Mens sana in corpore sano: come ho perso 25 kg in 6 mesi

Qualche settimana fa ho pubblicato un articolo un po’ diverso dal solito: 10 modi per dormire bene quando hai il raffreddore.

Dico strano perché, contrariamente al solito, non ho parlato di trucchi per sfruttare la mente in senso stretto. Ho anche chiesto un parare a tutti voi: cosa ne pensate dell’iniziativa? Le risposte sono state positive, l’articolo è stato apprezzato.

Questo mi ha fatto capire che il benessere interessa a tutti. Quindi mi sono detto perché no? Facciamo un altro strappo alla regola.

Oggi voglio fare un articolo sulla linea di uno dei post di maggiore successo mai apparsi su Mindcheats: come ho imparato l’inglese gratis. Con un altro, lunghissimo tutorial, dove ti spiego come sono riuscito a dimagrire senza difficoltà.

come perdere peso

Dicono che dimagrire è difficile, dicono che serve una grande forza di volontà, che la maggior parte delle volte si ritorna alla situazione di partenza. Si dicono tante cose sulla dieta, tanto da farla sembrare chissà qualche impresa epica.

In realtà no, io non ho avuto questa impressione. Certo la volontà di ferro serve, questo non lo nego, ma un po’ di sana autodisciplina è sufficiente. Non è nemmeno necessario un dietologo o qualche altra figura professionale: io non ne ho avuto bisogno. Basta mantenere un regime dietetico sano e avere un po’ più di sale in zucca (e un po’ meno nel piatto, aggiungo).

Se dovessi riassumere in tre concetti chiave i principi della dieta, sarebbero questi:

  • Mangia chili di verdura. E quando hai finito, mangiane ancora un po';
  • Elimina le calorie vuote (grassi solidi, zuccheri aggiunti, alcol);
  • Fai sport, fanne ancora di più, muoviti in qualsiasi modo. Anche Il golf va bene, per dire.

Se segui questi tre principi e hai un minimo di autocontrollo, è impossibile rimanere grassi. Al limite avrai quei 5 chili di sovrappeso, che possono essere eliminati solo con un’attività fisica costante e una dieta controllata. Ma a meno che tu non abbia un grande obiettivo sportivo, puoi anche tenerli. In questo modo ti risparmierai la palestra necessaria per non avere un fisico da maratoneta ghanese. Che, in tutta franchezza, è un po’ estremo…

Oggi ti voglio raccontare la mia esperienza in fatto di dieta, cosa ho imparato e tutto quello che devi sapere per tornare in forma in 6 mesi.

Una premessa: sottolineo che è la mia esperienza, quindi prendila come tale. Non sono un dietologo e queste cose non le ho studiate, ti voglio solo dare alcuni consigli che mi hanno aiutato molto e spero aiuteranno anche te.

La motivazione

Senza motivazione, non fare nemmeno lo sforzo di iniziare: non per essere cattivo, purtroppo è così. Gli zuccheri creano dipendenza fisica come le sigarette, e soprattutto per i primi tempi l’astinenza si fa sentire.

Per i primi tempi sì, ma anche per i secondi. Se la tua motivazione non è abbastanza forte, dopo il primo mese (che significa da 3 a 5 chili al massimo) dirai “okay, faccio una pausa” e bang! Quel grasso perso così faticosamente è di nuovo sui tuoi fianchi. E addio buoni propositi. Perché?

Molti non lo sanno: il grasso fa bruciare calorie. Il corpo fa fatica a mantenere l’adipe anche quando sei a riposo, incrementando il tuo metabolismo basale. Prima di iniziare, sappi che se vuoi perdere peso come si deve non potrai mai ricominciare a mangiare quanto facevi prima: è la famosa “dieta di mantenimento”. O per usare parole mie: una dieta è per sempre.

Quindi, prima di tutto, ti serve una motivazione che non sia effimera ma duratura. E per duratura intendo che vada avanti per tutta la vita! La “salute” in generale, come obiettivo che ti spinge a metterti a dieta, non funziona: se fosse un deterrente sufficiente, non saresti nella necessità di perdere peso.

Devi trovare qualcosa di più personale, più diretto, qualcosa che ti convinca al 100%. La prova del nove è: se la tua motivazione è abbastanza forte da farti andare in cucina e buttare via tutte le schifezze in questo esatto momento, allora funziona. Altrimenti, continua a cercare. Eh sì, quei Buondì dovranno uscire dalla tua cucina per una via che non sia il tuo stomaco. ;)

Niente? Allora leggi come mantenere le buone abitudini!

Inizia, e basta

Bene, hai la tua motivazione, quindi inizierai da questo momento. Vai in cucina e butta nella spazzatura le varie merendine che hai comprato nei giorni passati.

Ma no, ma che spreco!

Non è uno spreco, è un investimento. Se qualcuno ti regalasse una dose di eroina, tu la useresti? No, la butteresti perché sai che ti farebbe male. E allora perché con i Buondì deve essere diverso? Anche se sono legali e venduti nei supermercati, questo non significa che siano un toccasana.

Se stai ancora leggendo questo articolo significa che devi perdere peso, quindi ogni grammo di zucchero aggiunto è un attentato alla tua salute. Proprio come la simpatica eroina, dà una sensazione di piacere immediata a costo di un grave danno a lungo termine.

Impara a vedere il cibo spazzatura per quello che è: una sostanza che crea dipendenza fisica.

Fatto? Bene, ora si può iniziare a fare sul serio. Forse hai già qualche nozione, forse non sai proprio niente su come mangiare sano. Poco importa, perché questo verrà in seguito.

Quando io ho iniziato la dieta, non sapevo assolutamente niente. Ho iniziato ad informarmi nel giorno stesso in cui ho deciso di dimagrire, perché è stata una decisione d’istinto e non ponderata (ed è così che deve essere).

Okay, non voglio farti spendere mesi e mesi in ricerche per imparare quei quattro concetti chiave che ti servono, quindi ti do una mano io. ;)

Le basi per iniziare

Per renderti le cose più semplici, ho suddiviso le nozioni più importanti in vari paragrafi:

Verdura

Mangia verdura, più verdura. Qui non esiste un limite, più ne mangi e meglio è, quindi non preoccuparti! Stessa cosa vale per la frutta, purché la consumi ai pasti. Una mela ha comunque le sue belle 70 calorie.

Esistono delle eccezioni che faresti meglio a segnarti, perché anche in questa categoria esistono alimenti che fanno ingrassare:

  • Verdura: Fagioli, piselli, avocado, ceci, lenticchie, olive, patate;
  • Frutta: tutta la frutta secca, frappè e frullati, castagne, datteri, uva, banane.

Calorie vuote

Evita le calorie vuote: zuccheri aggiunti, grassi solidi, alcol.

Le calorie vuote sono quelle che apportano calorie (e quindi ti fanno ingrassare) senza però apportare nutrienti, e quindi non placano l’appetito. Anzi, nel caso degli zuccheri aggiunti contribuiscono a farlo crescere!

Gli zuccheri aggiunti sono tutti gli zuccheri che non sono né nella frutta né nel latte: merendine, cioccolata, dolciumi vari, pasticcini, torte, zucchero da cucina (saccarosio) compreso quello di canna.

I grassi solidi sono quei grassi che sono solidi a temperatura ambiente: burro e margarina per dirne due, e in generale i grassi animali. Non credo di doverti spiegare cos’è l’alcol; :P

Indice glicemico

In parole povere, l’indice glicemico è la velocità con la quale aumenta la glicemia in seguito all’assunzione di un certo alimento. La glicemia troppo alta è una cattiva cosa perché può portare a problemi cardiovascolari e al diabete in età avanzata, e fa crescere a dismisura la sensazione di fame. È per questo che i dolci ti fanno venire fame, invece che togliertela.

Piuttosto, mangia un frutto: meno calorie e indice glicemico inferiore, quindi ti sazierà per molto più tempo. In generale proteine e grassi hanno un indice glicemico inferiore, ed è per questo che consiglio di mangiare sempre una bistecchina insieme alla pasta: l’indice glicemico del piatto nazionale è alto, e se non lo abbini a qualcos’altro la fame tornerà prima del previsto.

Un’appunto voglio fare qui: molte persone mettono l’indice glicemico al primo posto fra i loro pensieri, e ne diventano ossessionati. Buttare un’occhio a questo indicatore va bene, ma senza esagerare!

Per avere una pratica tabella, leggi questa pagina.

I pasti più importanti

Mangia almeno 5 volte al giorno: colazione, spuntino, pranzo, spuntino, cena.

I macronutrienti

Scendiamo sul tecnico. Esistono 3 categorie di alimenti che il corpo umano è in grado di assimilare, non di più: carboidrati, proteine e grassi. Gli zuccheri sono dei carboidrati, coma la pasta e come le verdure. Questo ti fa però capire che esistono molte sotto-categorie, e non tutti i carboidrati sono uguali.

Questa nozione ti tornerà molto utile se vuoi approfondire le tue conoscenze di alimentazione. E ricorda: tutte queste tre categorie sono fondamentali nella tua dieta, non cercare mai di eliminarne nessuna! Se qualche “esperto” ti propone una dieta composta di sole proteine o senza un minimo di grassi, sei autorizzato a rispondergli male.

Per avere un calcolo pratico del rapporto in cui dovresti mangiare i nutrienti, usa il modello del raddoppio (da me inventato, modestamente): per ogni grammo di lipidiche mangi devi mangiare 2 grammi di proteine. Per ogni grammo di proteine devi mangiare 4 grammi di carboidrati.

I condimenti

Occhio ai condimenti: sono quelli che ti fregano. Per questo le cose surgelate e preconfezionate (facili da preparare) non sono il massimo: contengono una marea di condimenti che possono tranquillamente raddoppiare le calorie totali.

Cucina le cose da te, e cerca di rimanere più al naturale possibile. Al massimo aggiungi erbe e spezie a volontà, che sono pure saporite. Vacci piano con l’olio d’oliva: a parità di peso, è l’alimento che in assoluto ti dà più calorie. Stiamo parlando di 900 kcal ogni 100 grammi! Ovvero oltre 100 calorie per ogni cucchiaio.

Usa un cucchiaio per regolarti, non andare a occhio e soprattutto non friggere mai niente in olio. Ma non fare nemmeno l’errore opposto: l’olio fa bene se mangiato con moderazione, proprio come il vino rosso. In più ti dà quella sensazione di sazietà che ti permette di tirare avanti qualche ora.

Carboidrati solo a pranzo

I carboidrati vanno mangiati a pranzo, le proteine a cena. Assolutamente no.

Un piatto di pasta va bene a cena, purché sia limitato nelle dimensioni. Il corpo si sa adattare bene alle esigenze, e a meno di gravi scompensi mantiene un equilibrio di macronutrienti. Vai tranquillo con pasta e frutta anche di sera.

Latte

Questione latte: c’è chi dice che fa benissimo, c’è chi dice che fa malissimo. Io ti dico: se ti piace bevilo, che male non fa. Ha un indice glicemico basso, quindi è efficace per farti passare la fame. Prendi quello fresco se puoi, e parzialmente scremato: quello intero ha un sacco di calorie, quello scremato è un attentato al buon gusto! :D

Lo yogurt, invece, è sanissimo e ottimo per l’intestino. Il migliore è quello intero naturale, senza aggiunta di frutta. In realtà quella frutta è un miscuglio di aromi chimici, frutta cotta nel peggiore dei modi e zuccheri aggiunti. Meglio di no! Lo yogurt intero ha paradossalmente meno calorie, e ti farà passare la fame.

