Come studiare gratis nelle migliori università del mondo

Ho speso ore a cercare un titolo per questo articolo: in una riga non posso descrivere la mole di conoscenza che ti metterò a disposizione in questo articolo, va contro il buon senso. Quindi parto da un esempio.

Immagina di essere a casa, in pantofole, di fronte al computer. Stai leggendo la bacheca di Facebook e metti “mi piace” all’immagine di un amico in vacanza a Londra. Senti il campanello che suona: chi è? Apri la porta e vedi un uomo sulla cinquantina, stempiato, in giacca e cravatta. Ha in mano un fascicolo di fogli.

FUGA FUGA FUGA

FUGA FUGA FUGA

“Buongiorno” ti dice, “sono un professore all’università Bocconi e sono qui a insegnarle tutto quello che so, gratis.”

Tu come reagiresti? Io chiamerei l’ospedale psichiatrico più vicino. Perché solo un pazzo può venire a casa tua a dirti una cosa del genere, giusto? Insomma, sappiamo che l’università costa un sacco di soldi e non tutti hanno la possibilità di andarci.

Ora rispondi a questa domanda: cosa faresti se potessi avere libero accesso alla conoscenza di tutto il mondo, gratis? Se i professori facessero la fila per insegnarti quello che sanno, gli sbatteresti la porta in faccia? Di sicuro non potresti più dire che non sai fare niente, la scusa di molti neolaureati che cercano lavoro. Né potresti dire che l’università costa troppo.

In questo articolo ti parlo di 5 risorse gratuite, in italiano e in inglese, per accedere a corsi universitari su internet. E non sto parlando dell’università del comune di Palla Palla, ma nomi pesanti come:

  • Università Bocconi.
  • Columbia University.
  • Princeton University.
  • Stanford University.
  • Yale University.

Non sono noccioline.

1 – Università Bocconi

Sapevi che la Bocconi organizza eventi e corsi gratis aperti al pubblico previa registrazione?

E non sono uno a semestre. O uno al mese. O uno a settimana.

C’è n’è in media uno al giorno.

Se vivi dalle parti di Milano e vuoi investire sulla tua professionalità e su te stesso, puoi dare una scossa alla tua carriera e al tuo CV gratuitamente con questi seminari. Mettine insieme 2 o 3 sullo stesso argomento, e farai un figurone con il datore di lavoro. Anche se non ti serve scrivere un CV, cavolo, stiamo parlando della Bocconi, una delle migliori università d’Italia. Gratis. E in pochi ne approfittano. Hai a portata di mano una  conoscenza impensabile anche solo 50 anni fa.

Un attimo, il bello deve ancora venire.

Se non sei di Milano, controlla l’università più vicina a te: anche se non organizzano seminari aperti al pubblico le lezioni sono quasi sempre libere, puoi entrare e seguire il corso come se fossi uno studente. Non avrai un voto sul libretto, ma sinceramente, cosa te ne frega? Tu studi per acquisire conoscenza, tu investi su te stesso per avere un futuro migliore. A un datore di lavoro serio non gliene frega niente sapere come hai acquisito le tue competenze. Anzi: se gli dici che hai seguito l’università senza iscriverti perché non avevi la possibilità, apprezzerà la tua forza di volontà e voglia di migliorare.

Per guardare la lista di seminari della Bocconi e iscriverti gratis, clicca qui.

2 – Oil Project

Questo progetto italiano raccoglie insegnamenti di professori ed esperti in ogni campo e mette la loro conoscenza a disposizione per tutti. Il sito è ancora piccolo e non raggiunge la mole mastodontica di corsi per ogni specializzazione, perché il sito si concentra sulla qualità: pochi ma buoni. Trovi approfondimenti sugli argomenti più vari, dalla filosofia alla matematica, spiegati in modo semplice attraverso uno o più video collegati fra loro.

Link al portale

3 – Coursera

Qui iniziamo a fare sul serio: Coursera ha più di 5 milioni di iscritti, 461 corsi provenienti da 91 università sparse per il mondo, anche se la maggior parte sono negli Stati Uniti (e quindi in inglese).

Anche se i corsi sono in inglese (e spesso nemmeno dei più semplici) la maggior parte sono sottotitolati (sempre in inglese). Meglio di niente, no? 😉

Coursera non è un portale come Oil Project, dove i video sono disponibili sempre per tutti. Vedila come una vera e propria università telematica: ci sono dei corsi con delle lezioni, tu devi connetterti all’ora indicata per seguirle. Se non sei online, hai perso la lezione. Tutti i video sono privati e richiedono iscrizione, comunque gratuita.

