Il metodo di Brad Pitt per aumentare la tua efficacia

Brad_Pitt_wallpaper_033

Esiste 1 semplice tecnica in grado di aumentare la tua produttività verso vette che nemmeno pensavi di poter raggiungere.

Oggi ti illustrerò una strategia pratiche utilizzata dai più grandi registri, imprenditori, produttori musicali e via dicendo per dare un boost alla tua efficienza. Scoprirai come poter dare un senso alle tue scelte ed incrementare il tuo rendimento.

Pronto?

Iniziamo.

Il baseball non è uno sport per tutti

Nel 2013 è uscito “Moneyball, l’arte di vincere”  con Brad Pitt. E’ uno dei miei film preferiti in assoluto ed adesso ti spiego il perché.

Racconta la storia di Billy Bean (bio), il general manager di una squadra di baseball di basso livello che, nel 2003, riusci a stabilire un record mondiale di vittorie. Ancora oggi nessuno lo ha infranto.

La cosa strabiliante è che Billy ci riusci senza praticamente nessun budget e con giocatori di bassissimo livelllo. Per citare una sua frase:

“Il problema è che ci sono squadre di serie B e squadre di serie A.
Poi ci sono 20 metri di merda e poi ci siamo noi”

Per farti un paragone è come se:

  • Il Frosinone vincesse la Champion
  • Il 100° tennista al mondo vincesse Wimbledon
  • Il Gran Premio di Montecarlo lo vincessi io a bordo di una Fiat Panda del 1967
  • X Factor lo vincesse lui (ti consiglio di guardarlo)

Ma come fece quest’uomo  con 4 soldi ed un mucchio di incapaci  a creare una delle squadre più forti della storia?

Usò una procedura scientifica per scegliere i giocatori.

So che ti sembra strano, ma è andata proprio così:

Si era reso conto che i giocatori venivano valutati in maniera sbagliata. Allora fece tutte le ricerche possibili per trovare una procedura, uno schema passo passo da seguire, per  reclutare i migliori giocatori al prezzo più basso. Diceva sempre:

Lo scopo non deve essere comprare giocatori: lo scopo deve essere comprare vittorie.

E per farlo aveva creato un’algoritmo.Così in poco tempo nel mondo del Baseball tutti usarono il suo metodo

La tecnica della La procedura :
La mia storia

Visto che il film mi era piaciuto così tanto, decisi di fare la stessa cosa. 

Per le attività che per me erano più importanti decisi che avrei impostato una procedura. Ovvero uno schema passo passo da seguire ogni volta che iniziavo una determinata attività

Come primo esperimento decisi che avrei creato scritto una lista di passi da seguire con un ordine preciso per il lavoro proprio come avrebbe fatto Billy al posto mio.

Per oltre 15 giorni, ogni volta, ogni santa volta che iniziavo a lavorare su qualcosa, avrei letto e seguito quello schema.

Eccola qua:

  1. Stabilisci un obiettivo giornaliero
  2. Chiediti “qual è il modo migliore per raggiungerlo”
  3. Dividilo in 3 passi
  4. Datti un limite di tempo stringente (legge di parkinson)
  5. Elimina le distrazioni ed inizia a lavorare

Ebbi delle prestazioni straordinarie, lavoravo molto meglio. Allora decisi di farlo per decine di altre attività come per esempio lo studio o la scrittura di articoli

Il principale vantaggio di creare uno schema e scriverlo è che sei in grado, in un momento di lucidità, di mettere in gioco tutte le tue conoscenze e tecniche di crescita personale e poi, leggendo la procedura, le applicherai.

E’ molto utile per la gente come me e te che conosce decine di tecniche diverse. Ma ci sono altri 2 grossi vantaggi

Primo vantaggio: Sei molto più efficace

Per adesso mi piacciono molto i cantanti Punk degli anni 80.

Mi piace molto l’idea di un gruppo di ragazzi scalmanati che tentano di cambiare il mondo a colpi di chitarra. E poi cantano quasi tutti male.. proprio come me.

L’altro giorno, mentre ascoltavo una canzone dei Clash mi sono reso conto che quasi tutte le loro canzoni seguono questo schema:

  1. Intro
  2. Strofa
  3. Ritornello
  4. Instrumental
  5. Fine

Poi ho deciso di ascoltare altri gruppi, altri artisti di stili diversi. Da Morandi ai Metallica, guarda caso hanno tutti lo stesso schema!