Formaggio

Il formaggio invece lo puoi mangiare, con moderazione. Scegli quelli magri (sotto le 200 kcal per 100 grammi). Ah già, la mozzarella è considerato un formaggio grasso. Mi dispiace!

Pane

Qui una brutta notizia: puoi dire addio al pane. Non solo come alimento in sé, ma anche perché la tentazione di fare la scarpetta con il sugo nel piatto sarà troppo forte per resistere. Anche la pasta e il riso è meglio prenderli integrali: hanno più fibre ed un minore indice glicemico.

Le etichette

Impara a leggere gli ingredienti sul retro delle confezioni degli alimenti, scoprirai cose inaspettate. Ad esempio: succo di frutta con il 40% di frutta. E il restante 60% che roba è? Acqua, coloranti, zuccheri, dolcificanti, acidificanti e chi più ne ha più ne metta. Ecco perché io compro solo succhi di frutta al 100%, senza zuccheri aggiunti (la frutta è già piena di zucchero per conto suo, e almeno quello è zucchero buono). I bastoncini di pesce? Guarda gli ingredienti: scoprirai che di pesce non ne hanno poi molto.

Carne

La carne rossa è stata ingiustamente demonizzata per colpa della piramide alimentare, un modello ormai obsoleto e scartato da tutti i dietologi seri.

Cavallo e manzo vanno benissimo, l’importante è che sia carne magra. Quindi la coppa no, anche se buonissima.

Il pesce invece va benissimo in tutte le salse.

Calorie

Una dieta dimagrante deve comunque stare sulle 1400 kcal al giorno (donna), 1600 (uomo) o 1800 (sportivo), mai di meno. Perché?

La dieta è sempre, in ogni caso, uno stato di pericolo per il tuo fisico. Se lo porti all’estremo, il corpo penserà che potrebbe morire di fame e attiverà tutta una serie di misure per limitare ogni spreco.

Questo significa che inizierà a metabolizzare i tuoi muscoli invece del grasso, perché consumano molte più calorie. E qual è il muscolo più importante dell’organismo? Esatto, il cuore.

Oltre a questo (e già non è poco) il tuo corpo diventerà fin troppo efficiente nell’assimilazione del cibo: tutto quello che mangerai andrà direttamente in grasso. Quindi mangia sì poco, ma continua a mangiare!

Cereali e biscotti

I cereali, quelli che si inzuppano nel latte, non sono il massimo. Meglio pane e marmellata!

Anche i biscotti non sono il massimo. A parte alcune virtuose eccezioni (tipo Pavesini), non sono esattamente dietetici.

Eccezioni

Per un pasto a settimana, fregatene della dieta e mangia quello che vuoi: ricorda che il tuo obiettivo è stare bene, non patire la fame. Certo, cerca sempre di stare entro limiti umani. :)

Fare sport

Se vuoi dimagrire, devi fare sport. È possibile perdere 25 kg con la sola dieta, certo, ma ci si mette un sacco di tempo. Con un po’ di sport le cose si fanno molto più semplici. Se già fai qualcosa (calcio, tennis, basket, anche solo il golf) sei già avanti, altrimenti ti toccherà iniziare da zero.

Se sei sopra gli 85 kg, non andare a correre: è vero che è il sistema più efficace per dimagrire, ma è anche vero che mette sotto sforzo le tue articolazioni. Se non vuoi avere problemi alle ginocchia, evita.

Piuttosto, buttati sulla bicicletta e sul nuoto. Entrambi ti fanno bruciare un sacco di calorie e non rischi i danni fisici che avresti se iniziassi a correre sovrappeso.

Questione palestra: aiuta, ma fino a un certo punto. Fare un po’ di massa ti servirà se vuoi evitare il fenomeno della “pelle appesa”, ma non è necessario. Una massimo due ore di palestra a settimana andranno più che bene se vuoi farlo, il resto dedicalo all’attività aerobica.

Qui ci sono una marea di miti da sfatare, e visto che l’articolo è già bello lungo lascio perdere. Solo qualche direttiva:

  • Se corri, per ottenere le calorie bruciate devi moltiplicare il tuo peso per i chilometri percorso per 0,9. Se peso 90 kg e ho corso per 7 kilometri, ho bruciato 90*7*0,9 = 567 kcal;
  • La velocità a cui corro non conta niente! Non esistono formule magiche sul ritmo cardiaco, allenamento ad alta o bassa intensità o robaccia varia. L’unica cosa che conta sono le calorie che consumi. Non importa se il carburante sono i carboidrati (sforzo intenso) o i grassi (sforzo prolungato), avrai comunque perso peso. Se bruci solo carboidrati il tuo corpo noterà la mancanza, e provvederà automaticamente a rifornire le scorte fino al livello ottimale. E dove va il corpo a prendere l’energia per creare i carboidrati? Esatto, dal grasso!
  • Sudare non fa perdere peso. Ma come, vado per un’ora in sauna e peso due chili in meno! Sì, perché hai perso acqua. In quel momento sei disidratato, il tuo corpo ha perso due chili di acqua che dovrai reintegrare nel giro di poche ore. A meno che tu non voglia rimanere disidratato per il resto della tua vita, ma non mi sembra il caso;
  • Un chilo di grasso equivale a circa 4500 kcal, quindi non aspettarti dimagrimenti miracolosi dopo una corsa;
  • Dovresti perdere 1 kg alla settimana, quindi poco più di 4 kg al mese. Se ne perdi di più, significa che il tuo corpo ha già iniziato a digerire i muscoli invece del grasso.

Conclusione

Per terminare questo immenso articolo, ti voglio lasciare la mia dieta a grandi linee. Non sei costretto a seguirla, ma può darti qualche idea interessante (spero).

La mia colazione è composta da latte e pane fatto in casa con marmellata (ok, qui il pane è concesso).

I miei spuntini sono di frutta (mela, pera, banana, kiwi, clementine) o yogurt intero.

I miei pasti sono principalmente: pasta e riso integrale, zucchine, spinaci, fagioli, lenticchie, formaggio jocca, pesce (pesce spada, platessa, tonno e branzino i miei preferiti), carne magra, patate lesse, piselli, uova sode, insalata, carote.

Buona dieta! :)

Questo articolo mi ha tenuto occupato tre giorni fra ricerche, stesura e correzione. E ora lo distribuisco gratuitamente sul blog. Voglio chiederti un solo favore: se ti è piaciuto quanto ho scritto, potresti condividerlo con i tuoi amici su Facebook o Twitter? Ti ringrazio molto!

P.S. Se ti è piaciuto questo articolo, allora apprezzerai anche i 10 principi di un’alimentazione sana.

I fantastici commenti

  1. Stefano, mi assento un pò e sconvolgi la grafica del blog! Molto più bello così!

    E devo dire che l’articolo è eccellente, nonchè super-completo.
    Hai inserito proprio tutto.

    Io dimagri quando facevo la terza media, sono passato da essere sovrappeso ad avere un bel fisico in poco tempo…e devo dire che avevo proprio una bella motivazione, senza non ce l’avrei fatta (ho iniziato a mettermi a dieta durante le vacanze natalizie!).
    La motivazione è qualcosa di cruciale per mettersi in forma.

    • Stefano ci dice:

      Sono un uomo pieno di sorprese, io. :P Grazie Marco, sono felice che la grafica ti piaccia!

      E super articolo per corredare il super cambiamento. Meglio di così…

      • Mauro :)

      • WILMA ci dice:

        ciao Stefano, sto leggendo parecchi tuoi articoli da ieri sera
        (tanto per infrangere la regola di non dedicare troppo tempo a cose non fatte da me, ahah)…
        io devo dimagrire, avrei pensato di andare in palestra…. decisi di diplomarmi facendo due classi insieme perchè ne volevo uscire, e ce l’ho fatta, continuo a dirmi che se l’ho fatto x la scuola lo posso fare anche x questo… ma mi sento molto pesante, pigra…. non so come fare!!
        non mi piaccio, non sono io… forse è solo questione di cominciare!!
        in pratica io vorrei fare palestra x potermi permettere un’alimentazione che non sia proprio da dieta… cosa mi consigli??
        anch’io devo perdere una ventina di chili se non di più!!
        io lo so che poi non mi sento appagata, la frutta alla lunga mi fa venire la nausea…
        avevo già scritto un profilo totalmente sincero affinchè il dietologo si renda conto di come mangio, ma credo che ad ora, essendo precaria dovrò scegliere tra palestra o dieta… non lavorando ho pensato che sia meglio la palestra xkè almeno mi muovo e occupo tempo!!
        la dieta da sola ho paura di fallire, non facendo niente a giornate!
        vorrei far palestra così vario… essendo una low cost non so se ho la scheda… cosa mi consigli? se andassi 4 giorni a settimana, x quanto tempo al giorno e quali sono le attività da fare?

        • Stefano ci dice:

          La dieta da sola, senza sport, è masochismo puro. Più che palestra fai bici o nuoto per bruciare calorie, quando hai perso qualche chilo passa alla corsa. 4 ore a settimana e non dico che puoi mangiare quello che vuoi, ma non devi stare a contare le calorie. Per l’alimentazione ti consiglio il sito albanesi.it, che ha scritto più di me sull’argomento. ;)

          • WILMA ci dice:

            ok, grazie!! quindi se ci vado dal lunedi al giovedì o anche venerdi, x un paio d’ore, me la cavo senza dieta, mangiando cmq nella norma?
            ok, consulto il sito… se non ho la scheda, mi chiedo quale sia l’allenamento giusto… e come vada cambiato per il tempo! cioè quali sono le leggi “sport-dimagrimento” man mano che calo!
            Poi vorrei un po di pesini per le braccia…

          • Stefano ci dice:

            Un po’ di meno devi mangiare, ma soprattutto devi mangiare sano. Se fai sport 4-5 ore a settimana senza reintegrare i nutrienti, il tuo corpo farà fatica a recuperare. Basati sempre su Albanesi.it che ha tutto quello che ti serve.

      • Anonimo ci dice:

        ciao il tuo è senz’altro un ottimo articolo ……il problema è che x una persona come me (non sono costante) è difficile da mettere in atto i all’inizio parto bene pio mi perdo…..e riprendo tutto con gli interessi la cosa più brutta è che non sto bene con me, quando mi guardo allo specchio vedo quello che non vorrei ,ma nonostante tutto io mangio e poi mi pento pio ricomincio e poi mi pento di nuovo sono quasi 20 anni che va avanti questa storia accumulando cosi tanti kg (100) le ho provate tutte ……..non credo che riuscirò a sconfiggere qst male, si perchè per me è una mallatia non indifferente

        • Stefano ci dice:

          Stai cadendo in una trappola mentale comune: “la mia situazione è diversa.” La usi come scusa per il fallimento laddove altri hanno avuto successo, ti culli nella credenza che sei speciale. Non è vero, ci sono persone esattamente come te che sono dimagrite e se smetti di pensare di essere diverso, ce la farai anche tu. ;)

          • Anonimo ci dice:

            cosa dovrei fare secondo te…..como posso iniziare…..non posso buttare tutto quello che ho nella dispensa ho due figlie……tu non sai quanto vorrei vedermi magra sono sicura che sarebbe una soddisfazione enorme poter entrare in un negozio e poter scegliere fra le taglie normali e no xxxl……nonostante tutto questo cosa mi blocca avvolte penso di avere qlc in testa che non va…..