E signori, che istruzione. Alcuni partner sono Yale, Stanford e Princeton. Molte registrazioni avvengono direttamente in aula e in diretta con altri studenti, il professore può consigliare o mettere online supporti didattici vari come diapositive o dispense. Sei a tutti gli effetti all’università, ma a casa. Ci sono esercizi e un esame finale.

Un attimo, il bello deve ancora venire.

Se vuoi un riconoscimento formale, puoi avere anche questo: alcuni corsi danno la possibilità di ricevere un attestato rilasciato dall’università che ha creato il corso, e riconosciuto ufficialmente. Al momento i corsi che supportano questa funzione sono pochi, ma in crescita. Superato il test finale la tua partecipazione con voto verrà registrata negli archivi dell’università e tu potrai stampare il tuo certificato numerato. E se ti trovi di fronte un datore che dubita della sua validità? Può andare sul sito del college e controllare.

Questa certificazione costa 50 dollari, circa 35 euro, ed è un prezzo ridicolo per avere un attestato ufficiale di Yale o Stanford.

Link al portale

4 – edX

Con le prime tre risorse siamo andati in crescendo.

Siamo partiti dalla Bocconi, che è una grande università ma non offre corsi online. Ti ho spiegato che puoi andare nella tua università locale e seguire le lezioni gratuitamente.

Poi siamo passati a Oil Project, che mette insieme i professori di diverse università per dare insegnamenti gratuiti ai visitatori tramite internet, così che non devi muoverti di casa per accedere alla conoscenza universitaria.

Al terzo posto Coursera, si va in lingua inglese con corsi in diretta dalle migliori università del mondo, gratis. Alcuni prevedono degli attestati ufficiali rilasciati dai college statunitensi. Pensavi di aver toccato l’apice? Pensavi che meglio di così non si potesse fare? Ho un’ultima sorpresa per te, con il miglior sito della lista:

edX

Il sito è strutturato come Coursera e a una prima occhiata può sembrare peggiore, perché ha molti meno corsi online. Quindi cosa lo rende superiore? Qui puoi seguire gratis i corsi di tre pesi massimi dell’istruzione mondiale:

  • MIT
  • Harvard University
  • Berkeley University

Che, voglio sottolineare, costano agli studenti una cosa come 100.000$ dollari di iscrizione. E non dimenticare: una parte di questi insegnamenti, come con Coursera, danno un attestato ufficiale. Immagina di candidarti per una posizione lavorativa come magazziniere, e scrivi sul CV:

“Ho studiato logistica aziendale presso l’università di Harvard”

Ora, ti sfido a trovare un datore che non sgrani gli occhi di fronte a un’affermazione del genere. Colloquio assicurato, per il quale porterai il tuo attestato di Harvard.

E vorrei ben vedere. Questi non sono seminari sull’origine e l’evoluzione del formaggio Bagòss nella Valle del Caffaro, ma seminari tenuti dalle migliori università del pianeta. Altro che scuola italiana.

Il sistema che fa funzionare edX è più avanzato di Coursera e prevede insegnamenti ma anche esercizi, supporto dell’insegnante, download del materiale e test anche complessi. Nonostante la potenza di questo strumento rimane molto semplice da utilizzare e comprende un tutorial immediato e ben fatto.

5 – Open Culture

Questo è un aggregatore di edX, Coursera e siti simili: tutti i corsi e seminari gratis online sono raccolti in un paio di semplici pagine, divisi fra corsi semplici e corsi con attestato di partecipazione. Qui non c’è molto da dire: tieni d’occhio ogni tanto il sito e vai a fare quello che ti ispira di più. C’è anche una sezione sulle lingue, se sai l’inglese abbastanza bene da usarlo come base per parlare altro. Ti lascio i link:

Conclusione

Ti ho sorpreso, vero?

Probabilmente quando hai iniziato a leggere pensavi che i corsi di formazione professionale fossero complicati, pochi, difficili da raggiungere e molto costosi. Adesso sai che l’istruzione non solo è a portata di mano, ma è anche gratis. E di livello superiore a qualsiasi cosa tu possa trovare in Italia.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora leggi il suo sequel: altre 7 risorse per studiare gratis nelle migliori università del mondo.

 

P.S. Sì, le risorse migliori al mondo sono in Inglese e su questo non c’è niente da fare. Quindi se vuoi andare oltre la mediocrità, ti consiglio di impararlo seriamente con questo metodo.

