Sonno polifasico: il metodo Dymaxion

Grazie a Mindcheats sai che puoi dormire 2 ore al giorno grazie al metodo Uberman, e sai anche che questo ha un caro prezzo da pagare: andare a dormire ogni 4 ore.

Vuoi andare a prendere pizza e cinema con gli amici? Farai fatica a non addormentarti durante il film. Stai facendo il cenone di natale con tutte quelle zie che vedi una volta l’anno? Dovrai assentarti per dormire proprio quando il cotechino è uscito dalla cucina (e sai che quando tornerai sarà già finito).

Ma dormi 2 ore al giorno. Cavolo, significa avere 6 ore in più rispetto a una persona normale. Sono 42 ore a settimana. L’equivalente di un lavoro a tempo pieno e 2 ore di straordinari.

E considera che ho calcolato 8 ore di sonno al giorno. A parte alcune persone che hanno imparato a dormire efficacemente, molta gente si fa più di 8 ore nei giorni feriali e 10 e passa nel week-end.

Secondo me dormire troppo è uno spreco di tempo. Non mi piace, è da anni che studio le tecniche per dormire meglio e di meno. Perché non conta quanto dormi: la qualità è più importante della quantità.

E il sonno polifasico lo dimostra: massima qualità, e con 2 ore al giorno sei fresco e riposato.

Dymaxion

Il sonno polifasico

Se mi segui da un po’, probabilmente hai già letto i miei articoli sul sonno polifasico:

Sono i due metodi più utilizzati storicamente: Uberman è stato sfruttato da grandi geni del passato come Napoleone, mentre Everyman è il metodo di nuova concezione che unisce i vantaggi del sonno polifasico ad una maggiore flessibilità. Se hai degli impegni fissi durante la giornata, Everyman farà al caso tuo.

Ma se vuoi andare oltre, se vuoi scoprire fino a che punto puoi spingere il tuo corpo, dovrai provare Uberman o Dymaxion.

Al contrario di Everyman, questi due sistemi sono detti sincroni: dormi a intervalli regolari sempre per lo stesso tempo. In questo caso, 30 minuti ogni 6 ore.

Giorno e notte non esisteranno più.

Sei abituato a dividere le giornate fra il dì, quando c’è il sole e svolgi tutte le tue attività, e la notte, quando dormi. Ti svegli, ed è un nuovo giorno.

Per te è naturale contare il tempo con questo sistema, ma con il sonno polifasico sincrono cambierai prospettiva. Giorno e notte saranno la stessa cosa.

Le giornate non finiranno mai, perché non ci sarà quel blocco di 8 ore durante il quale non ti accorgi del tempo che passa. Il tempo si dilaterà, la chiara distinzione fra le giornate che hai avuto finora cesserà di esistere.

Avrai la sensazione di essere un super uomo, da qui il termine Uberman per descrivere il primo sonno polifasico esistito.

Sentrai che il mondo va a rilento, che gli altri stanno sprecando le loro nottate nel letto, che puoi fare quello che vuoi. Avrai tempo per fare tutto quello che hai sempre desiderato fare, e ti avanzerà ancora qualcosa per divertirti. E per annoiarti, se non stai attento.

Un grande difetto del sonno polifasico è la noia. Non ti rendi conto di cosa significa avere 6 ore in più al giorno, finché non lo sperimenti sulla tua pelle.

Non sai cosa significa essere sempre sveglio, giorno e notte, finché non lo provi direttamente.

Il metodo Dymaxion

Con il metodo Dymaxion puoi fare proprio questo. Puoi dormire 2 ore al giorno.

La teoria del metodo sta nel fatto che, dormendo più volte per meno tempo, il cervello ottimizzerà automaticamente ogni minuto.

Se la tua mente sa che potrà dormire per poco tempo, entrerà subito in fase REM. È per questo che quando ti appisoli sul bus per andare a scuola ti metti a sognare.

Se dormi normalmente, la prima fase di sonno REM inizierà dopo più di un’ora da quando ti sei addormentato.

E questo è uno spreco di tempo, perché la fase REM è l’unica che ti serve per sopravvivere. Anche le altre fasi hanno una loro funzione (ti spiegherò bene nel capitolo sulle controindicazioni), ma non sono indispensabili.

Puoi andare avanti con la sola fase REM per tutta la vita.

E la minima quantità di sonno REM è 2 ore al giorno, proprio la durata di Dymaxion:

  • Se dormi 8 ore a notte, passerai 2 ore in fase REM;
  • Se dormi 6 ore a notte con i consigli del manuale del riposo perfetto, passerai 2 ore in fase REM;
  • Se dormi 2 ore al giorno con Dymaxion, passerai 2 ore in fase REM.

Capisci ora come puoi dormire così poco senza stramazzare al suolo dopo i primi due giorni?

Devi solo ricordarti di andare a dormire ogni 6 ore, per 30 minuti alla volta. Non c’è altro, Il tuo corpo si adatterà al nuovo ritmo dopo 2-3 settimane.

Per questo periodo iniziale ti sentirai stanco, molto stanco. Sarà difficile resistere alla tentazione di mandare tutto al diavolo e buttarti sul letto.

Ti senti pronto alla sfida? Ti senti pronto a provare una delle esperienze più straordinarie della tua vita?

Le controindicazioni

Dei vantaggi così grandi vengono con delle grandi controindicazioni.

Te lo dico subito: secondo me Dymaxion non è un sistema che puoi applicare tutta la vita. Non perché il tuo corpo non ce la fa, ma perché le limitazioni sono troppo grandi:

  • Devi dormire ogni 6 ore sempre, non puoi permetterti un giorno di pausa;
  • Il mondo funziona secondo un ritmo monofasico (8 ore a notte), non polifasico;
  • Qualsiasi imprevisto viene severamente punito.

Il cervello non gradisce il sonno polifasico, è troppo pigro per sopportarlo, e tenderà naturalmente al bifasico (il sonno monofasico è una forzatura della società). Per fortuna la mente sa adattarsi alle condizioni ambientali mutevoli, e reagirà al tuo nuovo orario aumentando l’efficienza del sonno.

Ma se cominci a dormire monofasico durante i fine settimana, non abituerai mai il cervello al vero Dymaxion. Il risultato è che ti sentirai stanco di notte, e sprecherai tutto il tempo bonus a cercare di rimanre sveglio.

Io ho passato interi esami universitari studiando dalle 4 alle 7 di notte (anche grazie a qualche tecnica di studio), perché avevo addestrato il mio corpo a non essere mai stanco.

Se capita un imprevisto, sarai nei guai: devi dormire ogni 6 ore, nessuna eccezione. Puoi ritardare una fase di sonno di un’ora al massimo, non di più. Altrimenti l’efficienza comincerà a calare, e farai poi fatica a recuperare.