          • Perché non provi ad andare da uno psicologo, anche di quelli pubblici? Non serve essere pazzi per andarci… Io non avevo chissà quanti problemi eppure mi sono trovata bene, non vedo perché non potrebbe esserti d’aiuto. Più di una persona che conosco ha frequentato uno psicologo anche solo per un periodo, e ti assicuro che giro con persone normali :P
            Non dirmi che è perché non hai soldi, perché puoi provare con quelli pubblici, che anche se a volte sono comunque a pagamento non costano molto (ci sono potuta andare io – in una delle regioni più costose d’Italia – che vengo da una famiglia molto “modesta”)…e poi se riesce ad aiutarti con le tue cattive abitudini ti farà risparmiare, perché comprerai meno cibo inutile e costoso.

          • Anonimo ci dice:

            ok allora provo a fare come dice Ari……vi faro’ sapere grazie………mi fa bene parlare con persone che non mi conoscono………penso che mi capiscono di più

          • È la stessa sensazione che ho avuto io :) Forse è perché non ci si sente giudicati, per lo meno se la persona da cui vai è professionale, e come dici tu sanno far sentire capiti. E poi almeno se a un certo punto ci si sente a disagio basta ricordare che ogni giorno hanno a che fare con persone ancora più incasinate di noi! ;P

          • Anonimo ci dice:

            Comunque da qualsiasi nutrizionista vai ti da della frutta secca da mangiare per spuntino , fa benissimo lo dicono in molti

        • Anonimo ci dice:

          Ciao sono una ragazza di 23 anni pero tutti non credono alla mia nuova promessa… ed e quello di dimagrirmi… il problema che e il nervoso poi sono intollerante a tante cose… delle persone adulte mi prendono in giro su battutine del tipo… questo vestito a te nn entra a me si e poi ho 70 anni… come devo fare

    • Anonimo ci dice:

      si. Grazie ,interessante. Nozioni che conosco bene , però devo mettere io atto. Rosy.

  2. Mario ci dice:

    Ciao Stefano, seguo da molto i tuoi articoli e sono molto completi, bravo!
    Solo su due cose non sono d’accordo: pasta a cena e… un piccolissimo appunto sulla tua dieta :P
    Dici che non si dovrebbero mangiare: banane, fagioli, lenticchie, patate e piselli ma alla fine dici di mangiare tranquillamente :P
    Lo so, la tua non è una dieta vera e propria, però mi sono accorto di questa “incongruenza”.

    La cosa però con cui non sono d’accordo è la pasta a cena. Per me è improponibile, la sera non si consuma quasi nulla, e la pasta a cena per me è micidiale, va mangiata a pranzo perché garantisce parecchie energie per le restanti ore della giornata e, almeno a me, da quel senso di “pasto completo”.

    Ps: bella la nuova grafica!

    • Stefano ci dice:

      Magari c’è un errore nell’articolo (può capitare visto che ci ho messo un sacco a finirlo), comunque mi spiego: quegli alimenti sono salutari e tutto il resto, ma abbondano di calorie. Quindi è meglio limitarli in una dieta dimagrante ferrea.

      Per la pasta a cena: che fa ingrassare è un mito. L’unica cosa che regola la quantità di grasso appesa al corpo è la quantità di calorie mangiate e usate. Non importa cosa si mangia a pranzo o a cena, se le calorie sono le stesse si avrà un effetto uguale. Il corpo è in grado di trasformare un nutriente in un altro nel giro di poche ore, ed è per questo che eliminare i grassi dalla dieta NON fa dimagrire. Poi se si parla di energia allora entriamo nell’argomento del metabolismo e digestione, ed è un’altra storia. :P

    • per me anche e’ giusto ,no la pasta a cena ma aggiungere la banana a merenda a meta’ mattina che sazia, e a cena perche’ no 1 tazza di gelato valsoia.

      • Stefano ci dice:

        Sono contrario al gelato in un regime dietetico: non vanno solo eliminate le calorie, va cambiata la mentalità. Un passo importante è allontanarsi dal gusto dello zucchero, che crea dipendenza. Se continui a mangiare cose dolci anche se dietetiche, avrai sempre voglia di Nutella.

      • elena69 ci dice:

        Ciao, quando ho perso 10 chili due anni fa il nutrizionista mi dava riso o pasa anche a cena. da quando ho limitato i carboidrati ho cercato più dolce. risultato: ho rimesso il peso.. nel mio caso dissociare i componenti è utile, ma mangiare a pranzo sia pasta che carne può nn far male. basta regolare le quantità e i condimenti.sono finita su questo sito perchè devo assolutamente perdere 7 chili.. scoppio sennò.

  3. Christian ci dice:

    Ciao Stefano, prima di tutto voglio farti i complimenti per la laurea e per il nuovo look del sito (sempre minimal e riposante!!! :-) )…

    anch’io sono d’accordo con te che la motivazione è la base di tutto… la mia è stata quella di eliminare la sonnolenza post (mangiata), perchè a me piace avere la mente sveglia durante tutto il giorno…
    riducendo i carboidrati sono riuscito a capire quali sono le dosi di pasta che devo mettere nel piatto per poi digerire facilmente e senza far arrivare il sonno, il tutto senza stare a pesare quello che mangio, di conseguenza ho anche perso peso…
    è come se ho ingannato il cervello: mangio di meno non per dimagrire ma per non farmi venire sonno. (ma in realtà il vantaggio è stato quello di perdere qualche chilo e che, soprattutto, non ho più ripreso).

    Il pane è da qualche anno che l’ho eliminato perchè non lo riuscivo più a digerire… e soprattutto lo zucchero (intendo dolci ecc…) sto man mano eliminandolo perchè è la causa principale della mia sonnolenza !!!

    tanti saluti e buona AMERICA !!! (ti invidio lo sai :-) )

    • Stefano ci dice:

      Complimenti Christian, so (anche per esperienza) che è difficile darsi una regolata e tornare in forma. Oggi sono andato a ritirare la divisa per il lavoro, fantastica la sensazione di avere una taglia paragonabile agli altri! :D

      P.S. Se passi in Florida vieni a trovarmi, mi raccomando. ;)

  4. Laura ci dice:

    Ciao Stefano, complimenti per l’articolo e per il blog!
    Ti seguo in silenzio da parecchio tempo e dato che ho avuto con la dieta un’esperienza simile alla tua, volevo permettermi di aggiungere qualche piccolo espediente che mi ha aiutato. Il primo riguarda l’attività fisica: quando ho cominciato la dieta non ero una grande sportiva, ma mi sono trovata all’improvviso a dover andare a scuola a piedi e i chili hanno cominciato a diminuire a una velocità impressionante! Al di là della piacevolezza di una bella passeggiata (credo che abbia anche dei benefici sulla mente, sicuramente ne saprai più di me) ho trovato che camminare abbia tanti altri effetti positivi: è economico (niente attrezzature particolari e abbonamenti in palestra), non richiede grandi investimenti di tempo (la mia passeggiata copriva il tragitto da casa a scuola … niente traffico!) e si può fare a tutte le età, anche senza preparazione atletica.
    Il secondo espediente è stato sostituire il caffè col the verde (tra i suoi vari benefici – tra cui riduzione del rischio di cancro – c’è anche il fatto che aumenta leggermente il metabolismo aiutando a bruciare un po’ di calorie in più) e lo zucchero col miele o col fruttosio (entrambi hanno proprietà nutritive migliori e un potere dolcificante maggiore … meno calorie!).
    Sono d’accordissimo quando dici che una dieta è per la vita; c’è poco da fare, per dimagrire (e conservare il nuovo peso) bisogna cambiare le abitudini alimentari!

    • Stefano ci dice:

      Grazie per il commento Laura, vedo che ce l’ho fatta a farti intervenire alla fine. ;)

      Con i tuoi preziosi consigli si possono guadagnare altre calorie, che di sicuro male non fa. Soprattutto sostituire lo zucchero con il fruttosio, che ha anche il grande vantaggio di saziare molto di più visto il basso carico glicemico.

      Anche io ho riscoperto il piacere della camminata, ormai non mi faccio problemi a fare 10-15 minuti a piedi anche quando potrei prendere il bus. Chi me lo fa fare? :P

  5. Fede ci dice:

    Ciao Stefano :)
    sai cosa trovo davvero davvero incredibile???
    che tu sia riuscito in questa super impresa senza mai bere un sorso d’acqua ;)
    è stato buffo sai.. ^^ la cosa più straordinaria invece è stato scoprire il tuo blog ieri, dato che, proprio ieri, ho iniziato il mio percorso di dieta per ritornare in forma :)
    Per il momento mi piace davvero un sacco il tuo blog !! E, dato che hai definito i commenti come fantastici..figurati se perdo l’occasione ogni tanto d’ora in avanti di lasciartene qualcuno hihi ;)
    A bientôt ^^

    • Stefano ci dice:

      Ecco, non l’ho detto che l’acqua è l’unico liquido che vale la pena bere? Me lo sono perso fra il mare di consigli. :P

      Commenta quando vuoi che a me fa sempre piacere, e se hai qualche dubbio mandami pure un’email!

  6. paolo ci dice:

    Ciao, sono un uomo di 45 anni sono alto 181 cm ho sempre pesato circa 70 kg ma negli ultimi due anni sono arrivato a pesare circa 95 kg, aumento dovuto sopratutto a mancanza totale di attività fisica e stress nervoso….
    seguirò ora i tuoi consigli e spero di riuscire a tornare al mio peso. Se hai altri consigli validi da darmi, ti sarei grato se mi rispondessi…

    ciao e grazie

    • Stefano ci dice:

      Ciao Paolo, alla tua età il metabolismo comincia a rallentare, e se non fai sport rimani fregato.

      Non ho altri consigli da darti, ti ripeto solo i due più importanti: elimina le calorie vuote (zuccheri aggiunti, grassi solidi e alcol) e fai sport, già con questi due accorgimenti si può tornare in discreta forma senza difficoltà. ;)

      In bocca al lupo, e se hai domande specifiche chiedi pure!

  7. Fabio M. ci dice:

    Innanzitutto incomincio con il farle tanti complimenti per il blog. Sto passando un momento molto difficile e penso che lei con i suoi articoli possa davvero darmi quella scintilla per ripartire da zero; Una conseguenza di questo momento è appunto il mio aumento costante di peso (2kg negli ultimi 2 mesi) che non riesco ad arrestare a causa di una grande mancanza di forza di volontà (che sta inevitabilmente rovinando tutti i piani di studio universitari e quindi di vita). Nel blog ho trovato molti consigli importanti che voglio incominciare a mettere in pratica ..non da domani ma da ora stesso 16:10 del 16 Maggio 2012! La procrastinazione è davvero un problema per me ..e penso sia la cosa prima da sconfiggere.