Comments

  1. Yggdrasil says:

    Ottimo articolo 😉
    So anche che MIT e Harvard (e probabilmente anche altre università) mettono online pressocchè tutto ciò che i professori spiegano. Questi corsi tuttavia non rilasciano attestati ufficiali, a differenza di ciò che hai postato tu. Ecco qui quelli del MIT per esempio: http://ocw.mit.edu/index.htm

    Inoltre un altro progetto interessante è quello di Khan Academy, in cui vi sono moltissimi video introduttivi su materie scientifiche, ed è sempre tutto ad opera di studenti del MIT: https://www.khanacademy.org/

    • Stefano says:

      Sì, molte università hanno le lezioni online anche se non sono strutturate come in altri siti, che secondo me già hanno un mare di informazioni. È comunque una risorsa valida. 🙂

      Khan è bellissimo ma superficiale, non è una preparazione accademica. Lo seguo spesso e lo consiglio, ma ho scelto di escluderlo da questo articolo perché non fornisce un certificato universitario.

    • Bellissimo post interesantissimo.

  2. Sei davvero il top. Grazie mille. Salvo subito questo link tra i preferiti così posso guardare tutti i link con calma.

    Solo una domanda: e possibile iscriversi anche se si è già iscritti ad una università?

  3. Gigiolo765432100 says:

    Eh sì, molto bravo stavolta, devo dire. Hai scritto un bell’articolo, molto utile, d’aiuto e c’è stato anche un ottimo collegamento con il tuo corso di inglese (e all’inglese in generale).

  4. Barbara says:

    ti apprezzo un casino…sei una risorsa meravigliosa!
    Baby

  5. Sei un genio assoluto! l’ho sempre detto! prima o poi ci conosceremo

  6. Non mi aspettavo un articolo così spettacolare!
    Ma c’è una cosa che non ho capito: in alcuni corsi di coursera che ho controllato c’è scritto che viene rilasciato un attestato di frequenza appena terminato il corso. Ma sarà gratis, o costa 50$ come hai detto tu? Non vedo prezzi scritti…
    Un’ultima cosa: è necessario “interagire” con gli altri studenti utilizzando webcam o roba così oppure posso semplicemente seguirmi la mia bella lezione e fare gli esercizi?

    • Stefano says:

      Dipende: se non viene scritto sono gratis, se è a pagamento te lo scrivono in grande. In genere non è obbligatorio interagire, ma è fortemente consigliato e varia a discrezione del corso singolo.

    • domenico says:

      Io sinceramente non vedo nessun corso gratuito….
      eppure visito sempre COURSERA…
      Sarà una presa per i fondelli…
      VEDO SOLO CORSI DA 40 DOLLARI IN SU …

  7. Fantastico!! Era davvero quello che cercavo! Ogni articolo sempre più interessante!! Complimenti!

  8. Articolo fantastico! Una domanda: come inseriresti questi corsi nel CV, nella sezione Istruzione o in una apposita?

  9. anthony says:

    grazie grazie grazie……sei troppo avanti 🙂

  10. anthony says:

    non voglio in difficoltà….ma un articolo su come smettere di fumare riusciresti a farlo?

    • Stefano says:

      Azz, bello difficile questo, anche perché non ho molta esperienza diretta. 😉

    • Mi prenderai per matta, Anthony, ma…hai provato a guardare sull’articolo di WikiHow? Io non sono una fumatrice, ma l’ho letto per curiosità e mi sembra che dia consigli interessanti 😀

  11. Tommaso says:

    Stupendo!!! ne sai una più del diavolo stefano, sei troppo forte !

  12. Porca.miseria.
    Mi hai praticamente spiazzata. Credo che tu mi abbia migliorato la vita,ma seriamente. Una domanda,se sono minorenne,posso andare lo stesso in qualche università a seguire alcune lezioni gratuitamente? Anche per farmi un’idea su quello che mi piacerebbe studiare in futuro..
    Altra domanda:se tra un po’ di anni volessi iscrivermi in un’università all’estero (e andare fisicamente all’università),cosa dovrei fare?
    Se non sai rispondere alla seconda domanda,fa niente lol è più che altro un consiglio che sto chiedendo.
    Grazie c:

    • Delayer says:

      Interessato anche io, Stefano, ne sai qualcosa?
      Che conoscenze basilari si devono avere? Faccio il quinto hanno di informatica all’itis ed ero mooolto interessato ad avere qualche attestato dal MIT.

    • Stefano says:

      Basta che non sembri troppo piccola per l’università, altrimenti potresti destare sospetti fra i professori. 😀 Ma non ci sono problemi.

      Se vai nell’UE non serve che fai niente, vai all’università estera e ti iscrivi normalmente senza visti o altro.

      • grazie al cielo -dipende dai punti di vista lol- mi danno tutti più di vent’anni,e ne ho solo quindici AHAHAHAH e se volessi,per esempio,andare in America?