Se proprio devi saltare una fase, puoi recuperare solo con un riposo da 90 minuti per ogni fase da 30 minuti saltata.

Per questo, se hai una vita sociale, ti sarà molto difficile applicare Dymaxion. Io ho abbandonato il sonno polifasico Everyman per questo.

C’è anche un altra controindicazione: con Dymaxion salti altre due fasi di sonno.

  • Il sonno leggero;
  • Il sonno pesante.

Il sonno leggero è inutile, una semplice transizione dalla veglia al sonno pesante.

Il pesante invece ha la funzione di rigenerare i tessuti muscolari lacerati. Se sei una persona sedentaria, o fai sport a livello amatoriale di tanto in tanto, non c’è problema. Il corpo avrà tutto il tempo di rigenerarsi dallo sforzo durante il giorno.

Ma se sei un agonista alla ricerca della massima prestazione, questo non succederà. Non dico che starai male, ma la tua prestazione nello sport calerà. In questo caso il sonno è il tuo migliore amico, perché più dormi e più sarai in grado di sopportare gli sforzi fisici.

Se il tuo stipendio è legato ad una attività sportiva, mi dispiace ma non ti consiglio di sperimentare il sonno polifasico.

L’altra categoria di persone che non dovrebbe pensare a questo metodo sono i bambini e gli adolescienti fino ai 17 anni. Fino a quell’età il cervello si sta sviluppando, e ha bisogno di una fase REM molto più lunga per crescere adeguatamente.

Anche qui non ci sono pericoli a lungo termine: non starai male né avrai uno sviluppo incompleto della mente. Semplicemente crollerai dal sonno. Nulla ti vieta di provare, ma non dire che non ti avevo avvisato! 🙂

E a livello medico? Non esistono prove della dannosità del sonno polifasico Dymaxion. Gli studi effettuati dal dottor Piotr Wozniak hanno evidenziato:

  • Riduzione della creatività;
  • Lieve calo dell’attenzione agli stimoli esterni nel pomeriggio.

Personalmente sì, ho sperimentato entrambi gli effetti collaterali. Ma non sono così gravi come potresti pensare, e come ti ho detto ho passato esami interi studiando di notte con il sonno polifasico. Quindi così male non è! 😉

Ma anche gli studi di Wozniak, un grande detrattore del sonno polifasico, hanno dimostrato che non esistono conseguenze a lungo termine: ricomincia a dormire 8 ore a notte, e qualsiasi effetto negativo sparirà dopo una dormita.

Dopotutto nemmeno Peter Tripp, che è stato sveglio 201 ore di fila, ha riportato danni permanenti. E anche l’uomo che non dorme da 38 anni è in buona salute.

C’è da dire però, che potresti sperimentare anche un effetto collaterale interessante

Conclusione

Il sonno polifasico è perfetto per un’avventura alla scoperta del proprio corpo e della propria mente, e lo consiglio a chiunque vuole fare un’esperienza estrema per un po’ di tempo. Anche se hai bisogno di tanto tempo il sonno polifasico fa al caso tuo, ma ricorda che il corpo ci metterà qualche settimana ad abituarsi.

Non ti consiglio questo metodo se vuoi applicarlo per tutta la vita. Potresti farlo, ma le limitazioni alla tua vita sociale sono troppo grandi. Non quanto il metodo Uberman, nel quale dormi 20 minuti ogni 4 ore, ma comunque enormi.

Se però sei ancora convinto a voler provare questa affascinante avventura, allora ho una sorprese per te. Qualcosa che ho creato apposta per te, che vuoi rendere il riposo il più efficace possibile. È un aiuto indispensabile se vuoi dormire bene: la musica.

Non musica normale, dei suoni ottimizzati per rilassarti, abbassare il ritmo cardiaco, stimolare il sonno e bloccare i rumori esterni che possono impedirti di dormire. Per sapere di più su questi suoni, fai click qui.

P.S. Ho anche creato tre file specifici per il sonno polifasico Dymaxion, potrebbero interessarti! 😉

Comments

  1. incredibile, proprio ieri volevo chiederti di fare un articolo sul dymaxion che ritenevo più adattabile ai ritmi quotidiani rispetto all’uberman.
    Io il dymaxion l’ho provato per 6 giorni poi ho smesso per incompatibilità con gli orari…d’estate esco e vivo con orari piuttosto variabili e questo mi costringeva a cambiare continuamente gli orari dei riposini.
    Ho comunque deciso che quest’inverno riproverò… non ora perchè temo che iniziare un sonno polifasico nelle sessione autunnale sia da suicidio.
    p.s. complimenti per tutto 😉

    • Dipende, Giacomo. Se durante la sessione studi solo e non hai lezioni (né esci molto) può essere una soluzione valida per avere più tempo per studiare e avere anche qualche hobby nel frattempo. Se invece devi seguire l’università, dovrai rimandare il sonno polifasico o adottare un sistema più permissivo come Everyman.

      • Gentilissimo Stefano
        mi chiamo Antonino, sono medico ed ho 35 anni.
        Ho letto alcuni post sul sonno e l’organizzazione quotidiana.
        Purtroppo non riesco a conciliare il tempo lavorativo con tutte le altre
        attività che vorrei fare.
        Ti chiedo gentilmente di stilarmi un programma di attività quotidiana che
        possa consentirmi di essere al top pur dormendo di meno.
        Ho cercato spesso di trovare una soluzione ma non ci sono mai riuscito.
        Ecco gli orari del mio lavoro:
        settimana lunga dal lun al sab:
        Lun. entro alle 12 ed esco alle 18
        Mart. ore 8-16
        Mer. ore 8-14
        Giov. ore 12-18
        Ven. ore 12-18
        Sab.ore 8-14
        Settimana corta lun.-ven
        lun. 12-18
        da mart. a ven. ore 8-16

        Cosa vorrei fare senza sentirmi stanco e sconcentrato:
        1.vita di relazione ( al momento sono single )-amicizia-uscite
        2. spesa
        3.pulizia casa
        4.ecografie e visite private
        5.leggere rassegna stampa al mattino
        6.cura del corpo
        7.studio inerente la mia disciplina e la mia professione
        8.aggiornamento-lettura
        9.studio discipline umanistiche ( una mia passione )
        10.tempo da dedicare alla preghiera
        11.spazio da dedicare a stilare articoli scientifici
        12.partecipazione attiva associazionismo/politica

        Ti sarei grato se riuscissi a stilarmi un programma giornaliero fattibile,
        produttivo e realistico.
        Spero tu abbia il tempo per farlo presto.

        Grazie di cuore
        Antonino

        • Antonino… Un conto è cercare di dare una mano alle persone, e allora sono felice di farlo, ma fare queste consulenze a gratis non mi piace granché. 😉

          Soprattutto perché non ti conosco di persona e non posso organizzarti la vita senza sapere esattamente le tue routine.