    Mi scusi il romanzo ma mi ha dato una grande forza con questo blog di cui volevo farla partecipe. Le farò sapere come andrà ;)

    • Stefano ci dice:

      Ciao Fabio, vedo che stai già partendo con il piede giusto! Spero tu abbia già iniziato quando leggerai questo messaggio. ;)

      Sono felice che i miei articoli ti siano utili, e da (ex) studente universitario posso capirti bene quando parli di mancanza di motivazione. Sono sicuro che tutte le categorie ti torneranno utili: dalla crescita personale che ti dà la spinta giusta, allo studio (ovviamente), al sonno che ti permette di avere più tempo per fare quello che vuoi.

      Se hai domande specifiche ricordati sempre che puoi contattarmi come e quando vuoi, sarò felice di rispondere!

      Intanto ti auguro un grosso in bocca al lupo.

  8. Accidenti! Veramente bell’articolo. Io ho perso moltissimo peso questa primavera (partito da 163 sono sceso a 140kg) seguendo una dieta ipocalorica non particolarmente estrema, devo dire che concordo in pieno con tutto quello che dici, soprattutto il fatto che non bisogna avere fretta e che la motivazione deve essere profonda.

    Grazie per l’articolo, veramente bello!

    • Stefano ci dice:

      Grazie Cesare, e in bocca al lupo con la tua dieta! Non lo faccio per deprimerti, ma ti ricordo che più avanzi con la dieta e più diventa difficile: il grasso brucia molte calorie a riposo.

      P.S. Interessante il tuo sito, accetti guest post? :)

  9. Ah, nessuna depressione, so bene che più si va avanti e più è difficile perdere peso, per questo mi è piaciuto tanto il tuo post, ne parli con franchezza e questa è una cosa che spesso viene omessa anche da dietologi e nutrizionisti che pur lo sanno molto bene. io mi sento benone, ho fatto il mio primo calo in serenità e adesso continuo a calare con una media di circa mezzo chilo a settimana. Che francamente mi va benissimo. Adesso vedrò con la dietologa se è il caso di provare a velocizzare riducendo ulteriormente ma a me non ve nemmeno male così :-)

    Se accetto guest post? Molto volentieri, gradisco anche molto gli scambi di link :-) a presto! Cesare

    • Stefano ci dice:

      Mi piace molto il tuo atteggiamento mentale Cesare, sono sicuro che ce la farai!

      Mezzo chilo alla settimana non è molto, ma se mantieni il ritmo puoi andare avanti così. Poi man mano che cali di peso riduci anche il cibo, poiché la riduzione del grasso porta a cambiamenti ormonali che riducono il senso di fame. Oltre a questo c’è anche l’abitudine, che gioca un ruolo importante.

      Per contrastare la perdita di peso e il conseguente calo del metabolismo, puoi iniziare ad andare in palestra. Cose leggere per mantenere la tonicità dei muscoli, che male di sicuro non fa.

  10. Fabrizio ci dice:

    Bell’articolo! :)
    Se posso dare un consiglio, per quanto riguarda la motivazione, io la vedo così:
    Il cibo è un po’ come una sorta di “medicina”… Sono cose che hanno proprietà nutritive e, grazie a dio, hanno un sapore che ci motiva a nutrirci… forse se le cose non avessero sapore saremmo meno motivati a mangiare… boh ^_^ Quindi vanno usati come tali… e così come troppi medicinali possono fare male e causare degli effetti indesiderati, per il cibo vale la stessa cosa..
    Il fatto è che prendiamo il cibo ed il mangiare con MOLTA superficialità… mentre invece è un qualcosa di, diciamo così, “sacro”.
    Molto spesso si mangia per noia, o per intrattenersi con gli ospiti o amici..
    Anche i pranzi e i cenoni di natale.. Ci sono periodi in cui si mangia in modo spropositato.. Ed è assurdo se ci pensiamo che facciamo cose del genere… Purtroppo questo è dato dal fatto che non c’è educazione alimentare e non si da un senso vero e proprio alla nutrizione.
    Sappiamo che dobbiamo mangiare ma non sappiamo né quantità, né qualità e nemmeno perchè mangiare una cosa invece che un’altra..
    Io ho “meditato” abbastanza su questo.. e da qui mi è venuta fuori la motivazione. E’ vero anche che da un momento all’altro non posso cambiare totalmente perchè la mente deve “digerire” il concetto.
    Infatti non nego che ogni tanto mangio qualche porcheria o mangio ad orari strani (in compagnia, come spaghettata a mezzanotte) o ancora bevo alcolici… ma è anche vero che quando lo faccio prima di farlo mi sento “male” nel senso che so che quello che sto facendo non è bellissimo per la salute del mio corpo.. infatti, il giorno dopo, riprendo normalmente facendo un po’ di attività fisica in più..
    In sintesi (scusa per il commento lunghissimo D: ):
    La mia motivazione nasce diciamo dal senso vitale del nutrirsi e non dal senso superficiale fine a se stesso che è inutile se non dannoso :)
    Fosse stato solo inutile va bene… ma dato che sappiamo tutti che un’alimentazione superficiale è dannosa.. allora no, grazie ;)
    Ci può stare qualche volta di fare degli strappi alla regola.. ma solo se si riesce a controllarli sensa ASSOLUTAMENTE farsi controllare da essi ;)

    • Stefano ci dice:

      Grazie per il commento Fabrizio, anche io ho una motivazione simile alla tua. ;)

      Anche se bada bene, qualsiasi estremo va evitato. Ieri ho mangiato una torta piena di zucchero, tre giorni fa un’altra al cioccolato, e una birra (o due, o tre) ci sta qualche volta.

      Le eccezioni non contano, il corpo umano è fatto apposta per tenersi in forma. La cosa importante è mantenere in generale un’alimentazione sana, così fra un’eccezione e l’altra il corpo è in grado di rimettersi a posto. :)

      • Fabrizio ci dice:

        Giusto.. infatti quando faccio lo strappo alla regola lo faccio per non sentirmi forzato.. altrimenti potrei sentirmi frustrato e questo potrebbe portare a farmi fare il contrario.. mentre invece se qualcosa mi va mi do una piccola soddisfazione “mentale”, anche se razionalmente vorrei evitarlo, ma almeno lo faccio per la mia “psiche” ( xD ) in modo da sentirmi sereno nel seguire un’alimentazione che tende ad esserre più sana ;)

  11. Fabio ci dice:

    io potrei fare la guida come ho perso 35 kg in meno di 5 mesi…

    • Stefano ci dice:

      Non è una gara Fabio, l’importante è perdere peso senza rimetterci in salute. Il dimagrimento troppo veloce può essere dannoso. ;)

      • Anonimo ci dice:

        La tua dieta e perfetta mi chiedevo soltanto perché hai detto che le patate i ceci i fagioli fanno ingrassare però sulla tua dieta li mangi..?

        • Stefano ci dice:

          Dipende dalla quantità. Se ne mangi a tonnellate, anche questi alimenti fanno ingrassare (i legumi perché altamente calorici, le patate perché assorbono qualsiasi grasso gli metti sopra). D’altra parte sono pieni di nutrienti, quindi vanno mangiati.

  12. Fatima ci dice:

    Wow grazie mille ti ringrazio di cuore, questo sito e super fantastico, i miei piu profondi complimenti!!!

    • Stefano ci dice:

      Grazie Fatima, non dimenticare di iscriverti alla newsletter per ricevere sempre gli ultimi articoli via email! :)

  13. Stefano ci dice:

    Mi piace! Sono già in dieta, ma già praticavo sport per conto mio…ma su Mindcheats.net non mancano mai piccole chicche che prima non conoscevo!

    • Stefano ci dice:

      Se fai sport e non esageri col cibo, non ti serve stare a contare le calorie per rimanere nel peso forma. L’importante è la salute, non la bilancia. Continua così! :)

  14. Ciao, solo una domanda, perchè i frullati fanno male? Di che tipo frullati parli? Quelli di frutta o altri?
    Molte grazie ;)

    • Stefano ci dice:

      I frullati che trovi al supermercato contengono una parte di frutta e un mare di zuccheri aggiunti, coloranti, cibi processati e cose così. Anche le spremute 100% frutta sono spesso dei concentrati, che aggiungono calorie inutili.

      La spremuta che ti fai a casa non fa male, ma se sei in dieta ferrea meglio la frutta fresca: aumenta il senso di sazietà con meno calorie. :)

  15. caro stefano,
    io non ho ne facebook ne twitter, ma ho detto alle miei colleghe del tuo sito perchè mi è piaciuto davvero e lho trovato utile. Un po meno l’articolo su come imparare l’inglese…(forse perchè non ci sono ancora riuscita!:).
    ti faccio i miei complimenti e ti ringrazio sinceramente per l’aiuto che ci stai dando, motivandoci!

    • Stefano ci dice:

      Come un po’ meno, ma se è l’articolo più apprezzato di tutti. :D

      Comunque grazie mille Rula, apprezzo molto il tuo aiuto!

      • Anonimo ci dice:

        Intendevo dire che ancora non sono riuscita a mettere in pratica i tuoi consigli sull ‘inglese, non che erano inutili!:)

        • Stefano ci dice:

          Allora forza, significa che non sei riuscita a trovare la tua passione. È l’unico aspetto “difficile”, tutto il resto è divertente. :)

  16. Valeria ci dice:

    Ciao Stefano :) é ormai da qualche mese che seguo i tuoi articoli, e ogni volta mi meraviglio della serenità con cui affronti ogni argomento, dal lavoro, al sonno, all’alimentazione… Proprio a proposito di questo vorrei farti alcune domande. Negli ultimi 6 mesi ho deciso di eliminare tutte le calorie “vuote” e limitare al massimo il consumo di cibi come dolci, pane e pasta (anche se so che, per quanto riguarda la pasta, eliminarla quasi del tutto é un errore). Non sono mai stata in sovrappeso ma volevo eliminare quei 5 chili di troppo che mi facevano sentire a disagio. Contavo le calorie ogni giorno e mi concedevo un giorno di sgarro alla settimana. Il mio consumo di frutta e verdura é aumentato in modo esponenziale :) Peró adesso mi trovo in difficoltà a “smettere” questa sorta di dieta, che si aggira sulle 1400 calorie al giorno, per paura di rimettere su peso. Allo stesso tempo so che mantenere per sempre questo apporto calorico giornaliero potrebbe danneggiarmi, anche perché ho solo 18 anni. Vorrei avere un rapporto migliore con il cibo e spero che tu mi possa dare alcuni consigli, magari su come aumentare gradualmente le calorie giornaliere. In ogni caso grazie, e continua così! :)

    • Stefano ci dice:

      Ciao Valeria, quanto sei alta e quanto pesi? Prima di tutto vediamo la situazione di partenza. :) 1400 calorie sono poche, il limite minimo che separa la dieta da un principio di anoressia. Se sei senza grasso il tuo metabolismo si sta arrestando perché non c’è abbastanza carburante, comincerai a sentirti debole e non riuscirai a fare sforzi fisici. Per aumentare le calorie c’è un metodo semplice: usa olio di oliva. Per arrivare a 1400 calorie ne usi zero o poco più, ogni cucchiaio ha più di 100 calorie. Uno a pasto e sono 200 calorie di grassi essenziali, già quello è un inizio. Puoi recuperare altre 200 calorie dalla colazione, che probabilmente hai tagliato drasticamente. Metti 200 calorie di proteine (latticini, formaggi, carne, uova, pesce) e con l’olio arriviamo a 1800, già un livello più accettabile. :)

      • Valeria ci dice:

        Sono alta 1 metro e 62 e peso 48 kg (secondo il BMI sarei sottopeso, anche se io mi sento bene così, pur non volendo dimagrire di più). Quest’estate avvertivo quella stanchezza di cui parli, soprattutto perchè spesso ingerivo anche solo 1200 calorie al giorno (e effettivamente, avendo fatto nuoto agonistico fino all’anno scorso, mi riuscirebbe impossibile anche solo immaginare di fare sforzi fisici con così poche energie a disposizione). Partirò proprio dalla colazione, che fino ad ora si era ridotta a un frutto e un caffè o uno yogurt (cosa che ho capito essere l’errore peggiore). Spero di riuscire a “risvegliare” il mio metabolismo senza prendere troppo peso. Grazie per avermi risposto così velocemente :) Ciao!