  13. Cecilia says:

    Grazie!!! articolo fantastico 😀

  14. Eleonora says:

    Tre parole…sei un mostro!! Grazie mille per tutto!

  15. Stefano sei fantastico!
    Grazie mille! non avrei mai pensato di poter seguire dei corsi di università asiatiche da casa mia *_* e poter addirittura riceverci un attestato! Questo si che renderà la mia cultura ancora più ricca! Mi sono sempre domandata la differenza fra i vari metodi di insegnamento da università a università!

    Grazie ancora!

  16. Anonimo says:

    Grazie Ste!Ho 37 anni, gia’ avevo dato una volta 2 anni fa svegliandomi dall’ esistenza subdola, e lasciandomi alle spalle i piagnoni/e del vorrei ma non posso. Con te ho preso il corso d’inglese e ho cominciato a viaggiare low cost con aereo e ostello per capitali europee, ho conosciuto locali e couch surfer, per imparare divertendomi. Sei la mia scintilla quotidiana, grazie per la costanza con cui porti avanti il tuo progetto e sito.Il bello di attendere il mercoledi x lo spunto culturale, oltre i miei 3 lavori per arrivare ai fatidici 1000 € mensili, sudati ma contenti perche’ vissuti in ogni istante. Bravo 🙂

  17. Roberta says:

    Ottimo articolo come sempre. Non conoscevo edX e sto dando un’occhiata proprio adesso.
    Volevo segnalare il sito http://www.progettotrio.it , alla sezione Catalogo è possibile trovare diversi corsi ai quali partecipare gratuitamente. Utile per chi ha difficoltà con la lingua inglese.
    Io non l’ho mai usato, ma molti ne sono entusiasti. Se non sbaglio, invia pure gli attestati (non so se gratuiti o meno).

    Buona serata e grazie ancora per i tuoi articoli.

  18. Grande articolo come al solito!Stefano ti scrivo qui sopra perchè vorrei dei consigli.Io sto frequnentando l’università e ho degli esami arretrati dovuti ad abitudini mie sbagliate.Devo studiare tutti i giorni,che sono quasi tutti pieni di lezioni,mattina e pomeriggio.Sto cercando di coltivare 2 lingue inglese e tedesco,che mi servono per l’università e per il mio lavoro futuro,ma non riesco a trovare il tempo per altro che mi piace perchè oltre a studiare ogni giorno per l’esame di turno devo frequentare le lezioni che sono tante e sparse nell’arco della giornata.Non riesco a trovare il tempo per due cose che reputo importanti per me:suonare la chitarra e uscire con qualche ragazza.Per questo sento di non vivere completamente al 100%.Tu come mi consigli di pianificare il mio tempo,Stefano?

    • Stefano says:

      Le 24 ore sono quelle per tutti: già vai all’università, magari una difficile, e studi due lingue. Per forza di cose il tempo a disposizione è poco. 😉 prova due soluzioni:

      – Migliora il tuo sonno, magari prova con il bifasico.
      – Usa il fine settimana per le tue altre passioni.

      • Mi hai letto nel pensiero erano le soluzioni che erano venute anche a me.Riguadro all’uscire con le ragazze ci dovrei uscire dal venerdì alla domenica?XD

  19. L’unica cosa che mi dispiace è l’aver scoperto solo adesso queste preziose risorse..

  20. Grandissimo Stefano!!
    Ti seguo sempre da fine 2012 e ti ringrazio per il tuo prezioso lavoro!!
    Leggendo questo tuo articolo non potevo che intervenire e presentare a te ed agli Amici di MindCheats il nostro progetto VideoRipetizioni! 😉
    Nel nostro piccolo stiamo cercando di apportare un contributo nella diffusione della Conoscenza! 😉
    Cerchiamo di aiutare gli altri!
    Un abbraccio Stefano e grazie ancora per il tuo fantastico lavoro!

    Questo è il nostro canale YouTube:

    http://www.youtube.com/user/videoripetizioni

    E questo il nostro Portale Web http://www.VideoRipetizioni.com
    (in lavorazione…)

  21. Essendo avido di informazioni valide, conoscenza strutturata che mi impedisca di disperdermi in mille rivoli senza costrutto come mi capita di fare di quando in quando, apprezzo questo articolo assaissimo (termine usato dall’Accademia dei Pugni che mi piace molto).
    A maggior ragione perché progetto di trasferirmi in Australia nell’arco di due anni e pertanto so che vi posso accedere da ovunque nel mondo (unico problema, il fuso orario).
    Grazie mille dunque per l’ottimo lavoro e queste validissime informazioni che hai condiviso.