      • Rieccomi, adesso vorrei finalmente sperimentare il dymaxion e per questo ho 2 quesiti da porti:
        1) posso prolungare una fase di veglia da 5,5 a 6,5 ore? Ti spiego, alle 9 ho il bus e torno a casa solo alle 14:30; se faccio il riposino dalle 8:00 alle 8:30 dovrei poi tornare a dormire alle 2 ma non posso prima delle 3…sarebbe grave estendere di un’ ora una delle fasi di veglia in modo permanente?
        2) Essendo un pendolare ho 1 ora al giorno passata sul bus (mezz’ora all’andata e altrettanto tempo al ritorno). Devo evitare di dormire in questi intramezzi per non inficiare l’efficacia dei sonnellini? Dovrei sfruttare questi tempi morti come extra unito ai 4 riposi ? Potrei addirittura utilizzarli per i riposini “ufficiali” (questo risolverebbe il problema del punto 1).
        saluti.

        • Ciao Giacomo:

          1 – Sì, puoi spostare una fase di massimo un’ora, ma non di più.

          2- Il bello di Dymaxion è non dormire, puoi sfruttare questo tempo come vuoi. Se non hai niente d meglio da fare, puoi riposarti per massimo 20 minuti. Non puoi usare le pause come riposini ufficiali, sarebbe troppo bello! 😛

          • grazie per le risposte e soprattutto per la tempestività.
            L’idea de sfruttarli come riposini extra era riferito specificatamente ai primi tempi in “caso di necessità” …di solito sul bus leggo…

            grazie ancora e continua così.

  2. Federica says:

    Ci ho provato più di una volta, ma per me è davvero impossibile, spesso parto da casa alle 7.00 e torno alle 10.00 di sera e, per quanto abbia tentato, non riesco ad addormentarmi sull’autobus, anche quando so che scenderò al capolinea, anche sapendo che ho un’ora di tempo, non riesco a dormire nemmeno 3 minuti.

    E pensare che prima di conoscere il sonno polifasico mi addormentavo un sacco di volte sull’autobus, senza farlo apposta, tanto che spesso perdevo la fermata se non avevo preso il diretto. Invece, stranamente, quando prendevo il diretto e mi dicevo “oggi posso dormire tranquilla”, non riuscivo.

    E comunque l’autobus non è il luogo ideale per praticare il sonno polifasico, avessi almeno una macchina su cui appoggiarmi, sapere che nessuno può disturbarmi per me è fondamentale per riuscire a dormire.

    Nemmeno su una panchina sono mai riuscita a dormire e poi d’inverno non sarebbe nemmeno fattibile tentare.

    Quindi niente, peccato, perchè avrei una marea di cose da fare in quelle sei ore in più, non penso proprio che mi annoierei.
    Un’altra cosa che trovo limitante è che le prime settimane le passi per forza da assonnato, ma io non mi posso permettere di fare la morta vivente per tre settimane!

    • Con Dymaxion poi serve proprio il letto, il buio e il silenzio. Il contrario del bus.

      È l’unico modo per ottimizzare al massimo quei 30 minuti di tempo, e quindi l’unico modo per non crollare di sonno quando sperimento Dymaxion. Con i riposini pomeridiani puoi arrivare a dormire 6 ore e mezza in tutto (metodo “napping”), che è già un bel risultato.

      • Federica says:

        mmm… e come funziona? sei ore la notte e mezza il pomeriggio?
        o parli del bifasico, quattro ore la notte e una e mezza al pomeriggio? (che fanno 5 e mezza, ma dove la trovo un’ora e mezza per dormire, se sto in giro?)

        • Il napping non è un bifasico vero e proprio: dormi le tue belle 6 ore di notte, e ti dai una spintarella di 20-30 minuti quando sei stanco dopo pranzo per arrivare a sera. Io lo sto applicando in questo periodo con ottimi risultati.

  3. ma non c’e bisogno di un ora e mezza per entrare in fase rem? se qualche studio dice di no linkamelo plase 🙂

    • Federica says:

      stefano ti saprà sicuramente dire meglio, c’è bisogno di tutto questo tempo se dormi normalmente. Non ti è mai capitato di essere stanco morto e di addormentarti per sfinimento per qualche minuto (magari in luoghi e momenti inopportuni per dormire) per poi svegliarti subito dopo e accorgerti che hai sognato? Se il tuo corpo è in carenza di sonno, entra in rem subito. Tutto sta a far capire al tuo corpo che ha un immediato bisogno di fase REM, perchè non avrà molto tempo per dormire.

    • Di solito circa un’ora e un quarto. Il bello del sonno polifasico è proprio che entri in fase REM appena ti addormenti. 🙂

  4. Personalmente a me non piace che la mia vita sia condizionata da sonno e poi non mi va di avviare la sveglia per addormentarmi per solo 30 minuti 🙂 Quindi ho optato per il sonno bifasico e mi trovo molto bene dormendo, in tutto, per 5 ore. Sono molte ma per il mio stile di vita sono perfette, non intralciano con gli impegni e mi permettono di avere, al mattino presto e alla “prima notte”, tempo a disposizione per me stessa e i miei hobby.
    Volevo lasciare un link di un’esperienza di una persona che ha utilizzato il metodo Dymaxion che specifica tutte le “fasi” di adattamento al sonno. Molte cose che dice confermano ciò che ho letto nei tuoi post :
    http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=AgJeMEtLb0K3KrSngI0zj6sZDgx.;_ylv=3?qid=20101209151307AALQPuk

    • Grazie mille per il link Sara, è bello vedere un altro pazzo che tenta il sonno polifasico. Non solo, sono felice per chi ci riesce. Sei riuscita a pescare una delle poche cose interessanti di Yahoo Answers! 😛

  5. Non so perché, ma questo articolo non mi ha trasmesso nulla di “nuovo”. È la somma degli altri articoli che hai fatto…

    Che succede Stefano?

    • In molti mi hanno chiesto via email dei consigli per il metodo Dymaxion, da lì l’idea di fare un articolo in grande stile. 🙂

  6. certo però quanti metodi che esistono per dormire, tocca a noi, scegliere, quale utilizzare. Mi chiedo se c’è ne siano degli altri, ora vado a fare una ricerca su google…

    • Esistono ancora il bifasico e il napping, fra quelli che non hanno un articolo su Mindcheats. Arriveranno nelle prossime settimane! 🙂

  7. È l'unico che mi manca da provare, ma non ho molta voglia di farlo. Visti i miei risultati non proprio buoni dell'Uberman per ora desisto, magari tra qualche tempo un tentativo lo farò. Inoltre mi sto trovando benissimo con il bifasico 6 ore di notte + 20-30 minuti il pomeriggio.