        • Stefano ci dice:

          Non sei così sottopeso, dopotutto! Due chili in più e sei a posto. Aggiungi dell’attività fisica (3-5 ore alla settimana) e il metabolismo risorgerà.

  17. fiore ci dice:

    Complimenti (ne avrai gia’ ricevuti chissà quanti)ma io te li faccio ugualmente.
    Mi hai stupito, e ti dirò di piu': credo più a te che al mio nutrizionista.
    Grazie 1000

    Fio’

    • Stefano ci dice:

      Alcuni nutrizionisti sono rimasti ancorati a dei modelli vecchi mezzo secolo e non gliene frega niente di aggiornarsi, dall’altra parte uno bravo è anni luce avanti a me… Tutto dipende. Grazie della fiducia comunque! :)

  18. E via con la dieta! Da ora basta schifezze, si cambia! Ho solo una perplessità, le quantità! Per esempio il pane alla mattina con la marmellata in che quantità? A pranzo o a cena la pasta o il riso? Verdure illimitate giusto? E i formaggi? Scusa per le continue domande ma voglio essere sicura di intraprendere un percorso giusto!

    • Stefano ci dice:

      Ciao Lisa, online trovi gratis tutte le tabelle nutrizionali che vuoi, metti un limite alle calorie giornaliere e basati su quello per creare una dieta. La bilancia è indispensabile.

      In generale ti consiglio di mangiare sempre delle proteine e dei grassi ad ogni pasto, soprattutto le proteine a colazione, perché ti fanno sentire meno la fame. I cibi col minor numero di calorie per 100 grammi sono i migliori (quindi i formaggi sono per la maggior parte esclusi, tranne Jocca e ricotta).

      In bocca al lupo. :)

  19. Anonimo ci dice:

    Grazie per questo articolo. Oggi dopo essermi pesato sono rimasto scioccato: ho preso 3 chili nell’arco di due mesi. Ecco perché ho intenzione di intraprendere una dieta ferrea per dimagrire,perdere almeno 10 chili non importa in quanto tempo.

    • Stefano ci dice:

      Allora sei sul sito giusto! Comunque ricorda che il tuo peso oscilla anche di 2 chili a seconda della fisiologia e dell’idratazione, puoi avere una stima realistica solo pesandoti ogni settimana alla stessa ora del giorno. :)

  20. Anonimo ci dice:

    Torno a commentare. Dopo le abbuffate natalizie e festive,il mio peso è rimasto stabile. Da qualche giorno sto attento alla linea e mi muovo di più: ho perso circa un chilo. Il mio obbiettivo è perderne una decina,8 sarebbe l’ideale. Ho eliminato gli zuccheri da ormai una settimana e mi sento molto meno gonfio. Mangio tantissima frutta (a scuola,a casa per merenda) e yogurt. I due pasti di cui ho paura sono il pranzo e la cena. A pranzo mangio di solito 80 grammi di pasta,seguiti da un secondo leggero. A preoccuparmi sono i condimenti. Vorrei acquistare pasta integrale,ma alcuni membri della mia famiglia non sono d’accordo,perciò sto pensando di farmela cuocere a parte,almeno per provare. Un tempo la mangiavo spesso,ora mai. Comunque,vorrei sapere la quantità giusta di condimenti per la pasta. Poi,la cena. Solitamente carne o pesce,accompagnati da verdure fresche o cotte. La carne va bene di tacchino o pollo? Detto questo,lo sport. A marzo inizierò un corso di nuoto,ma per ora non faccio niente. Questa settimana ho cominciato a fare delle passeggiate. Cammino su un percorso di circa 3 chilometri e da lunedì lo farò ogni giorno. E’ una buona alternativa ad uno sport? Grazie e scusa per il papiro :)

    • Stefano ci dice:

      Sembra che tu sia sulla strada giusta! Già tagliando i dolci hai fatto un grande passo avanti. Il condimento è vero, quello ti frega spesso. Evita i soffritti e calcola le calorie per qualsiasi cosa aggiungi alla pasta: l’olio di oliva è uno degli alimenti più salutari del mondo ma anche uno dei più calorici, quindi usalo con attenzione.

      La camminata non è un sostituto allo sport, al massimo è un aiutante di secondo piano. Corsa, bici (un po’ di meno) e nuoto sono le uniche tre attività dimagranti serie.

      • Anonimo ci dice:

        Grazie! E per quanto riguarda la carne? Qualche notizia? Per ora l’unico “sport” che posso praticare è la passeggiata pomeridiana. Massimo la domenica salgo sulla bici,ma correre proprio no. D’inverno non mi è mai piaciuto ed ogni volta che uscivo prendevo un malanno. Dovrò attendere marzo per uno sport più serio.

        • Stefano ci dice:

          Devi coprirti bene, non troppo né troppo poco, se vuoi correre in inverno. Devi arrivare al punto di non avere freddo una volta che ti scaldi, ma senza essere sudato. La carne è un componente fondamentale di una dieta equilibrata, ma senza esagerare: due o tre volte alla settimana è perfetto. Non fa differenza fra bianca e rossa, basta che sia magra (quindi il cavallo è ottimo, il maiale no).

  21. Paola ci dice:

    Ciao Stefano, ho letto l’articolo e lo trovo molto bello e anche leggere tutti i commenti con risposta danno ulteriori informazioni. Complimenti!

  22. Come non darti ragione? Io ho seguito una dieta identica, più che una dieta devo dire uno stile di vita e persi 25 chili.
    Parliamo di qualche anno fa. Ero felice, finalmente in forma, stavo bene. Chi se ne fregava se ero magra, a me importava solo stare bene.
    E cosi ho pensato…ehi, ho finito.
    Sbagliato.
    Sbagliatissimo. Col senno di poi, con quasi trenta chili rimessi e tanto senso di frustrazione e fallimento dico a tutti che la prima cosa da fare é capire ( almeno quando si hanno problemi come il mio) che é uno stile di vita da non mollare mai e non concedersi pause con se stessi.
    Oggi sono qui a scrivere e a pesarmi il cibo, a rientrare nell’ottica di smetterla di nuocermi e farmi finalmente del bene… E nel mio caso di piantarla di giustificarmi.
    Grazie per avermi ricordato tutto questo.

    • Stefano ci dice:

      Prego Ale. Essere in forma è un segno di rispetto verso il corpo e la vita, io non riesco più a concepire l’essere sovrapeso. Mi piace essere in grado di correre, saltare e fare sport senza avere il fiatone dopo un minuto.

      • Beh, anche io da dimagrita mi dicevo le stesse cose.
        Peccato che la vita sia più difficile di un autoconvincimento.
        me ne frega poco di correre e saltare, e dimostrare a me stessa di essere una super donna, e parli con una che ha fatto triathlon per anni.
        Le cose importanti sono altre, questo mi permetto di dirtelo.

        • Stefano ci dice:

          Ad esempio stare bene con sé stessi? Che è proprio il risultato che ho ottenuto tornando in forma. E dubito di essere l’unico.

  23. Manina ci dice:

    Che bell’articolo! :) Molto più serio di tanti, tanti altri. Forse manca un riferimento al biologico, che spesso cambia le cose (es. un succo col 40% di frutta biologico spesso è molto meglio di uno con una percentuale maggiore ma non biologico, proprio perché nel biologico “onesto” mancano le schifezze chimiche di cui giustamente parli), ma è solo una mia idea personale.
    Mi piacciono tanto i consigli che dai per lo sport (nella corsa non conta la velocità, sauna inutile, ecc.), perché quando si parla di dieta e fitness queste cose vengono sempre tralasciate, e invece sono importantissime: si vede che non sei una persona superficiale!
    Un consiglio che darei a chi volesse cominciare a seguire questo tuo ottimo “programma”, però, è di dare in beneficenza le merendine &co di cui ci si deve sbarazzare, invece che buttarle: è verissimo che togliersele di torno è un investimento, ma già 1/3 del cibo mondiale finisce nella spazzatura, e imparare a riciclare è importante. :)

    So che non sei né un dietologo né un personal trainer, ma io chiedo comunque consiglio – a te o ad altri che leggeranno il commento: che tipo di sport (soprattutto) e alimentazione potrebbero essere più adatte ad una ragazza assolutamente normopeso che però ha bisogno di tonificarsi, rinforzare i muscoli e ri-sistemare le articolazioni? Un’attività che mi restauri, insomma. :P So che l’ideale sarebbero ciclismo o nuoto, ma il primo è impraticabile nella mia città e il secondo non lo sopporto: adoro stare in acqua, ma essendo timida e sgraziata odio la sensazione fra i piedi dei professionisti che nuotano a velocità disumane.
    Ho pensato al pilates, ma un’idea in più è sempre meglio di una in meno :)

    Complimenti per questo sito, continua così!

    • Manina ci dice:

      Non mi ero resa conto di aver scritto così tanto, scusate la prolissità…!

    • Stefano ci dice:

      Ciao Arianna, ti consiglio l’attività più naturale: correre! Tonifica bene i muscoli delle gambe, glutei e il “core” (zona addomoinali). Migliora il sistema vascolare e respiratorio. Anche per le articolazioni, se sei normopeso non avrai problemi (ma lo sport più benefico per questo aspetto rimane il nuoto). Se vuoi migliorare l’azione tonificante fai corda una o due volte a settimana.

      Mi raccomando di correre fuori e non sul tappeto in palestra: quella è una finta corsa! ;)

      • Manina ci dice:

        Alla fine una botta di …ehm… posteriore ha risolto il problema: una mia amica pigrona mi ha regalato 40 lezioni di pilates che aveva comprato con un coupon :D Sono contenta perché penso che mi potrebbe aiutare anche coi problemi di postura e con le rigidità date dalla sedentarietà, e spero che oltre a tonificarmi un po’ mi dia modo di rilassarmi.
        La corsa sarebbe stata un’ottima attività, ma rimaneva il problema delle piste ciclabili, anche se comunque non erano indispensabili. Magari una corsetta a settimana però la farò lo stesso, fosse anche per prendere il treno quando sono in ritardo ;)

        • Stefano ci dice:

          Perfetto. :) L’importante è fare quello che più ti piace, non guardare solo l’efficienza tecnica.