  22. Anonimo says:

    Ciao Stefano, grazie mille dell’articolo, ma volevo sapere una cosa sulla validità degli attestati. Questi hanno la stessa importanza di una laurea? Da quello che ho capito certificano che hai seguito il corso, ma ci sono degli esami o simili per ottenerli? Se io volessi studiare con lezioni di Harvard, ad esempio, seguo tutti i corsi online ecc., poi do gli esami (se ci sono) e ottengo l’attestato, vale come dire “ho studiato ad Harvard e ho preso la laurea”? Ovviamente deve esserci il merito, ma volevo chiarire questo punto.

    • Stefano says:

      No, una laurea è su un altro livello perché offre un percorso strutturato. Il titolo in sé non ha la stessa importanza, anche se sul CV potrebbe fare più bella figura. Dipende dal tipo di datore e da come sai valorizzare la tua esperienza.

  23. ciao stefano!ti ringrazio per queste preziose informazioni.volevo chiederti un consiglio:vengo dà brindisi e avrei voglia di approfondire
    il mio inglese dove potrei ricercare?non so come muovermi grazie anticipatamente

  24. Ener xç says:

    Ciao Stefano! Ti leggo spesso e volevo esporti la mia situazione. Mi sono diplomato con qualche anno di ritardo (ho 21 anni) ed il punto è che ora non ho la minima idea di cosa fare della mia vita. Ho concluso la scuola solo perchè praticamente è obbligatorio farlo, ho fatto solo poche attività nella vita che mi sono piaciute e non ho raggiunto praticamente nessun obiettivo in queste. Il problema più grave che è sorto però in questo ultimo periodo (3 anni) sono dei problemi di salute che in aggiunta a tutto questo mi rendono estremamente instabile sia psicologicamente che fisicamente…Ci sono giorni che vorrei fare tutto ed altri che penso che la mia vita non abbia senso. Mi sto distruggendo piano piano, e i giorni passano senza senso. Non mi sono nemmeno iscritto all’università, e temo di star iniziando a pentirmi. Ma ho preferito non buttare soldi e tempo in qualcosa in cui avrei probabilmente fallito, senza contare che ne sarei uscito a 26 anni senza NESSUNA esperienza lavorativa. Niente. Nada. Nothing. Inoccupazione inoltrata e paura e nervosismo che si accumulano. Questo sono io. Ti ringrazio in anticipo nel caso mi rispondessi, continuerò a leggere il tuo blog anche se temo mi scoraggerà sempre di più…

    • Stefano says:

      Ciao, le possibilità sono due: o hai una condizione patologica di depressione, o ti stai facendo dei castelli mentali per giustificare la tua pigrizia.

      Nel primo caso, cerca l’aiuto di un professionista.

      Nel secondo, devi passare al minimalismo: liberati da tutti i problemi e inizia dalle cose semplici. Usa il programma del manuale anti-confusione ( http://www.mindcheats.net/report ) e inizia a fare qualcosa da subito. L’azione è la cura.

      • Ener xç says:

        Grazie per la risposta! Ho letto il manuale ma sinceramente non mi ha detto nulla…cioè dice tutto e niente contemporaneamente!!

    • Buongiorno e ciao Ener
      confesso che mi ha un pò colpito il tuo “stato”, guarda, non ho molte parole, ma mi permetto di dirti che alla tua ancora giovane età, non bisognerebbe fermarsi.
      Stavo scorrendo le righe di questi post, perché sono abbastanza curiosa e con una puntina di vergogna, ti dirò, che all’alba di 61 anni, non conoscevo minimanente queste possibilità che possono avvenire sulla nostra strada.
      Io sono una persona audiolesa, sono in analisi (verso la fine menomale), non ho cultura perché non ho studiato, ma non perché non volevo, perché non mi era stato possibile più di tanto a causa dell’udito, ma io “cerco” sempre e alla faccia di chi mi vuole male, scrivo poesie :-)).
      Con questo, per incoraggiarti, per invogliarti a provare, ti suggerisco di fare almeno una prova – nessuno ti rifiuta se hai 21 anni e finirai a 26 anni….
      penssaci, questa secondo me, è una grande opportunità e ti dirò, io vado a curiosarci un poco in queste università, se riesco a capire continuo, altrimenti mi sarò tolta una bella soddisfazione perché avrò OSATO e sfidato ancora una volta me stessa, non importa se non ho in mano un attestato, l’attestato me lo da la vita e me lo do io!
      Il signor Stefano mi corregga se è il caso e mi perdoni questa……. come si dice?
      Dai, VAI, attingi a qualche tua risorsa perché tutti ne abbiamo una.