    • C’è chi dice che Dymaxion è più facile di Uberman, chi è più difficile. Ammetto che non l’ho provato nemmeno io, quindi non ti so dare il mio contributo. Ma se ti trovi bene con il tuo metodo e non ti senti pressato dalla mancanza di tempo, non ha senso cambiare. 🙂

  8. Stefano, ma intendi che avendo 17 anni compiuti puoi provarlo il metodo oppure solo avendo 18 anni ?.
    Io ne ho 17 compiuti ma se provo il metodo posso bloccare la crestita delle mie ossa e del mio corpo ?

    • Oddio, non siamo così tragici. Nel peggiore dei casi, se proprio va tutto male, quando provi Dymaxion sarai troppo stanco per seguire il programma per più di un paio di giorni e ti addormenterai fuori programma. È un sistema di protezione del corpo, non puoi causare danni permamenti nemmeno se ci provi.

      Semplicemente ti addormenti e ti fai 8-10 ore filate di sonno, poi ti svegli senza nessun danno. 🙂

      17 anni non è una soglia matematica, ma se li hai già compiuti c’è una buona probabilità che tu possa sperimentare con successo Dymaxion.

  9. FABRIZIO says:

    Ciao Stefano,anzitutto ti faccio i complimenti per il sito e ti ringrazio per le informazioni e i trucchetti che ci dai :D. E’ da qualche mese che sperimento il sonno polifasico everyman con una buona capacità di adattamento(apparte qualche oversleep),ma vorrei spingermi oltre,provando dymaxion.
    Qui arriva il problema oltre al distruttivo periodo di adattamento mettiamo caso che dovessi riuscire come mi dovrei comportare es. fra un mese, in presenza di un occasione “importante” come per esempio,una giornata al parco di divertimenti,ove è impossibile avere riposini? Ciao e ancora bravo!

    • Stefano says:

      Se è un’eccezione ogni tanto non farti problemi, dormi le tue 8 ore il giorno prima e ricomincia il polifasico la notte successiva.

  10. Ciao Stefano, ti ringrazio anch’io per i tuoi interessantissimi articoli… Volevo chiederti, ma con il sonno polifasico (everyman), a 17 anni non è l’ormone della crescita non viene liberato e rischi di non crescere come tutti gli altri i tuoi coetanei ?… Secondo me no perchè, come almeno credo è nella fase Rem che viene liberato il gh, e col polifasico lo fai no ?.
    Grazie mille

    • Stefano says:

      Con il polifasico sì, vai in fase REM. Non consiglio questo metodo sotto i 17 anni perché il cervello quando cresce ha bisogno di più fase REM di un adulto, quindi Dymaxion sarebbe un fallimento. Nessun danno permanente in nessun caso, semplicemente crolli dal sonno.

      • Mi consigli di provare quindi con l’everyman ?

        • Stefano says:

          Sì, l’everyman è un’esperienza fantastica che consiglio a tutti almeno una volta nella vita. Ma prima chiediti come userai il tempo extra: se già ti annoi adesso, con Everyman ti annoierai ancora di più e la motivazione crollerà dopo i primi giorni.

  11. francesca says:

    Di quanto posso ritardare una fase di sonno con questo tipo di polifasico? Se ne ritardo una di un ora e mezza regolarmente è fattibile?

  12. xXxGiOsInOxXx says:

    Ciao, vorrei tanto anch’Io avere un sonno perfetto. Sono anni che effettuo su di me qualsiasi ricerca per dormire meglio ma non ci sono riuscito. In questo periodo sto vivendo un periodo frenetico, dormo solo di giorno e non di notte perché passo le notti al pc perché esco tardi e mi ritiro tardi dopo essere uscito con gli amici mi metto al pc. Vorrei stabilizzare il mio sonno, dal lunedì al venerdì potrei farlo, ma nel week end sono impegnato lavorativamente come aiutante di sala quindi lavoro in un ristorante, finiamo la domenica mattina, di solito di fanno le 4-5 di mattina. Quale metodo mi consiglieresti di seguire? Attendo impaziente il vostro parere. Complimenti per il sito.

  13. xXxGiOsInOxXx says:

    Mi scuso per i madornali errori di grammatica!

  14. Francesca says:

    Sono alla fine del mio terzo giorno di adattamento al dymaxion e questa notte o mattina presto mi sono addormentata davanti al pc dormendo un ora, e stasera nel sonno della sera alle 7 a causa di una mia fobia non sono riuscita ad addormentarmi, così ho deciso di farne uno extra alle 9 e mezza per non crollare ma da fessa ho dormito fino a mezzanotte. E’ tanto grave? Ho danneggiato il lavoro che ho fatto fino ad adesso?

    • Francesca says:

      Rettifico…Alla prima fase del quarto mi è venuta la splendida idea di dormire nel letto e ho tirato fino alla fine della fase del mattino…ho dormito sei ore di fila ç_ç vuol dire che adesso è come se ricominciassi tutto da capo? oppure sarà solo più tremendo?

  15. Ciao Stefano, sto sperimentando il metodo dymaxion da qualche giorno, ma ho un problema che non riesco a risolvere.
    Per addormentarmi ci metto 3 minuti e inizio subito a sognare, fin qui tutto ok, ma durante il sogno sono semi cosciente e mi sottraggo forzatamente ad esso. Mi spiego meglio, sto sognando, nel sogno accade un evento spiacevole e cerco di svegliarmi. Sono consapevole di sognare. Spero tu possa aiutarmi e ti ringrazio per tutti gli utili consigli che dai sul tuo blog .

    • Fantastico! Se riesci a controllare i sogni, fai pratica e diventerai sempre più bravo. È divertente e non ha effetti negativi, se non ti svegli.

  16. Anche io sto sperimentando il sonno polifasico, con pessimi risultati fino ad ora. Volevo sapere se fra i tanti che ci hanno provato qualcuno è veramente riuscito ad applicare il Dymaxion. Inoltre è veramente possibile rimanere per 30 minuti in fase rem?
    Io ci metto sempre almeno 5 minuti ad addormentarmi, e mi sveglio sempre almeno una volta durante il riposino. Spesso inizio a sognare, ma il sonno è così leggero che mi risveglio dopo pochi secondi, come posso risolvere questo problema?
    Scusa per le tante domande.

    • Mai sentito di gente che si sveglia a metà dei riposini Dymaxion! Hai già scaricato il manuale del riposo perfetto? Immagino tu stia facendo un grosso errore di sonno.

      • Grazie per l’aiuto! Ho un altro problema, se sono in fase rem e mi sveglio sono completamente distrutto! mi si chiudono gli occhi, non controllo bene i miei movimenti, sbadiglio in continuazione… e sono costretto a tornare a dormire.
        C’è un modo per svegliarsi fuori dalla fase rem?

        • Dovresti svegliarti proprio quando la fase REM è finita. Prova di aumentare i riposini di 3 minuti e guarda cosa succede, significa probabilmente che non ti addormenti abbastanza in fretta.