  24. Miryam ci dice:

    ho letto il tuo articolo davvero molto interessante e ho deciso di seguire la tua linea guida! ho già iniziato a dire la verità perchè voglio tornare informa per stare bene con me stessa e per completare una carriera universitaria che sta andando a meraviglia,purtroppo io soffro di un problema legato all’insulina ,ne produco troppa e quindi brucio gli zuccheri al doppio della velocità col risultato che abbassandosi velocemente ho sempre fame e mi sento sempre come se non avessi immagazzinato energia,la mia ex dietologa mi disse di fare sei pasti al posto di cinque e di inserire un quadrato di cioccolato fondente al giorno ..dici che potrebbe andar bene lo stesso?!

    • Stefano ci dice:

      Ciao Miryam. Io non sono un dietologo, sono un tizio che ha perso peso con una strategia basata sui libri che ho letto. Non ho la preparazione di un medico e non mi sento di consigliare qualcosa di diverso rispetto a quanto consigliato da un professionista. :)

  25. Luca ci dice:

    Salve,
    un appunto di carattere biologico: nell’articolo si dice che “Le calorie vuote sono quelle che apportano calorie (e quindi ti fanno ingrassare) senza però apportare nutrienti, e quindi non placano l’appetito. Anzi, nel caso degli zuccheri aggiunti contribuiscono a farlo crescere!”.
    Ma per apportare calorie è necessario apportare nutrienti (carboidrati, proteine o lipidi); anzi, lo zucchero raffinato è nutriente puro, senza nient’altro (solo saccarosio -disaccaride-, con i monomeri glucosio e fruttosio). Semmai, forse, intendevi dire “micronutrienti” (sali minerali, vitamine…). Ma anche in questo caso desumere da ciò che non plachino l’appetito non è corretto.
    Se consideriamo gli alimenti al 100 % di un carboidrati o lipidi (esempio: zucchero, olio) sono poco estremamente poco sazianti e per questo non placano l’appetito. Nel caso del saccarosio poi c’entra anche il discorso sull’indice glicemico (diverso dal carico glicemico!).
    Non comprendo poi perchè annoverare tra le “calorie vuote” (termine comunque obsoleto) i “grassi solidi”: che differenza, a livello energetico, intercorre tra burro chiarificato, strutto, olio extra-vergine d’oliva, olio di palmisto raffinato (tutti sono 100% in lipidi) ? Una differenza è, non energetica bensì composizionale, le diverse percentuali di acidi grassi (saturi, monoiinsaturi, poliinsaturi).

  26. angelica ci dice:

    Ciao ho seguito anche io una dieta simile guasi in 8mese ho perso 16 chili pero guasi 2mesi sono ferma non riesco scendere ne anche 200grami.cosa devo fare? Grazie. Angelica

    • Manina ci dice:

      Angelica: probabilmente sei arrivata al tuo peso forma, e il tuo corpo si è fissato su quel peso lì…in questo caso va benissimo così, non bisogna per forza continuare a dimagrire, anche perché altrimenti va a finire che ti annulli :’D

    • Stefano ci dice:

      Ciao Angelica, come sono peso a altezza? Potresti non perdere più peso perché sei al limite, o perché una dieta troppo drastica ti ha fermato il metabolismo (ma non credo nel tuo caso).

  27. ciao anche a me è piaciuto molto il tuo articolo infatti io sono una mamma di 30 anni e faccio una vita molto sedentaria e dovrei dimagrire come minimo 15kg sono alta 1 55 e peso 64kg vorrei un consiglio intanto vorrei iniziare la tua dieta sperando di vedere dei buoni risultati. Ma tu nella tua dieta non hai messo le quantità sopratutto nel pranzo e nella cena cmq grazie x avermi ascoltato spero su una tua risposta

    • Stefano ci dice:

      Ciao Tamata, non ho messo le quantità perché dipendono da quello che consumi: io ho un farbisogno calorico sulle 3000 calorie, quindi mangio come un dannato anche se voglio dimagrire. Se tu bruci 2000 calorie hai altre quantità. Inizia a formarti una coscienza alimentare (ossia leggi manuali sull’argomento), poi usa i miei consigli per creare la tua dieta. Scegli la quantità in base al tuo farbisogno calorico, non è difficile. Inizia da questo ottimo sito: http://www.albanesi.it

      Se hai altre domande chiedi pure. :)

  28. Clara ci dice:

    ciao, mi piace moltissimo quello che scrivi in questo blog ed è molto interessante. Ogni volta che mi ritrovo a leggere qualcosa che mi stimoli a dimagrire questa energia mi abbandona dopo 2-3 giorni. Quando sento che la voglia di dolci prende il sopravvento cerco di ricapitolare tutte le ragioni per cui voglio dimagrire, ma ogni volta non reggono abbastanza. Il fatto è che dopo un po’ perdo la determinazione e bisogno di essere stimolata in continuazione. Come posso fare a mantenere la stessa passione senza ricadere nel malsano vortice dei dolci?

  29. gerry ci dice:

    Ciao stefano,
    mi ha fatto molto piacere leggere il tuo articolo sono le cosa che anch’io autonomamente sto applicando da 7 mesi.
    Sono alto 1,75 ho 48 anni pesavo 96 kg ora seguo una fatta da me che ricalca sostanzialmente le tue linee guida, faccio attività sportiva moderata 3 sedute di running da 8 km ed un giorno di sci, ora peso 78 kg .
    Leggendo per caso il tuo articolo ho scoperto che tu avevi messo nero su bianco quanto ho praticato in questi mesi e mi ha fatto molto piacere scoprire anche qualcun altro faceva la stessa cosa

  30. PAOLA ci dice:

    CIAO,
    bellissimo articolo, condivido cio’ che è scritto.
    Aggiungo, se posso, dalle mie ricerche altri 2 punti:
    -bere molta acqua (2 litri al giorno)
    -rallentare…mangiare lentamente, siamo portati x la vita di ogni giorno a fare tutto in fretta!
    Che ne pensi?
    p.s. non riesco a condividere questo articolo su fb, mi aiuti?
    Ciao Paola

    • Stefano ci dice:

      Ciao Paola, ottimi anche i tuoi consigli. Per condividere l’articolo su Facebook puoi copiare l’indirizzo e copiarlo direttamente in un nuovo messaggio in Facebook. Grazie per l’aiuto. :)

  31. Emilio ci dice:

    la dieta macrobiotica funziona per perdere peso?

    • Stefano ci dice:

      L’unica cosa che conta sono le calorie ingerite contro quelle consumate. Se la macrobiotica apporta una buona qualità di nutrienti, va bene come le altre.

  32. Silvia ci dice:

    Anch’io ho perso in 5 mesi 21 kg, mi hanno detto tutte le cose che hai scritto tu ho fatto una dieta da 1400 calorie al giorno il fatto è che qundo i kg sono tanti da perdere all’inizio dimagrisci velocemente e questo incentiva ancor di più perchè da soddisfazione, se qualcuno che vuole dimagrire parecchio dovesse leggermi, dico solo inizia e vedrai che i risultati immediati ti daranno la soddisfazione che ti terrà lontano dal desistere…inizia inizia sarai non solo più piacente ma sano meno probabilità di infarti di diventare diabetico ecc…inizia perchè si campa (vive) una volta sola.

  33. Simona ci dice:

    L’articolo è fatto veramente bene, molto utile, a parte alcuni punti dove non mi trovi d’accordo, ma sono proprio sciocchezze!
    Volevo invece chiederti: io sono a “dieta” già da 2 mesi e mezzo quasi 3, mangio sano, ma purtroppo faccio poca attività fisica, per questioni di tempo e..lo ammetto non ho quasi mai voglia !! E qui arrivo alla domanda, ho perso 8 chili in questo lasso di tempo, sono giusti o troppo pochi ? sono sulla buona strada?
    Sono molto motivata e in fatto di alimentazione non sgarro, mangio un sacco di verdure, pesce e carni magre, non mangio spesso la pasta, ma non la mangiavo neanche prima, preferisco il riso (basmati ^^) e mangio frutta due volte al giorno. (ah la mangio spesso di sera dopo cena è un male? )
    Spero riuscirai a chiarirmi le idee ahah
    Ciao!

  34. Miriam ci dice:

    Stefano concordo su tutto, spero di riuscire a perdere almeno 5 kg non di più peso 59 kg, sono alta 1.61, ho 58 anni e non voglio dimagrire troppo in viso. Da questo inverno inizierò un corso di acquagym per tonificarmi. Incrocio le dita e complimenti per il tuo articolo.

  35. Serena ci dice:

    A parte il fatto che ho guardato quell’immagine mentre addentavo una brioche con la nutella e mi ha letteralmente IMPRESSIONATA (ma la brioche l’ho mangiata lo stesso :P )… non ho particolari problemi di peso, ma visto che ormai ti leggo sempre ho letto anche questo post :)
    A parte l’acqua, che ti sei dimenticato di mettere, ho un appunto importantissimo: in periodi di crisi o meno, nella spazzatura non si butta niente di commestibile che non sia andato a male u.u
    Piuttosto portate le schifezzelle in una mensa dei poveri, qualcuno di sicuro apprezzerà nonostante l’indice glicemico ;)
    Ancora, due consigli personali:
    1) se non si hanno particolari problemi di stomaco, bere tanto tè verde (2 tazze al giorno è l’ideale)…accelera il metabolismo (è anche ottimo per la prevenzione del cancro, il controllo del colesterolo e un sacco di altre cose)
    2) iscriversi ad un corso di yoga (aiuta sia il fisico che la mente)!

    Complimenti ancora una volta per il tuo blog (non è che la prossima volta ci presenterai qualche nuovo aggeggio mediashopping per addominali da paura? :P )!

    • Stefano ci dice:

      Ciao Serena, grazie del consiglio! All’acqua non ci ho pensato ed è vero, dovrei aggiungerla. Anche se non “purifica” e di per sé non ti fa perder peso, bere di più è sempre una buona cosa soprattutto in estate.

      Il thé verde è un ottimo rimedio anche se personalmente preferisco non berlo: non sono un fan della caffeina. :P

      P.S. Ma che aggeggi e aggeggi, per tirare su i muscoli devi faticare! ;)

  36. Matilde ci dice:

    Ciao! Non sono d’accordo soprattutto su una cosa…non si può dire a prescindere quanti chili si dovrebbero perdere al mese (tu parli di uno a settimana quindi circa quattro al mese), in quanto è un fattore che dipende da variabili di natura estremamente soggettiva. Io per esempio, nel primo mese di regime alimentare fornitomi da una nutrizionista, ho perso 6,3 kg, e facendo la misurazione della massa grassa in rapporto con la massa magra ho potuto constatare che la massa muscolare non era minimamente stata intaccata, anche perché non ho mai smesso di mangiare! Altra cosa, non è vero che non serve un professionista, quando si devono perdere dai 25 chili in su affidarsi a un nutrizionista o a un dietologo è fondamentale, ti seguono sia dal punto di vita professionale sia da quello umano, sono soldi spesi bene a lungo termine! Comunque complimenti per il tuo traguardo, la dieta è un fattore talmente soggettivo che ognuno trova la propria formuletta magica, io ho perso 10 chili in due mesi e sono a metà dell’opera, e sto benissimo :)

    • Ciao Matilde,
      non sono d’accordo sulla “necessità” di affidarsi ad un professionista per perdere 25 chili (non è certo un dimagrimento “estremo”. Tanti sedicenti professionisti propinano il medesimo piano alimentare a decine di pazienti, quindi alla fine è meglio costruirsi una coscienza alimentare. In questo modo io, come Stefano, ho perso quei chili autonomamente. Quello che conta è la gradualità e non avere fretta.
      Un saluto

      • Anonimo ci dice:

        Ciao Gianluca! Sicuramente sono punti di vista,ma solo un professionista a mio avviso può darti una mano. Certo se uno si affida a dei sedicenti professionisti in tutti i campi,non solo nella dieta,si troverà male! Comunque ognuno come ho detto trova il suo equilibrio,e può anche non prevedere un supporto professionale,l’importante è riuscire e raggiungere l’obiettivo!:)

    • Stefano ci dice:

      Ciao Matilde. È vero, il rateo di perdita del peso varia a seconda dei casi, ma 4 kili al mese è un bilanciamento perfetto fra velocità, salute e psicologia. È anche la differenza calorica massima che mi sento di consigliare senza l’aiuto di un esperto. Anche se sì, soprattutto quando il peso da perdere è tanto, si può iniziare più velocemente. Non sono preparato quanto un dietologo, quindi mi tengo questo margine di sicurezza per non fare errori.

