Come creare frasi mnemoniche in tre semplici passi

Quello che segue è un guest post di Carmine Colella, amministratore di Secret Mind Blog. Buona lettura! ;)

Caro lettore di Mindcheats, sono certo che se stai leggendo questo articolo sei alla ricerca di un metodo efficace per memorizzare. Probabilmente ne hai bisogno per motivi di studio o di lavoro, ma anche se sei semplicemente curioso di scoprire un metodo alternativo e più rapido per memorizzare posso assicurarti che questo articolo fa al caso tuo!

Prima di tutto devo dirti che questa è solo una delle tantissime tecniche di memoria che troverai su Mindcheats e ha la particolarità di poter essere utilizzata subito, senza un precedente periodo di training per essere appresa. Altra doverosa precisazione che devo fare è che ti spiegherò specificamente una tecnica di memoria senza approfondire ulteriormente la fase di comprensione delle informazioni da memorizzare. Ricorda che la comprensione è una componente fondamentale dell’apprendimento e senza di essa la memorizzazione ha un valore solo relativo.

Non ti preoccupare, non mi dilungo oltre e passo subito a spiegarti come creare frasi mnemoniche per memorizzare qualunque cosa tu abbia la necessità di apprendere.

La tecnica che ti spiegherò è quella degli acrostici combinata all’utilizzo strategico delle parole chiave. In tre semplici passi, con questa tecnica, potrai memorizzare una lista di parole che, nel nostro caso, saranno le parole chiave di un testo. Nel caso fosse proprio una lista ciò che devi memorizzare potrai ovviamente saltare la prima fase di estrazione delle parole chiave.

Non temere, chiarisco subito sia il concetto di acrostico che quello di parola chiave. Un acrostico è una frase nella quale le lettere o le sillabe iniziali di ogni parola sono le iniziali delle parole da ricordare. Una parola chiave è un termine, preso dal testo, che sia in grado di riportare rapidamente alla tua mente i concetti espressi dalla frase da cui è stata estratta. Tieni presente che le parole chiave sono diverse per ognuno, quelle in grado di far ricordare il testo ad una persona non sono in grado di farlo ricordare ad un’altra. Questo concetto è importantissimo, ricordalo perché le tue parole chiave sono solo tue!

Ecco i tre passi per creare le tue frasi mnemoniche in grado di farti ricordare perfettamente e facilmente qualunque cosa:

  1. Trasforma il testo da apprendere in una lista di parole chiave. Le parole della lista vanno scelte tra le parole del testo e devono essere in grado di ricordarti il concetto della frase da cui le hai tratte. Il numero di parole chiave da estrarre dal testo dipenderà da tre fattori: Tua pregressa conoscenza dell’argomento trattato; semplicità del testo; precisione con cui dovrai ricordare il testo. È ovvio che le parole da estrarre saranno maggiori se hai una scarsa conoscenza dell’argomento, se i concetti trattati sono molto complessi e se hai la necessità di ricordare con maggiore precisione il testo.
  2. Crea una frase mnemonica dove ogni parola comincia con la prima lettera (o con le prime lettere) di ogni parola chiave da te estratta dal testo. Non temere di riuscire a trovare una frase che abbia davvero un senso perché più sarà strana, incredibile ed improbabile più la memorizzerai facilmente. Per chiarire ulteriormente il concetto ti faccio l’esempio di una frase mnemonica molto utilizzata nelle scuole italiane per memorizzare la giusta sequenza delle Alpi: Ma con gran pena le reca giù. Se non la conosci so che non può dirti niente eppure in questa curiosa frase è racchiusa l’intera sequenza delle Alpi. Se prendiamo le iniziali di ogni parola avremo: MA – Marittime; COn – Cozie; GRAn – Graie; PENa – Pennine; LE – Lepontine; REca – Retiche; reCA – Carniche; GIU’ – Giulie. Posso assicurarti che chi ha appreso la sequenza in questo modo non la dimenticherà mai più! Forse unica eccezione alla regola di utilizzare le iniziali la troviamo in “reca” dove “ca” sta per Carniche, ma un po’ di flessibilità non fa mai male. Un ultimo consiglio è di cercare di trovare parole che abbiano il maggior numero di lettere in comune con la parola chiave, al limite, se è possibile, bisognerebbe cerca di utilizzare proprio la parola chiave all’interno della frase mnemonica.
  3. A questo punto non ti resta che scrivere le tue frasi mnemoniche e le parole chiave che devono richiamare e ripeterle più volte fino ad assimilarle completamente. Questa fase è molto importante perché in questo modo creerai un circuito neurale per ogni frase mnemonica. Ricorda, i circuiti neurali diventano più forti ad ogni ripetizione successiva, se invece non ripeti si indeboliscono sempre più. Ripeti più volte le frasi per un paio di giorni e non le dimenticherai più. In seguito sarà semplicissimo e immediato richiamare le parole chiave dalle frasi e ricostruire il testo memorizzato.

Considerazioni finali:

  • Avrai di certo capito che l’utilizzo della frase mnemonica ha la funzione fondamentale di dare un ordine ai tuoi ricordi. La tua memoria è perfetta, quei concetti sono già lì, ma non sono organizzati e, proprio come in un archivio senza indice, ti è impossibile recuperarli. La frase mnemonica, creando un ordine nei tuoi ricordi, ti permette di accedervi in ogni momento.
  • Ricorda di rendere le tue frasi mnemoniche inusuali, divertenti, senza senso perché più saranno strane più le ricorderai facilmente.
  • Cerca di visualizzare nella tua mente ciò che è descritto nella frase perché la memoria è per lo più visiva e così ricorderai più facilmente.
  • Creando una storia realizzerai automaticamente un legame tra i suoi vari elementi e, di conseguenza, tra le parole chiave. Da millenni la conoscenza si tramanda attraverso delle storie proprio perché è così semplice ricordarle visto che ogni loro elemento richiama automaticamente il successivo. È lo stesso concetto su cui si basa anche il famoso “metodo dei loci” di Cicerone.
  • Esistono varie tecniche di memoria, ma, indubbiamente, le frasi mnemoniche sono uno dei più semplici da usare e da apprendere.

Se ti piacerebbe approfondire ulteriormente lo studio delle tecniche di memoria ti consiglio di venirmi a trovare su Secret Mind Blog.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Allora ti piacerà anche:

  • Memorizzare un elenco senza fatica
  • Restare svegli sotto esami
  • Mappe mentali
Email, RSS Follow

I fantastici commenti

  1. Angelo ci dice:

    E’ da provare, peccato che nella mia scuola, è molto raro che come compito abbia un elenco di parole da memorizzare XD

    • Stefano ci dice:

      Puoi fare delle piccole mappe mentali riassumendo un concetto esteso con una serie di parole chiave, poi memorizzare quelle. Io l’ho fatto spesso in storia e letteratura al liceo. ;)

Dicono di Mindcheats

  1. [...] E visto che a me non piace parlare giusto per rinfrescarmi la bocca, se non ho prove concrete mi baso sulla mia esperienza: il sonno polifasico mi ha fatto passare degli esami all’università, e tanto mi basta per dire che può essere una valida risorsa per studiare efficacemente. [...]

E tu che ne dici?

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.