  17. Se invece alterno una fase da 30 e una da 1:20( ciclo normale rem) ,una specie di Dymaxion personalizzato, quindi 4 fasi ,
    ! da 30
    2 da 1:20
    3 da 30
    4 da 1:20
    un totale di 340, tanto per rendere il dymaxion piu sopportabile, non ho provato , l’ho pensato in questo momento, sarebbe meno facile .

    • Stefano says:

      3 ore e 40 minuti in 4 fasi… A questo punto ti consiglio Everyman. 😉

      • Se alla tipologia everyman invece delle 3 fasi da 20 ne faccio 2 da 30 minuti + 3ore notturne non dormendo piu una volta ogni 6 ore, credi ci sarebbero problemi, tanto per conciliarmi con le convenzioni sociali.

        • Stefano says:

          Ciao Leo, purtroppo la forza di Everyman sta nei 3 riposini quotidiani. Se ne fai di meno, il metodo non funzionerà.

  18. Sfortunatamente ho contratto il raffreddore e non riesco ad addormentarmi. Mi conviene sospendere il sonno dymaxion? In genere ci metto molto a guarire, pur dormendo 6 ore.

    • Ho letto il tuo articolo su come addormentarsi col raffreddore. Seguendo quei consigli potrei continuare il Dymaxion?

      • Stefano says:

        Io ti consiglio comunque di sospendere, guarda quanto ci metti a addormentarti poi decidi. Al massimo passa a un sonno bifasico, per non perdere completamente l’abitudine al polifasico.

    • Stefano says:

      È il caso di sospendere, sì. Un consiglio: per guarire dal raffreddore stai all’aperto il più possibile. Se resti sempre vivrai in un ambiente impestato dai germi, allora non guarirai mai.

      • Grazie dei consigli, purtroppo mi è impossibile passare al bifasico, gli orari della scuola e del lavoro non me lo permettono. Potrei passare all’ every man finché non guarisco

        • Stefano says:

          Se puoi dormire Dymaxion puoi dormire bifasico, è un regime molto meno stringente. 😉

          • Oggi finalmente ho potuto riprendere dymaxion, ma continuo a riscontrare problemi di sonno. Ho letto il manuale del riposo perfetto e tutti i tuoi articoli sul sonno, ho anche comprato i suoni per dormire bene specifici per il dymaxion. Credo di aver applicato tutti i consigli, ma continuo a svegliarmi durante la fase rem, negli ultimi 2 riposini grazie ai suoni per dormire bene posso dire di essermi addormentato in meno di 8 minuti, ma nel primo riposino mi sono svegliato dopo circa 10 minuti. Nel secondo riposino, quello delle 1, mi sono svegliato dopo soli 5 minuti di fase rem.
            Mi chiedo se questi risvegli siano dovuti a intense emozioni, positive o negative che vivo nel sogno. Se così fosse cosa potrei fare?

          • Stefano says:

            Ciao Loris, ad esclusione secondo me la colpa è dell’ambiente: troppa luce, rumori improvvisi o fastidiosi, letto scomodo. Può essere?

  19. Per quanto riguarda la luce, c’è qualche led, ma la stanza è piuttosto buia. Il letto scomodo forse, al riposino delle 1 sicuramente. Qualche rumore c’è sicuramente, ma alle 1.00 dovrebbero essere molto deboli, un frigorifero a qualche metro e un orologio da muro.
    Comunque mi hai fatto ricordare che ancora non ho provato con i tappi per le orecchie. Dove si possono acquistare?

    • Stefano says:

      In Italia non li ho mai usati, immagino che in farmacia si trovino a pochi euro. Prova con quelli, forse hai un sonno molto leggero.

  20. Puntualmente, ogni 3 giorni di sonno dymaxion, non sento la sveglia e dormo 6 ore circa. Ho una sveglia da 20 RMS a 30 cm dalla testa ma non è sufficiente. Conosci altri modi per svegliarsi? Tipo una sveglia che mi butta giù dal letto o simili xD

    • Stefano says:

      Se hai uno smartphone (iPhone o Android) puoi scaricare un’app sveglia, che ti permette di caricare un mp3 da usare per alzarti. A questo punto non ti resta che trovare il suono ideale, molti sono rimasti soddisfatti dal mio pacchetto sveglia: http://www.mindcheats.net/suoni-dormire-bene

      Però secondo me il problema è un altro: ti svegli, spegni la sveglia e ti riaddormenti senza accorgertene (una specie di sonnambulismo). È un problema classico dei primi giorni di Dymaxion. Metti la sveglia lontana dal letto, così dovrai alzarti per forza.

      • Ho verificato e posso dire con certezza di non spegnere la sveglia, non la sento proprio.
        Ho un’iphone, dici che il suono che scelgo sia più importante del volume della sveglia? Perché attualmente ne uso una fortissima vicina e 2 più deboli distanti ma è sono inutili

  21. Antonio says:

    Ciao Stefano,
    grazie a Mindcheats ho scoperto del sonno polifasico, e sapere che avrei potuto ridurre cosi drasticamente la durata del sonno è stata una scoperta incredibile per me in quanto considero il sonno come un enorme perdita di tempo.Tuttavia non mi è possibile “praticare” nessuno dei sonno polifasici causa orari e impegni vari tranne uno: il bifasico. Be’ già dal primo giorno mi ci sono trovato benissimo. Tuttavia penso che mi stia accadendo qualcosa di strano. Applicando io la “sveglia mentale” già del primo giorno insieme al sonno bifastico, inevitabilmente mi sveglio prima della durata indicativa tagliando di circa un’ ora dalle 5 ore e mezza. E tutto ciò non si ripercuote su di me, mi sveglio già riposato. Mi sembra di aver capito che la “sveglia mentale” ti svegli alla fine della fase REM e quindi puo’ essere che “tagli” il sonno pesante\leggero alla fine del riposo, sapendo che mi sarei voluto svegliare all’incirca a quell’ora? Fin dalla prima volta sono riuscito, misteriosamente, ad applicare la sveglia mentale, ed a quanto pare mi ha aiutato ad abituarmi al nuovo modo di dormire senza ricorrere a quelle cosi stressanti sveglie, e l’ho trovata una cosa sensazionale. Di solito mi è sempre parso che il cervello tratti per scemo “noi” (ci invia il dolore per farci accorgere di questo, ci manda dei segnali per farci capire quell’altro ecc.) ma sento che comincio ad avere controllo… di me stesso! E se puo’ sembrare ironico è allo stesso tempo qualcosa di straordinario, e la maggior parte di questi cambiamenti sono dovuti agli articoli di Mincheats: la lettura veloce, come addormentarsi velocemente, come dormire di meno ecc. …. nel giro di una settimana sono riuscito a migliorare davvero la mia vita, e non in tanto piccola parte. E questo lo devo a te, che offri la tua immensa esperienza e sapienza senza chiedere nulla in cambio. Grazie, ti sono devoto.

