ho risposto ciao però poi gli ho chiesto che stava facendo e lui mi ha risposto che era in auto da tre ore perché stava andando in Calabria e a quel punto io mi sono sconvolta e gli ho raccontato del mio sogno allora sono andata su Google e ho cercato un po di cose ma non ho trovato nulla.
    io mi chiedo come mai ho sognato il futuro di un’altra persona?
    A questo punto posso solo sperare che qualcuno mi risponda al più presto.

  70. millila says:

    che il cognome roshach sia impronunciabile sarà forse dato dal fatto che in realtà e RORSCHACH? Sul resto….altrettante imprecisioni.
    Forse documentarsi di più e meglio? Cosa ne pensi? Il tuo cervello ne sarebbe contento e il nostro pure.

  71. tommaso says:

    Ciao Stefano non se posso fare a te, questa domanda. Premetto, Ho 54 anni e nel 2013,sono colpito da una trombosi celebrale venosa,(PARTE COLPITA,LATO SINISTRO) che in 3 mesi (grazie ad una fisioterapista)torna tutto a posto, con dei farmaci che devo prendere a vita. Come saprai rimane una cicatrice a vita e non mi e stato detto, che il mio stato emozionale doveva cambiare per via della cicatrice.IL 2 agosto sempre del 2013 vengo colpito da: STATO DI GRANDE MALE ELITTICO. (sempre con stesso fisioterapista privato riesco a lavorarci, discretamente la mano ma tutto l’arto destro inferiore, rimane colpito fino adesso in modo molto duro(riesco a camminare male e a stento)non sto qui a raccontarti tutto quello che ho fatto e vado alla domanda. a l’inizio di questo anno faccio dietro richiesta dell’ematologo(prendo il coumadin) 2 risonanze magnetiche, arteriosa e venosa. Li vede anche il neurologo che mi ha seguito dall’inizio, dicendomi, che nella parte destra ha neuroni morti,e per questo ho queste deficenze dell’arto sinistro, e che non si puo fare niente. Ti chiedo e possibile??, se si puo fare qualcosa, scusami per questo lungo racconto..Ciao

    • Tommaso, dalla tua situazione clinica, e non essendo io un medico, ti consiglio di rivolgerti a uno specialista per queste faccende, purtroppo non posso risponderti in maniera efficace.

  72. Nordlys says:

    “L’odore è il ricordo che si fissa meglio nel cervello”
    Non per tutti.A me gli odori non dicono nulla. Sono i colori e le immagini le cose che mi aiutano a ricordare meglio.

  73. mi spiego meglio, il mio anticonformismo fa sì che io prenda le distanze dalla repubblica delle banane, proponendo per lanciarlo e perchè no, per fare sì che vada di moda il “CETRIOLONE PADANO”.

  74. La teoria del 10% è giusta,anche perchè si riferisce alla parte volontaria del cervello quindi DEL 90% INVOLONTARIO COSA NE FACCIAMO? il midollo spinale regola le funzioni degli organi il resto va all’involontario se usassimo il 100% volontario e involontario sarebbero fusi =vita+difficile+poteri-MAX CONTROLLO CORPOREO+PROBABILI POTERI CELEBRALI ++STANCHEZZA VOLONTARIA E MAGGIORE COMPLICATEZZA DELLA VITA.

  75. Just desire to say your article is as surprising.
    The clearness in your post is just excellent and
    i can assume you are an expert on this subject. Well with your permission allow me to grab your feed to
    keep up to date with forthcoming post. Thanks a million and please
    continue the enjoyable work.

  76. Si chiama “orecchio assoluto” e non ce l’ha solo Keith Jarrett, moltissime persone sono in grado di riconoscere le diverse note.

  77. stefano says:

    4 settimane fa sono stato malissimo dolore forte e acuto al cervello il mio cervello voleva fermarsi e me lo diceva bastava solo che stavo fermo ero dalla mia dottoressa e glielo dicevo “Dottoressa devo alzarmi sento il mio cervello che si sta fermando dolore mai sentito in vita mia….bastava solo che stessi fermo ma io mi alzavo perchè il dolore era troppo forte…dopo un evento di psicosi mi hanno dimesso…ora il mio cervello è impazzito ho perso la memoria e ogni volta che vado in un luogo il mio cervello prende possesso del cervello degli altri ma non solo io odio gli autoscatti o quando prendo il cellulare senza che io faccia nulla il mio cervello comanda il mio cellulare e lo fa andare sugli autoscatti perchè sa che li odio….le altre persone mi evitano non posso parlare con nessuno e se mi avvicino a qualcuno il mio cervello che voleva morire comanda il cervello dell’altra persona se ci sono 2 persone e io sto zitto il mio cervello gli fa dire cose insensate…le persone che stanno vicino a me si dimenticano le cose stanno male ed è il mio cervello a farglielo fare xchè non l’ho lasciato morire e ora mi sta punendo…non ci sono cure farmaci l’unica cosa che potrebbe salvarmi è la TEC se avessi il coraggio mi butterei sotto un treno ….ho 35 anni. funabashi606@gmail.com

  78. mmm, credo si possa definire l’esatto contrario della musica classica! Power to rock! 😀
    Magari se devo smanettare con un pò di codice e ho bisogno di più concentrazione, allora mi metto qualcosa di più melodico e soft. In sostanza ascolto quasi sempre musica straniera.

    Quello che mi piace, è che ho la sensazione che mi dia la carica quando lavoro. Mentre quando studio credo mi serva più per non stare nel silenzio assoluto, in cui se una formica fa un rumore mi distrae.

    Ma forse dipende solo dal rapporto che uno ha con la musica, il mio è di profondo amore.

    sivvia

  79. Stefano says:

    A me la musica potente (power metal o dubstep) piace quando devo svolgere compiti ripetitivi che non richiedono concentrazione, mi aiutano a tenermi sveglio. Ma se devo studiare, preferisco il silenzio.

  80. 101: Mancino e ne vado fiero =D

  81. giovanni says:

    beato te che ai avuto la fortuna di dover studiare e crescere normalmente ,scusami se mi permetto ma e un complimento senza rancore non mi conosci ma a me e piaciuto il tuo scritto e tutto l insieme che ho letto di te forse un giorno avro il piacere di conoscerti e stringere la mano alla persona che ritengo simpatica x la vita che ai fatto viaggiando penso che in fondo noi due abbiamo qualcosa in comune io ho viaggiato molto non x studio purtroppo ma x lavoro penso di aver girato il mondo un paio di volte comunque che dire un salutone da un simpatico giovanni arrivederci sperando ,,,

  82. Bravo collega!

Trackbacks

  1. […] il nostro cervello è stato influenzato da stimoli esterni. Diverse ricerche hanno dimostrato che il cervello può essere plasmato a seconda delle esigenze e risponde in maniera certa agli stimoli che gli vengono dati. Analizzando […]

  2. […] P.S.: Vuoi conoscere altre interessanti verità (ben 101!) sul cervello? Allora leggi questo articolo del mio amico Stefano Mini! […]

  3. […] Ti è piaciuto questo articolo? Allora vorrai scoprire le 101 verità sul cervello che nessuno conosce: clicca qui. […]

  4. […] in rete ho trovato un post divertente e in italiano che elenca 101 curiosità sul cervello. “Divertente, in italiano, cervello” mi sembrano tre buoni motivi per riproporvelo. Sono più […]

Speak Your Mind

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.