      Complimenti anche a te. :)

  37. Antonio ci dice:

    Ciao,

    solo per dire che mi ritrovo sulle indicazioni della dieta. Io in 2 anni ho perso 45kg circa ed ora sono un’altra persona.
    Mi permetto di consigliarvi oltre che il thè verde, la curcuma, il cacao magro ed il magnesio carbonato. Sono validi alleati per una vita migliore e sana.
    La curcuma è un potente antinfiammatorio naturale, il cacao magro è ottimo per il cuore ed il magnesio per muscoli e nervi. Naturalmente senza abusare (bastano 200-240mg / die).

    Oggi non ne potrei fare a meno.

    P.S. ho 43 anni e non faccio molta attività fisica

  38. Silvia ci dice:

    E’ vero! per perdere peso ci vuole una buona motivazione e non concederti delle giustificazioni. Ho perso i miei primi chili ed è incoraggiante vedere l’ ago della bilancia spostarsi verso sinistra.

  39. Maddy ci dice:

    Ciao Stefano,
    grazie!
    è questo ciò che voglio dirti :)
    Mi piacerebbe riuscire a scriverti tra qualche tempo dicendoti che anche io ce l’ho fatta! Ce la voglio fare!

    Un abbraccio
    Maddy

  40. Ciao, Stefano, grazie per l’interessantissimo articolo.

    Sono a dieta da due mesi e ho perso 9 kg circa.

    Faccio 5 pasti leggeri al giorno, ho cambiato completamente abitudini, prima mangiavo un sacco di formaggi grassi e bevevo sia a pranzo che a cena (due bicchieri di vino o vino o una birra).

    Ho eliminato alcolici e formaggi grassi, bevo moltissimo, faccio tisane drenanti e mi rimpinzo di seitan per assumere proteine, visto che sono vegetariana da vent’anni e non ho alcuna intenzione di tornare alla carne.

    La mia giornata tipo: a colazione mangio latte ad alta digeribilità con cereali, oppure tè verde con due fette biscottate e un filo di marmellata a fragola; a pranzo mangio sempre una porzione di verdura (carote, barbabietole, patate, spinaci ecc.) con una fetta di seitan alla piastra e a fine pasto due fette di ananas al naturale, a cena prendo o una porzione di Jocca, o una fetta di seitan, oppure un cono gelato a frutta se vado a fare una passeggiata e so che camminerò molto. I due spuntini di metà mattinata e matà pomeriggio li faccio con 1 barretta dietetica Misura, Kellogg’s ecc. roba da 95 calorie a barretta. Bevo due tisane al tè verde al giorno (oltre a quello che a volte prendo a colazione)e una decina di bicchieri di acqua naturale.

    Mi chiedevo: per un mese e mezzo ho perso costantemente circa 200/400 grammi al giorno, poi è arrivata una fase di stallo durata una decina di giorni in cui mi ero attestata su di un peso e non calavo più.
    Inspiegabilmente, senza modificare la dieta ma quasi mangiando un pochino in più, da domenicascorsa , in soli due giorni, ho perso un chilo. Mi pare troppo, soprattutto perché non ho diminuito le dosi di cibo. Devo preoccuparmi? Da cosa dipende?

    Grazie :)

    • Stefano ci dice:

      Ciao Myriam. La tua dieta mi sembra ottima, per quanto riguarda il modello vegetariano (che non approvo sul punto di vista nutrizionale, ma rispetto come scelta). Ti consiglio di variare la dieta per quanto più possibile, in questo modo non dovrai preoccuparti dei vari micronutrienti. Anche il tuo ritmo è ottimo, 9 chili in 2 mesi.

      È normale che il tuo peso si sia stabilizzato, perché più cali e meno calorie consumi. Ti consiglio di fare sport, almeno 3 ore a settimana, per stimolare il corpo a bruciare più calorie. Non preoccuparti dei dimagrimenti fittizi, quelli sono dati dai diversi livelli di idratazione e digestione durante la giornata: puoi guadagnare o perdere anche 2 chili in funzione di questi elementi. Non farti fregare dal peso, resta sempre idratata e concentrati piuttosto sulla massa grassa.

      P.S. Interessanti le tue ricette. ;)

      • Myriam ci dice:

        Grazie :) Senza variare nulla, in tre giorni ho però però due chili e siccome mi sembrano troppi oggi mi concedo una pizza a pranzo ;)

  41. carissimo Stefano ho letto il tuo blog perche’ sono in cerca di dimagrire sono gia’ 8 mesi che ci provo ma invece sono aumentata di peso ecco la mia situazione e’ questa: non posso muovermi molto per una operazione alle ginocchia che mi ha lasciata incapace di camminare molto bene , quello che tu dici di mangiare piu’ o meni losto gia’ seguendo any suggestion????grazie

    • Stefano ci dice:

      Ciao Maria, ti consiglio comunque di fare attività aerobica per smaltire calorie, ti consiglio il nuoto che non sforza le articolazioni. Per farti una coscienza alimentare maggiore, ti consiglio Albanesi.it. :)

  42. Io ho iniziato la diete un mese fa e sono sotto di 4 kg! mangio molto di meno, ho imparato a mangiare insalata, rughetta, pomodori, uova sode, tonno, tutta roba che prima schifavo, ma che ora mi sto rendendo conto che è anche buona! vado a correre quasi ogni giorno una mezz’oretta e mi sento molto meglio con me stesso! Certo se ogni tanto mi si chiede di andare a mangiare una pizza non rifiuto, ma sono entrato in una mentalità che se devo sgarrare non devo eccedere! (invece che 100gr di pasta, me ne mangio 150-170) e penso che sia sbagliato abbuffarsi pure per una sola volta! perche poi ti sentirai autorizzato a rifarlo! Comunque è un OTTIMO articolo perche io l ho letto solo ora e in linea di massima sto rispettando tutto il contenuto senza consulto di dietologi che ti fregano solo i soldi e tutti quelli che ho sentinto che ci sono andati hanno risolto ben poco. Voglio ribadire una cosa: La cosa più importante è il cervello! se ti ci metti di testa e non cadi in tentazione ce la puoi fare benissimo, TUTTI ce la possono fare, se invece non ti ci metti sarà solo una delusione! Io sto all’inizio ma so di farcela a raggiungere il mio obbiettivo! ho iniziato da 82kg(h170cm) ora sto a 77.5 e voglio arrivare sui 68-70! e come dice il titolo MENS SANA IN CORPORE SANO!!! Ciao Stefano e grazie per i consigli ;)

  43. Anonimo ci dice:

    Ma perché mi metti i legumi (ceci, piselli, fagioli etc) nella categoria delle verdure??? Sono alimenti farinacei – proteici e così vanno trattati, non come verdure!!! Se mangio, per esempio pasta e ceci, sostituirei una parte dei carboidrati del mio pasto con l’equivalente di ceci (o fagioli etc)… Non capisco come fai a considerare i legumi come verdure…..

    • Stefano ci dice:

      Le similitudini sono più delle differenze, inutile fasciarsi la testa con problemi minori soprattutto in un articolo riassuntivo.

  44. nunzia ci dice:

    ciao..sono una ragazza di 20 anni non sono mai stata eccessivamente grassa ma da due anni poco più sono aumentata di 27 k ..il mio fidanzato mi sta sempre accanto ma voglio dare una svolta sia per me anzi sopratutto per me sia per lui..potrei iniziare a fare una dieta ma la mia paura più grande è vedere mano mano la pelle in eccesso csendere..anche perchè sinceramente mi vergogno sia di andare a correre sia di andare in palestra..hai qualche consiglio per me??

  45. aninimo p.c. ci dice:

    buongiorno neccessitavo di un consiglio in più visto che lavoro di notte e di mattina dormo…… come mi adatto visto che le mie giornate sono sfasate…grazie…

  46. ti lascio il mio commento però rispondimi, Io sono molto stressata perchè ho fatto 13 interventi tra cilonna e anche sono portatrice di protese alle anche e alla colonna. Tu dici di non fumare purtroppo non ce la faccio perchè è la mia unica valvola di sfogo, i dolci non mi sonomai piaciuti adesso continuo a mangiare gelati. Sono 16 gg. che prendo il caffè verde però invece di diminuire di peso ho preso altri 2 kg: Dovrei dimagrire almeno 7-8 kg. Io peso 61 kg. e ho 64 anni dimmi cosa posso fare. ciao e grazie

    • Stefano ci dice:

      Ciao Bruna, Il fumo fa male e questo si sa, capisco che è una valvola di sfogo ma non potrai che trovare benefici una volta smesso definitivamente, dopo è normale prendere un po’ di peso perchè le sostanze contenute nelle sigarette non solo sopprimono la fame, ma alterano l’assorbimento dei nutrienti a livello intestinale. Cerca di mangiare sano e abbi pazienza. Per quanto riguarda il movimento ti consiglio di rivolgerti a uno specialista in quanto gli interventi che hai subito sono importanti e non essendo medico non voglio addentrarmi in quel campo :)

  47. Lorenzo ci dice:

    Ho letto i tuoi consigli e mi trovi d’accordo al 100% per quel che riguarda le calorie vuote, i grassi solidi e gli zuccheri aggiunti e il mangiare frutta e verdura in quantità. Ci sono anche altri formaggi poco calorici oltre alla ricotta e ai fiocchi di latte, basta leggere bene le etichette al supermercato. Poi ci sono diversi ingredienti da scoprire e mescolare con fantasia per variare la dieta che sennò diventa troppo monotona. Io ho eliminato il pane bianco però mi sento di consigliare il pane integrale di segale che ha in media 100 kcal in meno del pane bianco e ne basta molto poco per sentirsi sazi. Poi attività fisica di tipo aerobico (corsa, jogging, nuoto, bicicletta, fitness, ecc) mentre trovo poco utile la palestra, almeno in fase iniziale, perché non fa bruciare molte calorie. Se il dimagrimento è troppo rapido si può pensare a qualche esercizio in palestra per non rischiare di perdere anche la massa muscolare. Io sono all’inizio, sto attento a quello che mangio, corro e nuoto…sono in sovrappeso di 12-13 kg rispetto al peso forma…in due settimane ho perso 2 kg…magari vi aggiornerò…quello che conta più di tutto è sentire che è il momento giusto per volersi bene e così puoi anche resistere al profumino di brioche che esce dai bar e ti insegue mentre corri di mattina presto :)