    P.S.= se vuoi ti parlo del metodo della “sveglia mentale” che ho usato, che è piuttosto particolare

  22. Antonio says:

    La sveglia mentale è un metodo per decidere quando svegliarsi. All’inizio ero molto scettico, ma sono riuscito ad applicarla in un solo giorno con facilità. Ciò che faccio io è immaginare una stanza con un letto nella mia testa ed un comodino con una sveglia su. Imposto la sveglia e mi vado a coricare (nella mia testa). Tengo questa immagine in mente e la “riguardo” un paio di volte quando sento che Morfeo sta per abbracciarmi. Mi pare di aver capito che mi sveglierò appena avrò terminato la fase REM piu vicina all’orario prestabilito . Ovviamente per fare ciò il tuo orario deve concordare con i famosi”cicli”. Però nel fine settimana devo provare a “impostarla” ad un orario inusuale, cosi per capire fino a che punto funziona. Non ho trovato tantissimo sull’argomento su internet, non come il sonno polifasico, ma se interessato anche solo a provare sarebbe un spunto per un articolo, no?

  23. Rimando il dymaxion a questa estate, quando avrò meno impegni.
    Ero interessato al sonno bifasico, ma non riesco a dormire 1 ora e 20 minuti di primo pomeriggio, ma solo la sera alle 19.40 e il sonno principale di 4 ore e 30 minuti posso metterlo dalle 3 alle 7 e 30, non più tardi.
    Pensi che sia possibile con questi orari?
    Se invece dormissi 4 ore e 30 minuti di notte dalle 0 alle 4.30. Poi due riposini di 30 minuti, uno alle 13 e uno alle 19.40 ?

    • Il primo pomeriggio non riesco a dormire 1 ora e venti minuti perchè devo andare a scuola, non perchè non riesco ad addormentarmi

    • Stefano says:

      Con Everyman non devi rispettare gli orari che ho detto, puoi spostare in avanti o indietro le fasi come preferisci. Basta che siano distanziate uguali e che la fase lunga sia di notte.

      Il metodo che proponi tu non so se può funzionare. Dalle 4.30 alle 13 è un sacco di tempo, piuttosto dormi dalle 3 alle 7.30.

  24. ciao stefano. bellissimo articolo..non ti smentisci mai! ascolta non so se gia ti è stato chiesto..ma qual’è la maniera migliore per cominciare uno di questi metodi? nel senso, si comincia direttamente trascorrendo la prima notte quasi in bianco? oppure meglio passare gradualmente?

    • Stefano says:

      Io consiglio di iniziare il sonno polifasico, soprattutto il Dymaxion, subito dopo l’ultima notte di riposo da 8 ore.

      • grazie mille. un altra domanda. per ipotesi, si può passare ad esempio dall’everyman all’uberman? oppure abbiamo bisogno in media di riassettare il sonno normale tra queste due fasi?

        • Stefano says:

          Io sono passato da Everyman a Uberman senza periodi di sonno normale, quindi direi che si può fare. 😉

      • Un altra domanda ma non so se te l’hanno già chiesto. . ci sono precauzioni da prendere a livello alimentare se voglio provare il metodo everyman insieme ad una piccola dieta per perdere qualche chilo? ho letto i tuoi articoli e so che non dormire dovrebbe aumentare l’appetito. o vogliamo semplificare vorrei dei consigli alimentari per agevolare il metodo del sonno polifasico. ps che ne dici di creare una versione mobile del sito? o una bella app? 🙂

        • Stefano says:

          Il sonno polifasico ti fa venire più fame, questa è una delle controindicazioni. Dovrai riadattare gli orari e magari fare un pasto in più, sperimenta e trova il metodo che preferisci. Oltre a questo, non ci sono altre modifiche che devi fare. Ricorda di fare attività sportiva per bilanciare il maggiore appetito e sei a posto. 🙂

  25. Antonio says:

    Ciao Stefano,
    innanzitutto complimenti per il blog e l’articolo; ti ho “scoperto” ieri e credo di aver divorato praticamente tutto il sito (grazie allo spreeder da te consigliato).
    Visto che chiedi sempre chi si avventura in queste follie, da oggi inizio il metodo Dymaxion; fortunatamente sono uno abituato a dormire abbastanza poco già di suo (praticament avevo una specie di everyman invertito, dormendo qualcosa come 5 ore per notte) però mi sono accorto che il mio sonno non era produttivo e che le 19 ore di tempo libero andavano alle ortiche per la spossatezza e lo stress da cattivo riposo, la frase “stai vivendo al 70%” diciamo “ringed a bell”.
    Colgo l’occasione per farti una domanda, volevo comprare il pacchetto Dymaxion dei suoni per dormire bene, ma siccome sono un rompiscatole, non mi piace comprare così a scatola chiusa. Ovviamente non ti chiedo di farmeli provare, vorrei solo qualche info in più riguardo l’entità dei suoni e quanto mi possono aiutare per il Dymax.

    Concludendo ti rinnovo dei forti complimenti per il blog uniti ad un grazie per tutte le info che ho rubacchiato.

    • Stefano says:

      Ciao Antonio, in bocca al lupo per Dymaxion! Ho pubblicato i risultati delle mie ricerche sull’argomento in due articoli:

      http://www.mindcheats.net/2012/10/soluzione-per-dormire-bene.html
      http://www.mindcheats.net/2012/10/rumore-bianco.html

      Se hai altre domande chiedi pure. 🙂

      • Antonio says:

        Grazie del reindirizzamento, ammetto che per ora è tosta proprio, ma il vantaggio di attività celebrale già si sente, la mancanza di sonno mi sta distruggendo, ma la stessa mi attiva dei ricettori che forse non sapevo nemmeno di avere.

        Solo una cosa mi ha lasciato un attimo perplesso, cito testualmente:

        “Se proprio devi saltare una fase, puoi recuperare solo con un riposo da 90 minuti per ogni fase da 30 minuti saltata.”

        Questo riposo da 90 minuti è EXTRA oppure la prossima fase da trenta devo cambiarla in una fase da 90?
        Cioè se per esempio avessi bisogno di saltare l’intervallo pomeridiano perchè trattenuto all’università, potrei per esempio reintegrare durante le ore libere che ho guadagnato di notte?

        • Stefano says:

          È una fase extra, che devi integrare insieme al riposo normale. Se salti più di 3 riposi, ti conviene fare una notte di sonno filata. 😉 Puoi farlo solo in occasioni particolari, massimo una o due volte al mese.