  25. Davvero complimenti per questo articolo, hai condiviso risorse giganti e accessibili allo stesso tempo da chiunque : )

    Personalmente non pensavo della possibilità di stampare tanto di attestato, può essere incredibilmente utile!

  26. Rachele says:

    Wow, questo articolo è la ciliegina sulla torta!!! Fosse solo per avere sul cv un attestato di Harvard o di Yale! 😀
    Che dire…GRAZIE!!!!

  27. Fantastico! quello che ho sempre sognato! grazie!

  28. Credo che quello che sostieni, semplicemente, non sia vero.
    Tempo fa cercai delle dispense di microeconomia al Mit e trovai del materiale semplicemente orripilante.
    Molto meglio prendersi dei libri e faticare, visto che in genere sono fatti piuttosto male.
    E’ voluto, perché si ha paura che il libro di testo sostituisca il professore.
    Per esempio, per quanto riguarda i testi di matematica per economisti, negli Usa le preferenze degli studenti si dividono fra due manuali.
    In un commento uno studente precisò quanto gli disse il suo professore: non leggete il libro senza di me. O se volete fate pure, perché tanto non ci capirete niente. E si parla di testi fatti bene…

    • Micro è un argomento molto complesso. Per quanto fatte bene, le slide arrivano fino a un certo punto. Anche i libri più specifici hanno bisogno di una spiegazione, nulla di strano. 🙂

  29. Volevo chiedere a qualcuno di voi un consiglio per quanto riguarda le università online gratuite, a per esempio: la facoltà di ingegneria informatica.

    Saluti

    Simone

    • Stefano says:

      Ciao Simone, le migliori università sono quelle già spiegate nell’articolo, se non vuoi andare in una classica. 🙂

  30. Arianno says:

    Mi inserisco segnalando che:
    – E’ in fase di studio un sistema di certificazione nazionale delle competenze
    – Alcune regioni lo hanno attivato già da tempo (es. Emilia Romagna –> http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/qualifiche/approfondimenti/2022-sistema-regionale-di-formalizzazione-e-certificazione-delle-competenze)

    Praticamente si può andare da un ente di formazione accreditato (per L’emilia romagna) o in futuro da strutture pubbliche a livello nazionale con le evidenze documentali (attestati di coursera vanno benissimo) e chiedere di sostenere un esame che darà diritto o a una certificazione delle competenze ufficiale o a una intera qualifica ufficiale riconosciuta a livello comunitario. In pochi lo sanno, invito i lettori ad approfondire

  31. federico cesareo says:

    Caro Stefano buona sera
    Chi le manda questa e mail e’ il sottoscritto Cesareo Federico appassionato da quando era piccolo della genetica, mi iscrissi alla facolta’ di medicina nel 1984 ed ero molto preso da quegli studi che a differenza di alcuni colleghi che preparavano solo certi capitoli per ogni esame, io studiavo tutto il libro e|o i libri di ogni materia e quindi consumavo piu’ tempo di quello che andava fatto. Riuscii nel 2000 ad essere assunto in un lavoro che ancora oggi svolgo, ma continuavo a studiare con passione per la genetica medica che ho sempre amato. Ma nel 2004 ebbi un brutto male perche’ il troppo lavoro e lo studio, dopo separazione con mia moglie, mi porto’ ad un abbassamento delle difese immunitarie ed un brutto male mi porto’ ad epilessia con coma di 2 grado che mi fece perdere la memoria a breve termine perche’ mi colpi’ il telencefalo sinistro.Ora non voglio fare il medico per guadagnare ma per vincere su cio’ che la vita, per causa mia, aveva sottratto indefinitamente. E’ una specie di rivincita che voglio attuare e senza ovviamente spendere dal punto di vista pecuniario. Spendere invece sul tempo, per la ripresa di mie organizzazioni che mi appaghino sui sogni belli del passato.E’ il nostro peso che ci fa’ cadere ma dobbiamo essere noi a rialzarci dalla polvere. Bisogna liberarsi dal potere della concupiscenza per donare al nostro nuovo cuore una dolce serenita. Un carissimo saluto

  32. Ciao ho provato ad accedere al link sulle lingue ma è uguale a uno dei precedenti. È un errore o sono io che sbaglio qualcosa?
    grazie

  33. cristina says:

    Ciao, ho 48 anni, diploma di Ragioneria, tanta esperienza in campo amministrativo ma niente laurea e non conosco le lingue.
    Sono in cerca di lavoro. Volevo ringraziarti per l’e-book sul CV
    perché mi si è aperto un mondo. Ho scoperto di avere inviato CV
    molto bruttini e quindi ho messo a frutto i tuoi consigli.
    Grazie per metterli in rete gratis. Ho appena scaricato il video dell’Inglese.
    Ci provo. Voglia di imparare ne ho!