  1. Intro
  2. Strofa
  3. Ritornello
  4. Instrumental
  5. FineCosì mi sono chiesto:

“Come diavolo è possibile? A nessuno viene in mente di Iniziare con il ritornello e finire con un assolo?!!

Certo che a qualcuno è venuto in mente, ma non gli conveniva assolutamente adottare uno schema diverso dal solito e nelle prossime righe ti spiego il perché.

Mio fratello dice che sono stronzo

Ogni volta che ci guardiamo un film assieme, riesco sempre ad azzeccare il finale e così finisce che mi insulta.

La verità è quasi tutti i film  abbastanza commericiali, come quelli d’amore o dei super eori seguono uno schema ben preciso (come le canzoni)

  1. Intro d’effetto
  2. C’è un eroe con qualche difetto
  3. C’è una nuova fiamma
  4. L’eroe subisce una sonora sconfitta
  5. Ha una sfida finale da superare
  6. Supera il difetto
  7. Corona il suo amore.

La verità è che sia i produttori musicali che quelli cinematografici, anni fa, hanno scoperto che esistono schemi che se seguiti portano risultati di gran lunga migliori. E se per sbaglio provano a seguirne altri o ad inventare qualcosa di nuovo allora fanno flop. In pratica

  1. Se usano gli schemi hanno grandissima possibilità di successo
  2. Se non usano gli schemi hanno bassissima possibilità di successo.

Tutti usano le proprie procedure!

 Vantaggio n. 2  più motivazione e concentrazione

Quando qualcuno si fa un giro a cavallo gli mette sempre i paraocchi, in maniera tale che il cavallo segua le istruzioni che gli sono state date.

Non che il cavallo sia stupido ma è molto probabile che, vista una distrazione, si allontani.

Anche noi abbiamo lo stesso problema. Non siamo stupidi, ma capita spesso di avere un obiettivo e poi ignorarlo perché arriva una distrazione

Devi studiare il capitolo e poi ti ritrovi con il controller in mano a giocare alla play. Devi svolgere un lavoro ed invece esci con gli amici.

Le procedure sono una specie di paraocchi. Ci permettono di focalizzarci sull’essenziale e sopratutto ci danno una carica motivazionale infinita. Perché incosciamente ci danno l’impressione che tutto sta andando molto bene.

Inoltre le procedure sono incredibilmente utili per eliminare le cattive abitudini.

Per esempio avevo l’abitudine di impappinarmi quando parlavo, attraverso una procedura (che nei commenti se vuoi ti dico) l’ho risolta.

E adesso…

Lo so cosa stai per dire;
Ma in pratica che devo fare?

Semplice, datti delle procedure da seguire che tu possa ripetere e ottenere i migliori risultati.

Per ogni tua attività importante (come preparare un progetto, un esame o anche fare un discorso) crea una serie di passi da seguire in un ordine ben preciso. Uno schema fisso.  Fai così:

Per scegliere le procedure devi fare 3 cose molto semplici:

  1. Scegli un attività!
  2. Chiederti “Qual è la serie di passi  migliore per raggiungere il mio obiettivo?”
  3. Scrivere i passi necessari

Ecco dei miei esempi (procedure che ad oggi uso):

Se devo rispondere ad una domanda per un esame orale

  1. Faccio un respiro
  2. Inizio a ripetere scandendo bene le prime parole
  3. Finisco l’argomento
  4. Inizio a ripetere finché non mi bloccano

E sembro molto più preparato

Se devo fare un spiegare qualcosa o convincere qualcuno:

  1. Faccio un paio di domande di warm up
  2. Chiedo le sue esigenze
  3. Spiego ciò che devo spiegare o illustro la mia soluzione
  4. Faccio una “Chiamata all’azione”

E sono molto più convincente

Se  invece devo studiare un argomento

  1. Stabilisco un obiettivo in termini di tempo
  2. Stacco tutto e attacco il pomodoro Timer
  3. leggo e ripeto

E addio problemi di motivazione

Se devo scrivere un articolo

  1. Inizio con una storiella che non c’entra niente
  2. Faccio una metafora
  3. Cerco di darti suggerimenti per migliorarti la vita
  4. Metto un “Ricapitolando”

E  non mi confondo mai

Tutti i grandi hanno le proprie  procedure.
Nadal per esempio prima di ogni punto si aggiusta il pantaloncino e oscilla. Tesla, prima di ideare nuove cose si chiudeva in una stanza totalmente bianca in silenzio.