  26. ciao Stefano, grazie per l’articolo. Io sto facendo un sonno polifasico everyman un po’ modificato e mi trovo benissimo. Dormo 3 ore e mezza di notte (quindi 3 fasi rem, una i primi venti minuti, e le altre due nelle 3 ore seguenti (1h30m x2), ovviamente calcolando il tempo per addormentarmi). e poi altre 3 fasi da 30 minuti durante il giorno (sempre calcolando il tempo per addormentarmi).
    Mi piacerebbe provare anche il metodo Dymaxion ma ho alcune perplessità:
    -ogni fase rem non poteva durare al massimo 20 minuti?
    – quali sono le differenze con il metodo uberman?

    • Stefano says:

      Mi piace il tuo metodo Paolo, mi fa piacere che ti trovi bene. Come dimostra il tuo metodo, la fase massima da 20 minuti è un’indicazione generica che va presa come massima più che legge. Il sonno è qualcosa di molto personale. Se vuoi provare Dymaxion non so come puoi adattarlo, visto che hai già uno stile tutto tuo.

  27. ciao Stefano!! innanzitutto complimenti per il tuo mindcheats.net, è fantastico.
    ho iniziato il metodo dymaxion da due giorni, la prima notte è stata una vera sofferenza, adesso inizio a carburare!
    inizialmente mi attirava solo per provare l’emozione di vivere 22 ore su 24, adesso mi rendo conto che è una cosa veramente stellare, può cambiare la vita in tutti i sensi.
    io mi sono fatto questo schema: primo pisolino ore 1:00-1:30 poi 7:00-7:30, poi dato che solitamente alle 13 qualcosa può sempre scapparci tra gli impegni, come anche alle 20, faccio 12:30-13:00 e 19:15-19:45.
    pensi che sia grave creare questo piccolo squilibrio di mezz’ora? ti ripeto che io mi sono trovato in difficoltà la prima notte, poi è stato tutto in discesa.
    grazie in anticipo!!

  28. Alessandra says:

    Ciao Stefano, ti ringrazio per queste preziose informazioni che spesso negli altri siti vengono trattate in maniera superficiale o negativa a causa dei soliti pregiudizi e luoghi comuni. Sto valutando da tempo l’idea di sfruttare al massimo le mie giornate in modo da potermi dedicare a tutto: ad oggi lavoro e doveri impegnano le mie uniche 16-17 ore libere del giorno e non ho tempo di pensare alla mia salute e alla mia vita sociale, ma soprattutto alle mie passioni. Penso infatti che organizzare la mia vita su degli orari di sonno che allo stesso tempo mi permettono di seguire gli orari di lavoro già stabiliti, sia un metodo efficace per fare ordine nella mia vita e fare tutto quello che vorrei fare.

    Già dormo dalle 5.30 alle 7 ore a notte (alcune volte torno a casa da lavoro molto tardi e vado a dormire alle 2.00 di notte) quindi è un riposo inefficace e deleterio. Sono riuscita quindi a sviluppare un programma sul modello Dymaxion che mi permette di dormire prima del pranzo (se dormo dopo mangiato il mio stomaco ne risente parecchio), prima della cena (per le medesime motivazioni e a causa dei turni di lavoro), nella prima fase della notte nella quale sono abituata ad addormentarmi e prima di andare a lavoro. Precisamente: 13.30, 19.30, 1.30 e 7.30.

    Ora, siccome durante la settimana ho dei turni di lavoro pomeridiani che possono variare di una ad un paio di ore prima o dopo, mi troverei costretta a dover variare alcuni dei seguenti orari, in particolar modo quello delle 13.30 che un giorno andrà anticipato alle 13.00 e un paio di giorni alle 14.00, e quello delle 19.30 che due o tre giorni dovrà essere anticipato alle 19.00 ed eccezionalmente posticipato una volta alle 20.00.

    Queste variazioni che comunque stanno dentro ai 60-90 minuti comportano grossi disagi? Come mi posso comportare nei casi in cui avrò giornate intere in cui non avrò la possibilità di mettere in pratica il Dymaxion? Possono capitarmi una o due volte al mese al massimo (concerti, parco divertimenti, viaggi di lavoro).

    Ti ringrazio per la tua disponibilità e i consigli. Spero con il tuo aiuto di poter realizzare lo stile di vita come ho sempre desiderato, con molte ore a disposizione per vivere le anche ore notturne, per me da sempre le più preziose.

    • Ciao Alessandra, complimenti per l’approccio scientifico a Dymaxion. Per 30 minuti di variabilità in una fase non succede niente, l’efficacia del sistema non ne risente. Se ti capita una o due volte al mese di non poter seguire il polifasico, puoi fare una notte di sonno normale prima della giornata, così non crollerai di sonno mentre sei a Gardaland. 😛

      • Alessandra says:

        Ahah eh si è proprio Gardaland! <3 Grazie mille per la disponibilità, ti farò sapere dei miei progressi! 😉

  29. Emanuele says:

    Applico da tempo un bifasico 4 ore da mezzanotte alle 4 e riposino variabile ma sempre dopo pranzo di 1 ora e 20…vorrei provare qualcosa di più.. Quanto si possono spostare avanti e indietro gli orari nell’everyman e quanto nel dymaxion o uberman? E poi tra questi ultimi 2 quale è il più vantaggioso?sembrerebbe il dymaxion perché devi calibrare la giornata su intervalli di 6 ore e non di 4..ma allora perché esiste anche l’uberman? Comunque complimenti per il blog

  30. Siete delle grandissime teste di cazzo… e ve lo dico affettuosamente perché voglio bene a tutti e non voglio che delle persone, anche se ignoranti (non penso stupide), si facciano del male con queste minchiate. Il sonno polifasico é una delle minchiate più grandi che una mente malata possa partorire. chi invoglia le persone a FARSI DEL MALE con questi articoli del cazzo dovrebbe essere denunciato. Il sonno é uno spreco di tempo? due ore sono sufficienti? basta il sonno rem? SEI UN GRANDISSIMO IGNORANTE. PRIMA DI INVITARE LE PERSONE A FARSI DEL MALE IN QUESTA MANIERA HAI AVUTO ALMENO LO SCRUPOLO DI INFORMARTI? DI FARTI ALMENO UN’IDEA DI CHE CAZZO STAI PARLANDO? LO SAI CHE ANCHE SOLO UN’INEFFICIENZA (NEMMENO UNA MANCANZA TOTALE) DI SONNO AD ONDE LENTE DISTRUGGE COMPLETAMENTE LE FUNZIONI CEREBRALI? CHE L’ORGANISMO NON RECUPERA? CHE CELLULE CEREBRALI SI DETERIORANO? CHE CAUSA DEPRESSIONE?

    • Se vuoi censura le parolacce. le ho scritte per far riflettere te e chi ti legge. non per fare insulti gratuiti…e me ne scuso subito. MA SOTTOLINEO CHE FAI DEL MALE ALLE PERSONE CHE TI SEGUONO A CONSIGLIARE QUESTE PRATICHE

    • Ho letto il tuo commento e anche se non condivido del tutto anch’io sono un po’ scettico sull’argomento. Sei la prima persona che trovo che parli male, malissimo del sonno polifasico e questo è un po’ un sollievo, perché una cosa così vantaggiosa effettivamente puzza di fregatura. Non è che potresti spiegare meglio cosa intendi quando dici che può danneggiare la mente?