  34. Alessandra says:

    Ciao Stefano! Che dire…!? Grazie mille!!!

  35. FRANCESCA says:

    Grazie Stefano sei grande!! E’ ver abbiamo delle grandi basi comunicaive ma non le sappiamo sfruttare!! Poi studiare ed apprendere cose nuove mantiere ttti vitali e giovani .. anche a cinquant’anni!!

  36. Ganzo! Il supermercato gratuito dei corsi.

  37. Ciao Stefano, seguo sempre il tuo blog, grazie mille per la lista, ma quindi secondo te in futuro non ci sarà più bisogno di andare all’università e spendere fior di quattrini se è possibile studiare di tutto online? Per me sarebbe un sogno xD soprattutto per come è la situazione in Italia delle università sarebbe una svolta pazzesca.

    • Ciao Roberto, secondo me le università esisteranno ancora per molto tempo, ma è sicuro che lo studio (e la frequenza) si sposterà sempre più via internet come sta già succedendo in moltissimi Stati, noi italiani siamo sempre quelli che arrivano per ultimi 😛

  38. Ti voglio sposare! Mi hai risolto la vita,
    grazie <3

  39. Sto progettando ed realizzando un Progetto di Ricollocazione per disoccupati over 30. Ho lavorato per circa 20 anni all’interno di aziende, anche importanti, come responsabile della selezione e della formazione, ma per questo progetto ho sentito la necessità di aggiornare le mie conoscenze e i miei strumenti, e nella tua pagina sto trovando dei suggerimenti veramente seri e preziosi.
    Grazie infinite! Diffonderò calorosamente la tua pagina , stai facendo un lavoro veramente splendido!

  40. Grazie Stefano!
    Tutte queste fonti x studiare e migliorare l’inglese sono eccezionali e stimolanti.
    Vediamo se finalmente raggiungo un livello di inglese dignitoso nonostante la mia incostanza!

  41. Stefano,in EDX il certificato è obbligatorio o posso anche non prenderlo?

  42. NON rispondere. = NON rispondete.
    – Grazie.

    – A volte, e questo è il mio caso il problema o i problemi non è il curriculum, non sono io, non … … …; ma solo ed esclusivamente gli altri “esperti” che non hanno voglia di lavorare o peggio sono “incapaci” (e manco ascoltano / ti ascoltano), e leggi anticostituzionali, che le aziende sono obbligate a seguire.

    [(- E sono felice di non averli più tra i piedi. [(I più inutili ed “incapaci” sono quelli con lauree, pseudo lauree in psicologia o come la chiamo io pseudopsicologia. Anche per meglio sottolineare che non solo saprei fare meglio, ma ne sò anche di più.)])]

    – Senza voler offender nessuno ovviamente.
    – Una volta letto, da eliminare [(e al tempo stesso conservare)].

  43. – Non risp. – Grazie.

    – Consiglio a tutti il corso online “Eccellenze in digitale”. Per 3 motivi:
    1. è gratis;
    2. è aperto a tutti e
    3. alla fine si ha una sorta di attestato.

    – Purtroppo al momento non è tra le cose che le aziende richiedono.

    – Vi faccio un esempio:
    Leggo che per lavorare presso X bisogna aver seguito il corso Y.
    Io so per certo che:
    1. Il corso Y non esiste più ormai da anni, in nessun luogo dell’Universo. L’ultima volta che è stato “avvistato” con il binocolo non ero ancora nata oppure avevo 10 anni, purtroppo avevo altri impegni, e anche se non li avessi avuti non avrei potuto accedervi, perché solo ed esclusivamente per pochi eletti (raccomandati, per esempio), categoria / -e di cui io non facevo e non faccio parte.
    2. Solo ed esclusivamente se un certo numero di futuri datori e futuri lavoratori ne fa richiesta, verrà, forse, aperto.
    Per tanto mi reco da chi di dovere per fare le 3 seguenti cose:
    1. Farglielo notare.
    2. Avere maggiori informazioni.
    3. Fare la richiesta.

    Purtroppo, incontro / incontravo sempre 3 tipologie di persone:
    1. Coloro che non ascoltano, manco ti fanno parlare, ma pretendono di esser ascoltati. Ed è meglio non contraddire.
    2. Coloro che rispondono: “Non me ne occupo io / Non siamo noi ad occuparcene, vada all’ufficio 22”. Tu vai, e … … .. “No, l’ufficio 52, che si trova … … …”. E alla fine arrivi al punto “3.”
    3. Purtroppo abbiamo le mani legate.

    – Se le aziende vogliono persone che abbiano seguito determinati corsi, dovrebbero fare in modo, che le persone possano frequentarli.

