Come ricordare i nomi delle persone in 5 passi

Sei con un gruppo di amici, e all’improvviso arrivano altre 5 persone che tutti tranne te conoscono. Scattano qui le dovute presentazioni, e ci si scambiano i nomi. Fin qui, tutto normale.

Quanto tempo ci metti a dimenticare questi nomi?

La domanda è irrilevante, visto che per dimenticare un nome lo bisogna prima imparare. E questo la maggior parte delle volte non accade!

Ricordarsi dei nomi richiede un certo sforzo mentale, che non in molti vogliono fare quando sono magari a bere una birra con gli amici. Salvo poi trovarsi in situazioni imbarazzanti in cui devi chiedere quattro volte il nome a qualcuno, o ti vuoi rivolgere a lui senza gridare “hey, tu”sperando che ti guardi.Non è passato poi molto tempo da quando non provavo nemmeno a ricordarmi tutti i nomi che mi venivano detti. Quando sono andato a studiare all’estero per 6 mesi ho incontrato quasi più gente di quanta ne abbia mai incontrata in Italia, e la confusione era totale. Come se non bastasse, poi, erano nomi non italiani.Ho iniziato a cercare un modo per abbinare facce e nomi in seguito, quando ho iniziato a viaggiare per l’Europa in vari corsi di formazione lunghi una settimana. Lì imparare i nomi velocemente ti rende la vita molto più facile, perché riesci a giostrarti meglio nelle relazioni sociali.Tuttavia, come puoi immaginare, non era una cosa facile: nomi di persone da tutto il mondo, alcuni veramente strani, si accavallavano l’uno sopra l’altro. Una bella sfida! E visto che le sfide mi piacciono, ho messo a punto un sistema per tenere a mente nomi e facce senza difficoltà.

Una tecnica per ricordarti qualsiasi nome

Okay, come si fa? La tecnica si divide in più punti:

  1. Concentrati! La prima volta che ti viene detto un nome, non ascoltarlo distrattamente. Fai un minimo sforzo mentale e cerca di non mancare quell’importantissima parola;
  2. Abbina nome e faccia. Si certo, facile facile! Ma con un piccolo trucchetto non è poi così arduo. Ogni nome evoca una certa sensazione, un ricordo, un’emozione particolare. Ricorda che il nome è il segno identificativo più importante per il tuo cervello, ed è sempre ancorato a qualcosa. Magari quella persona ha lo stesso nome della tua ex, o di tua madre, o di quel bullo che ti prendeva sempre in giro alle elementari. Qualunque collegamento sia, quello è per te il portone d’ingresso. Bene, adesso collega quel ricordo o quella sensazione alla nuova faccia. Se ad esempio quel nome ti ricorda una ragazza che ti piaceva, allora puoi pensare “questa ragazza mi piace” . Durante tutto questo processo non dimenticarti di guardare attentamente la persona che ti sta di fronte, altrimenti potresti non riuscire ad abbinare il nome alla faccia.
  3. Cerca un particolare, nel volto di chi ti sta di fronte, insoli
    to o particolare. Può essere qualsiasi cosa, o particolarmente bello o particolarmente brutto (o semplicemente inusuale). Si va dagli occhi azzurri chiarissimi al brufolo peloso sul mento. 😉
  4. Ripeti il nome che hai appena sentito. Fallo almeno una volta immediatamente: “Piacere, sono Genoveffa”, “Felice di conoscerti, Genoveffa”. Poi ripetilo almeno un altro paio di volte nei minuti successivi, cercando qualsiasi scusa per farlo. In qualsiasi frase che riguardi quella persona, dì il suo nome. In questo modo rafforzerai il collegamento che hai formato nel tuo cervello. Temi di essere preso per uno psicopatico che va in giro a dire i nomi della gente? Tranquillo, non se ne accorgerà nessuno!
  5. Se i nomi da ricordare sono tanti, te ne dimenticherai qualcuno. Quando succede, non stare lì a chiederti cosa fare: vai dalla persona e chiedi, molto semplicemente, di ripeterti il suo nome. Quando lo fa, ripeti il procedimento qui sopra.

Conclusione

Io ho utilizzato questo metodo per ricordare anche una dozzina di nomi stranieri alla volta, quindi con un po’ di buona volontà non è così difficile. Certo richiede un minimo sforzo che a volte non si ha voglia di fare, ma vuoi mettere la soddisfazione di riuscire a ricordare tutti i nomi?

In più, un vantaggio bonus: dire il nome di qualcuno all’inizio di un discorso. Questa è una tecnica molto usata dai venditori, ma tu puoi utilizzarla per migliorare le tue relazioni sociali.

 

Comments

  1. Ottimi spunti Stefano, ideali per me che con i nomi sono un disastro 🙂
    Quella di ripetere più volte nel giro di pochi minuti il nome di una persona appena conosciuta è una tecnica molto interessante; inoltre direi che in questo modo crei anche un’immediata empatia con quella persona….perchè, diciamoci la verità, a tutti piace sentire il nostro nome pronunciato da qualcun altro.

    • Mindcheats says:

      Esatto Umberto, il proprio nome è senza dubbio la parola più dolce per ciascuno di noi e aiuta a creare un legame emotivo. 😉

  2. a me piace ricordare i nomi delle persone che ho in classe, a volte sono 10 altre 20 altre di più.
    mi piace perchè aiuta a costruire una relazione, e chiedo sempre di presentarsi e le prime volte che fanno una domanda di ripetere prima il loro nome.
    a volte chiedo anche ai tutor d’aula di spedirmi la lista dei nominativi “prima” ancora di fare il primo intervento. così mi aiuto io e creao un clima favorevole anche per l’apprendimento

Speak Your Mind

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.