  31. Ho usato di proposito delle parole forti per suscitare una reazione. se vi ho offeso mi scuso. ma vi invito ad informarvi prima di fare cazzate.

  32. Ciao Stefano, stavo rileggendo i tuoi articoli sul sonno perché sono molto interessato al sonno polifasico anche se non l’ho mai sperimentato (da poco compiuti i 18 anni, sarei morto dal sonno). Avevo un dubbio sulla controindicazione che aveva sull’attività sportiva: quando dici che l’efficienza cala parli di forza pura/resistenza o intendi che hai dei veri e propri cali “tecnici”. Lo chiedo perché sono un appassionato di arti marziali e mi piacerebbe praticarle a livello agonistico, ma al contempo l’idea di 6 ore libere in più è allettante (nonostante il rischio della noia).
    Se io volessi fare un allenamento di (esagero) 3 ore, sarebbe meglio un ciclo completo di un’ora e mezza immediatamente (almeno un’ora) dopo per ristabilirsi dalla fatica? Ma ci si può riuscire, o sarebbe insufficiente?
    Un’altra domanda! Ho letto che usando il metodo Uberman si riesce ad ottenere livelli di lucidità e attenzione a volte superiori al normali, da un’altra parte ho letto che la abbassa e cala anche la creatività, qual’è delle due?
    Scusa se ti chiedo così puntigliosamente, ma grazie se risponderai. Aspetto il tuo prossimo articolo!

  33. Scusami, secondo te è possibile modificare il metodo facendo 3 riposini ogni 8 ore della durata di 45 – 60 minuti? Sarebbe più adattabile alla vita quotidiana e si risparmierebbero circa 5 ore e mezza.

    • Non è bene modificare così radicalmente questi modellio, piuttosto prova il bifasico.

      • Mister L says:

        Salve Stefano, sto provando il metodo Dymaxion da 10 giorni ormai, purtroppo non è stato un completo successo, mi è capitato 3 volte di dormire oltre il tempo che avrei dovuto, questo mi accade solo ed esclusivamente quando l’allarme mi sveglia in fase REM; in questi casi sono travolto da una stanchezza enorme, tanto da addormentarmi impiedi ripetutamente. Questo mi succede anche dormendo monofasico, in modo più leggero, infatti prima di provare il Dymaxion, facevo utilizzo di una “sveglia intelligente” che monitora i cicli del sonno. Queste sveglie non possono funzionare per chi dorme 30 minuti, e non posso certo puntare sulla fortuna ogni volta che mi alzo.
        Spero che lei sappia darmi una dritta su come potrei risolvere questo problema.
        La ringrazio in anticipo.
        Mister L

        • Mister L says:

          Aggiornamento: guardando un po’ sul web, direi che probabilmente non sono più in fase REM quando mi sveglio così stanco, ma già nel sonno profondo, quindi si potrebbe risolvere anticipando la sveglia? Però così facendo dormirei meno di 30 minuti.

  34. Cem Celik says:

    Ciao Stefano, sto cominciando il sonno polifasico e ho un dubbio:
    Devo tenere in conto anche il tempo di addormentamento quando posto pa sveglia?
    Es: dormo dalle 3 alle 7. Non credo che appena scoccano le tre mi addormenti e quindi se calcolo un 5mim va a finire che non dormo 4 ore ma 5min in meno.

    Oppure forse non devo calcolarlo cosi da abituare il corpo a dormire appena sono le tre e subito?

    Grazie mille,
    Cordialmente

  35. Ciao, seguo il sonno bifasico e ho appena cominciato… Ossia faccio 4 ore filate + 1h20 sempre alle stesse ore. La mia domanda è: se, per un impegno, devo anticipare la dormita di 1h20 è un problema? O è imperativo farlo sempre alla stessa ora? Esempio di solito lo faccio alle 19h ma può darsi che per un impegno debba anticipare la dormita.
    Grazie mille 🙂
    Cordialmente

  36. E aggiungo che ho letto che la pennichella nel bifasico secondo taluni è un ora mentre per altri da 1h20min
    Qual è quella corretta?
    Grazie 🙂

  37. Ho ancora due domande:
    1) ho cercato “biphasic sleep” e ho letto su certi blog come quello di stevepavlina che il sonno bifasico lo concepiscono come un 6 + 1,5 h di siesta o attorno li. Perchè cosi tante varianti nelle ore di sonno? Nei blog inglesi si parla sempre di una dormita principale di 6 ore più siesta

    2) restando a noi, la siesta che proponi di 1h20min deve essere ogni giorno alla stessa ora o si può giocarci spesso?

    Grazie mille 🙂

  38. Marcello B says:

    Ciao Stefano,
    Sto seguendo il sonno bifasico da circa una settimana e piano piano va meglio.

    Una volta abituatomi bene, il nap di 1h30 posso deciderlo di farlo quando voglio in funzione della giornata? Oppure dovrò tenere fisso il nap alla stessa ora tutti i giorni?

    Il fatto è che vado all’uni e gli orari variano ogni giorno.

    Grazie

  39. Ciao, non so se rispondi ancora alle domande dei curiosi, ma faccio un tentativo!
    Faccio un lavoro notturno per la stagione estiva che non permette più di 6h di riposo notturno (il turno finisce alle 00,30 e ricomincia alle 7, dunque sveglia alle 6,30) e spesso ne permette appena 4, a seconda dei problemi che insorgono (dato che durante le ore notturne devo essere reperibile per emergenze).
    Volevo adottare un sonno bifasico, mi sembra l’unico che si adatta a questi orari permettendomi di vivere al giorno senza dover programmare ossessivamente i pisolini, dunque pensavo 4h30 la notte e 1,30 al pomeriggio. Tuttavia come dicevo le ore dormite la notte variano da 4 a 6, è un problema se la notte invece che dormire 4h30 ne dormo di più? In quel caso posso dormire meno al pomeriggio?
    Un’ultima cosa: secondo te posso dormire prima di pranzo (verso le 12) invece che dopo? Se mi addormento dopo pranzo quando mi sveglio ho la nausea (problemi di reflusso) e alle 18 devo partire per entrare di turno quindi non posso dormire nel tardo pomeriggio!

  40. Massimo says:

    Ciao Stefano, articoli interessantissimi davvero, complimenti. Volevo avvicinarmi anche io ad uno di questi metodi di sonno, il mio problema è che faccio moltissima attività fisica. Esiste per caso un metodo che non sacrifica la rigenerazione dei muscoli o qualche modifica da poter applicare in questi casi?? Grazie mille in anticipo

Speak Your Mind

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.