    – Una volta letto elimina [(e al tempo stesso conserva. = conserva nella sua interezza. = ciò è sottinteso.)] .

  44. – Non risp. – Grazie.

    – Consiglio a tutti il corso online “Eccellenze in digitale”. Per 3 motivi:
    1. è gratis;
    2. è aperto a tutti e
    3. alla fine si ha una sorta di attestato.

    – Purtroppo al momento non è tra le cose che le aziende richiedono.

    – Vi faccio un esempio:
    Leggo che per lavorare presso X bisogna aver seguito il corso Y.
    Io so per certo che:
    1. Il corso Y non esiste più ormai da anni, in nessun luogo dell’Universo. L’ultima volta che è stato “avvistato” con il binocolo non ero ancora nata oppure avevo 10 anni, purtroppo avevo altri impegni, e anche se non li avessi avuti non avrei potuto accedervi, perché solo ed esclusivamente per pochi eletti (raccomandati, per esempio), categoria / -e di cui io non facevo e non faccio parte.
    2. Solo ed esclusivamente se un certo numero di futuri datori e futuri lavoratori ne fa richiesta, verrà, forse, aperto.
    Per tanto mi reco da chi di dovere per fare le 3 seguenti cose:
    1. Farglielo notare.
    2. Avere maggiori informazioni.
    3. Fare la richiesta.

    Purtroppo, incontro / incontravo sempre 3 tipologie di persone:
    1. Coloro che non ascoltano, manco ti fanno parlare, ma pretendono di esser ascoltati. Ed è meglio non contraddire.
    2. Coloro che rispondono: “Non me ne occupo io / Non siamo noi ad occuparcene, vada all’ufficio 22”. Tu vai, e … … .. “No, l’ufficio 52, che si trova … … …”. E alla fine arrivi al punto “3.”
    3. Purtroppo abbiamo le mani legate.

    – Se le aziende vogliono persone che abbiano seguito determinati corsi, dovrebbero fare in modo, che le persone possano frequentarli.

    – Una volta letto elimina [(e al tempo stesso conserva. = conserva nella sua interezza. = ciò è sottinteso.)] .

    – NON è un duplicato.

Trackbacks

  1. […] Come studiare gratis nelle migliori università del mondo […]

  2. […] ultimo aspetto è meno difficile e costoso di quanto potreste pensare. Se non mi credete leggete Come studiare gratis a Harvard, MIT, Yale, Bocconi e altre università, date uno sguardo al sito di Khan Academy. Tornate o cominciate – se non lo avete mai fatto […]

  3. […] ultimo aspetto è meno difficile e costoso di quanto potreste pensare. Se non mi credete leggete Come studiare gratis a Harvard, MIT, Yale, Bocconi e altre università, date uno sguardo al sito di Khan Academy. Tornate o cominciate – se non lo avete mai fatto […]

  4. […] a stare fermo. Hai avuto l’ispirazione per quel romanzo che vuoi scrivere da sempre, devi studiare un argomento che adori per l’esame, sei determinato a trovare lavoro al più presto. In […]

  5. […] mettere dei pilastri certi. Hai paura per il tuo lavoro perché non sai se lavorerai fra sei mesi? Impara una competenza, specializzati, impegnati per trovare il lavoro dei tuoi sogni. Quando avrai la certezza che il tuo […]

  6. […] se pensate che imparare sia costoso, forse non sapete che si può studiare gratis anche nelle migliori università del mondo. Ma se nonostante la grande quantità di informazioni a cui potete accedere (viviamo in piena Era […]

  7. […] esempio, perché non usi una di queste risorse per imparare un’abilità che ti servirà per la carriera […]

  8. […] Oggi, rispetto al passato abbiamo un potentissimo alleato: Internet. Se avete una connessione a casa, potete attingere a un oceano senza fine di informazioni. Forse non lo sapete, ma potete seguire gratuitamente le lezioni delle migliori università del mondo. […]

  9. […] Puoi iniziare con una ricerca su Google, ma per farla più semplice, ti consiglio di partire da queste 5 fenomenali risorse gratuite. […]

  10. […] Il primo passo è quindi di prendere tutti i libri che trattano l’argomento nel quale vuoi diventare esperto, o almeno i principali, e leggerli. I libri sono un ottimo punto di partenza perché sono zeppi di informazioni e costano poco: se hai un Kindle e sai l’inglese, compra direttamente da Amazon.com e hai a portata di click la più grande libreria della storia. Altre due ottime risorse sono Udemy o Lynda, o se vuoi informazioni approfondite, perché non andare gratis nelle migliori università del mondo? […]

Speak Your Mind

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.