Ora tocca a te creare la tua.

Ricapitolando

  • Il miglior modo in assoluto per migliorare i propri risultati è creare delle procedure
  • Qual è la tua attività principale? Studi? Lavori?
  • Chiediti “Qual’è la migliore procedura passo passo per raggiungere il mio obiettivo giornaliero?
  • Scrivi ed applica la procedura se vuoi avere più motivazione e molta meno ansia

Con il tempo, come mi è già capitato, le migliorerai e sarai ancora più produttivo. Inoltre le volte in cui non sei efficace saranno quasi nulle. 

Ti ringrazio di aver letto l’articolo e ti propongo una sfida, con l’obiettivo di cambiarti la vita

Crea ed applica una procedura per 21 giorni ad una tua attività e fammi sapere che ne pensi! E magari lasciami un commento all’articolo che non fa male!

Comments

  1. Complimenti Francesco.
    Un articolo pieno di spunti

  2. Francesca says:

    Ho visto il film ed ho gradito molto l articolo ☺

  3. Qual’è la tecnica per non impappinarsi?

  4. Mui bello ?

  5. Adoro Brad Pitt 🙂

  6. La tecnica per non impappinarsi? 🙂

  7. Ciao Francesco,
    avevo già sentito parlare del film, ma non sapevo fosse una storia vera.
    Comunque non mi sorprende più di tanto, non sono pochi gli esempi di piccole squadre che hanno ottenuto buoni risultati con poco budget, adottando delle strategie particolari e mettendoci molta passione.
    P.S. Se il Frosinone dovesse vincere la Champions, sarebbe sempre e comunque ricordato solo per quella famosa radiocronaca contro il Giulianova 🙁 (sigh!)

  8. Maurizio says:

    Siete, voi di Mincheats, veramente i migliori: pragmatici, di contenuto, lingiaggo diretto e informazioni pratiche. Bravi davvero.

  9. Carmine says:

    Ciao Stefano,

    ottimo articolo, cercheró di seguire i suggerimenti. Immagino le difficoltá sorgono laddove affrontiamo campi poco esplorati o nuovi per noi, e per questo la procedura giusta é difficile da trovare.

  10. Francesca says:

    Stefano verissimo!
    Ormai ne esco sempre stupita … Aggiungo che seguire le tue strategie per 30 gg è utilissimo al fine di trasformare il tutto in abitudine…
    E per non impapinarsi ? E per parlare in pubblico …

  11. lucalevi says:

    Ciao FRANCESCO 😀

    Articolo godibile, soprattutto per gli esempi alla fine: danno quel tocco di concretezza e calano i concetti nel pratico. Metti sempre esempi!

    Ed a proposito di impapinarsi durante il parlato…: come hai fatto? Credo che condividiamo un problema… 😐

    Continua così!
    LI

    • Ciao Luke,
      ecco anche qua la mia procedura, Se devo iniziare a parlare.
      Con me ha funzionato molto, ti basti pensare che non dicevo mai il mio nome per via delle difficoltà a dirlo. comunque:

      1. Faccio un respiro
      2. faccio un piccolo MMM (è una tecnica di churcill, anche lui si impappinava)
      3. Dico la prima parola mooolto lentamente
      4 poi continuo normalmente e non mi confondo più.

      Inoltre detto fra te e me basta usare questo metodo per 3-4 weeks e ti passa subito la brutta abitudine!

  12. Ciao, ti seguo e leggo sempre con attenzione i tuoi articoli (e come questo li condivido sui social). Lo schema è come uno stratagemma: l’importante è ricordarsene e applicarlo. 😉 Complimenti!

  13. Valeria says:

    Ciao leggo con interesse e piacere il blog
    e siete fantastici.
    davvero un bellissimo articolo.
    io per esempio e da quando sono piccola che non riesco mai ad essere ordina
    nello scritto, disegno tavole ecc.
    avete qualche dritta interessante da darmi 😀

Trackbacks

  1. […] di quanto sia precaria questa base che diamo per scontata. Se io parlo di tecniche per essere più efficaci su questo blog, sto dando per scontate che chi legge […]

Speak Your Mind

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.