    • Stefano ci dice:

      Lorenzo, hai pienamente ragione: analizzare le etichette dei prodotti è indispensabile e il cardio è l’attività fisica migliore per dimagrire in maniera sana. 2kg in 2 settimane mi sembra un ritmo eccellente. Le brioches sono diaboliche ma ricordati di tanto in tanto di darti una meritata tregua e goderti un cornetto :P

      • Lorenzo ci dice:

        Ciao Stefano, ti aggiorno sui progressi. Ho corso e nuotato regolarmente per un mese circa, poi ho continuato solo con passeggiate e nuoto per non “strafare”. Ad agosto, visto che hanno chiuso la piscina per manutenzione, ho fatto solo passeggiate e controllato l’alimentazione senza affamarmi (e ci tengo a sottolinearlo) non facendo mai mancare delle belle porzioni di verdure e alternando quelle cotte a quelle crude. Ora non scendo troppo nel dettaglio della mia alimentazione, che rispetta abbastanza la filosofia dei tuoi consigli. Per concludere, anche se il ritmo di dimagrimento è diminuito, in media ho perso 2 kg al mese per un totale di 5-6 kg in circa tre mesi. Con questo ritmo blando per fine anno dovrei raggiungere l’obiettivo della rimessa in forma. P.s. il cornetto me lo sono concesso qualche volta, eh eh :D

        • Stefano ci dice:

          Ciao Lorenzo, sembra che tu stia avendo un ritmo lento, ma costante. Se possibile ti consiglierei di aumentare l’attività fisica. Per quanto riguarda i cornetti, anche io a volte mi concedevo qualche vizio, altrimenti si diventa matti :P

          • Lorenzo ci dice:

            Ciao Stefano, grazie per i tuoi consigli. Effettivamente sarebbe meglio aumentare l’attività fisica. Cercherò di organizzarmi meglio! p.s. ho acquistato una corda per saltare…pare che sia un sistema bruciacalorie davvero efficace…vedremo…

          • Stefano ci dice:

            Da quello che hai scritto non sei particolarmente sovrappeso, se pesi tanto comunque stai attento a non gravare troppo sulle articolazioni.

  48. Silvia ci dice:

    Ciao Stefano, ho letto con attenzione il tuo articolo!Complimenti!Mi chiamo Silvia ho 39 anni, sono alta 176 cm e peso 83 kg! Ho cominciato la dieta dal 9 Agosto e da 86 kg sono passata ad oggi 3 Settembre a 83 kg. Ho partorito 9 mesi fa. Sono sempre stata un po’ in sovrappeso…ma ultimamente lo sono parecchio!In generale le mie diete in passato sono sempre state un fallimento!!Spero che questa sia la volta buona!Mi sento motivata perché mi fanno un po’ male le ginocchia quando prendo in braccio mio figlio..visto che è già 8 kg…e quindi è meglio che diventi più leggera!Il mio obbiettivo è di arrivare a 65 kg..però bisogna che pensi di perderli un po’ alla volta..ovvero prima obbiettivo 80 kg, poi 75, poi 70..altrimenti mi scoraggio!!!!Come attività sportiva attualmente con il bimbo da badare non ne faccio!Prima andavo 2 volte a settimana a nuotare ma cmq pesavo 82 kg!quando tornavo dalla piscina mangiavo molto(più che altro il pane)!forse ero più tonica però sovrappeso!!!Adesso mangio la mattina biscotti e latte (da domani cmq meglio 1 fetta di pane e marmellata!)poi frutta metà mattina, pranzo pasta e verdura. pomeriggio yogurt – sera carne o pesce e verdura niente pane. A volte però mangio un cioccolatino o biscotto…però cerco piano piano di limitarmi sempre di più e scrivo le mie vittorie (ovvero scrivo: oggi non ho mangiato il cioccolatino!per darmi carica e motivazione!Mi sono un po’ dilungata….cmq grazie dei tuoi consigli..verrò a rileggerli per darmi motivazione!

    • Stefano ci dice:

      Ciao Silvia, ti sento molto motivata, ed è un bene, se possibile conta le calorie che mangi ogni giorno. Capisco che con un bambino piccolo non puoi prenderti tanto tempo per te, rimani comunque molto attiva, e se fai attività fisica non mangiare per “bilanciare” perché avresti fatto fatica per nulla :)

  49. Enrico ci dice:

    Ciao Stefano, tesi azzeccata : ho perso 18 kg da gennaio, mangiando esattamente come dici tu, e facendo bici e nuoto, in agosto perfino entrambi quasi tutti i giorni.complimenti per il blog

  50. Gaetano ci dice:

    Ciao Stefano ,complimenti per le tue dettagliate descrizione in materia.

    Avrei una domanda da farti per sapere il peso specifico di un uomo alto 165 cm età 31 corporatura robusta come posso fare mi puoi aiutare .

    In giro chi scrive 68 chi 64 poi ci sono tante tabelle e calcoli da fare ma un conto preciso qual è. Il peso ideale qual è. Grazie

    • Stefano ci dice:

      Gaetano, il modo più veloce è calcolare il BMI (peso/altezza^), se sei tra i valori 25-30 sei a posto, 64 kg mi sembra un buon peso, 68 è borderline ma comunque accettato. Si potrebbero calcolare massa muscolare e massa grassa, ma per quelli serve andare da uno specialista :)

  51. fiore ci dice:

    sono curiosa, grazie

  52. Anonimo ci dice:

    non ho mai letto un articolo sulla dieta cosi bello *.*

  53. Stefano ci dice:

    Grazie. :)

  54. Enrica ci dice:

    Ciao Stefano!
    Mi sono imbattuta oggi, per la prima volta, nel tuo sito ed é stato un puro caso! O forse é stato destino. Ció che scrivi mi ha molto ispirato, e dato che ho passato l’intero pomeriggio a leggere i tuoi articoli invece che scrivere la mia tesi, direi che questo é assodato! hehe =D
    Nel leggere questo articolo in particolare, mi sono sentita come chiamata in causa…devo dire che quando ho gettato nella pattumiera un pacchetto sano di mars mi si é un po’ stretto il cuore, ma é quello che ci voleva! Non sono sovrappeso anzi secondo IMC risulto nella categoria normopeso, ma questo non mi aiuta a farmi sentire bene! Sono partita circa 11 mesi fa per Londra dove vivo, lavoro e, stesura della tesi permettendo, sto prendendo un master in criminologia e psicologia criminale. ora questo non c’entra un gran che, ma il fatto é che ho scelto di venire qui per scappare da una situazione che non riuscivo a superare restando in Italia! mi sento un po’ una sciocca perché tutto ha a che fare con l’amore (e qua svelo una grande veritá: scappare dai propri problemi non serve a nulla…continueranno ad inseguirvi fino a che non li affronterete! Perció non fate il mio stesso errore, prolungherete solo il tempo di sofferenza). Per tornare al punto, da quando sto qui ho preso non molto, ma pur sempre un paio di chili di peso e sto sempre male fisicamente, sono stressata, costantemente nervosa, ho persino smesso di avere il ciclo. Tutto questo mi porta a volere un cambiamento che da un po’ sto tentando di seguire. Non é per niente facile soprattutto perché io sono una drogata di cioccolato, non so vivere senza, ma considerando che ho buttato una confezione di mars forse ho fatto un primo passo nella direzione giusta! Voglio farlo e ne sono convinta, la mia unica paura é che questo non servirá a farmi tornare ad essere felice, ma voglio provarci perché magari mi aprirá la strada verso nuovi percorsi che attualmente non sono in grado di vedere.
    Ok forse ho scritto troppo! Ti prego dammi un tuo parere e sii schietto, perché anche se la veritá fa male é anche l’unico mezzo che ci motiva…la consapevolezza dei propri limiti! Grazie di tutto e complimenti per il fantastico lavoro che hai fatto con gli articoli e tutto il resto!
    Enrica.

  55. Stefano ci dice:

    L’IMC è un indicatore affidabile, se sei normopeso ma vuoi andare ancora sotto, allora hai una mentalità anoressica che vede il cibo come nemico invece che come piacere della vita. Secondo me è questa mentalità che devi cambiare. ;)

Dicono di Mindcheats

  1. [...] E che troverai. Te lo dico perché sono riuscito a perdere 25 kg in 6 mesi senza patire la fame (vieni a leggere come ho fatto sul mio blog a questo indirizzo). [...]

  2. [...] ho perso 25 kg in 6 mesi mangiando pizze, torte, bevendo coca cola e altre cose che farebbero inorridire un [...]

  3. [...] sono reso conto di quanto fosse importante una dieta sana quando mi sono dato una [...]

  4. [...] lo stai facendo anche adesso. Devi studiare per gli esami, realizzare il tuo grande progetto, andare a correre. Ma non lo stai facendo. Sei qui davanti al computer, a leggere un altro articolo. Non è il primo [...]

  5. [...] ho già parlato di come ho perso 25 kg in 6 mesi senza soffrire la fame o avere dei risvolti negativi sul mio corpo. Sei stato bravo, hai seguito i [...]

  6. [...] La decisione è solo tua. Se un uomo che non è fisicamente in grado di scrivere è diventato uno scrittore famoso, tu puoi diventare quello che vuoi. Io quando ho deciso di voler correre una maratona non mi sono lasciato scoraggiare da tutti quelli intorno a me che mi dicevano “non sei portato, hai una costituzione robusta”. No, io ho perso 25 kg in 6 mesi. [...]

  7. [...] ho deciso di perdere peso con il metodo che ho spiegato in questo articolo, sono riuscito a dimagrire di 25 kg in 6 mesi senza effetti negativi sul mio corpo o sentire la [...]

  8. […] ho deciso di mettere a posto il mio corpo e ho perso 25 kg in 6 mesi, ho cambiato alimentazione da una piena di grassi e zuccheri, a una più sana con i nutrienti […]

  9. clean skin scrive:

    clean skin

    Mens sana in corpore sano: come ho perso 25 kg in 6 mesi – Mindcheats

E tu che ne dici?

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

  • ottobre 2014
  • settembre 2014
  • agosto 2014
  • luglio 2014
  • giugno 2014
  • maggio 2014
  • aprile 2014
  • marzo 2014
  • febbraio 2014
  • gennaio 2014
  • dicembre 2013
  • novembre 2013
  • ottobre 2013
  • settembre 2013
  • agosto 2013
  • luglio 2013
  • giugno 2013
  • maggio 2013
  • aprile 2013
  • marzo 2013
  • febbraio 2013
  • gennaio 2013
  • dicembre 2012
  • novembre 2012
  • ottobre 2012
  • settembre 2012
  • agosto 2012
  • luglio 2012
  • giugno 2012
  • maggio 2012
  • aprile 2012
  • marzo 2012
  • febbraio 2012
  • gennaio 2012
  • dicembre 2011
  • novembre 2011
  • ottobre 2011
  • settembre 2011
  • agosto 2011
  • luglio 2011
  • giugno 2011
  • maggio 2011
  • aprile 2011
  • marzo 2011
  • febbraio 2011
  • gennaio 2011
  • dicembre 2010
  • novembre 2010
  • ottobre 2010
  • settembre 2010
  • luglio 2010
  • giugno 2010
  • maggio 2010