4 incredibili elementi che influenzano i tuoi sogni

Seppellita in qualche ammuffita cartella nel mio computer, c’è la maxi bozza di 90 pagine di un romanzo di fantascienza che un giorno scriverò. “Storia romanzata della quarta era” l’ho intitolato. Per il momento mi limito a scrivere articoli su Mindcheats, ma un giorno so che diventerà un best seller e mi ritirerò a vita privata a Cuba. L’idea mi è venuta quando avevo 8 anni, in un sogno. Un sogno che non ricordo più, ma dopo averlo sviluppato per 14 anni né è venuta fuori una storia con i cosiddetti.

Sono sicuro che anche tu hai avuto dei sogni geniali. Ti sei svegliato e ti sei detto capperi, questo è più innovativo del Signore degli Anelli. Sogni da cui non vorresti mai svegliarti, che ti lasciano un velo di amarezza quando la sveglia suona. Incubi che vorresti cancellare. E almeno una volta, ti sei chiesto da dove vengano.

Una delle domande costanti del genere umano è anche uno dei misteri più grandi della scienza. Ma negli ultimi anni sono arrivate le prime risposte che evidenziano una cosa: i sogni sono più strani di quello che potresti pensare. Anche quando sogni cose tipo…

this-picture-is-unrelated

Un cavallo alla finestra.

Oggi ti parlerò di 4 fattori che non potresti mai immaginare influiscano sui tuoi sogni.

1 – Il campo magnetico terrestre

Giusto ieri mi sono imbattuto nel milionesimo video che “svela l’inganno” delle banche che controllano l’economia con il signoraggio. Io che ho avuto la sfortuna di studiare economia so che le fondamenta scientifiche di queste “rivelazioni” sono simili a quelle di Paperinik, e mi ricorda quanto io odi le teorie del complotto e gli annessi studi pseudo-scientifici. Quindi non sono il tipo da dire che il campo magnetico influenza i sogni, giusto?

Scienza o non scienza, è bello da vedere.

Scienza o non scienza, è bello da vedere.

Sbagliato. Uno studio ha dimostrato che il campo magnetico influenza la ghiandola pineale, o epifisi, che aiuta a regolare i livelli di diversi ormoni fra cui la melatonina (fonte). Negli animali questa ghiandola aiuta nella navigazione a lungo raggio, nell’uomo influenza l’umore e i sogni.

Dopo otto anni di ricerca, lo psicologo Darren Lipnicki ha trovato una correlazione fra i sogni e l’attività del campo magnetico: più è elevato, più i sogni sono normali (fonte). La ragione è che la melatonina rende i sogni più strani, e il campo magnetico stimola la produzione di melatonina. Quindi da questo studio nasce un’idea bonus: se fai dei sogni strani, stai dormendo bene (magari con questi consigli).

2 – I videogiochi ti aiutano a fare sogni lucidi

Ti ho già parlato dei sogni lucidi: sono sogni che riesci a riconoscere e controllare come tali. Io li ho fatti e ti assicuro, sono fra le cose più divertenti ed eccitanti della mia giornata. Ti ho anche detto come puoi farlo anche tu con questa o questa tecnica.

Secondo uno studio, chi gioca ai videogiochi riesce a controllare meglio anche i sogni (fonte). Non c’è ancora una spiegazione ufficiale, ma la più probabile è che i giocatori allenano l’inconscio a prendere il controllo di una situazione irreale. La parte irrazionale della mente, quando si trova di fronte a un sogno, pensa che sia il nuovo Call of Duty.

Ma alcuni giochi sono più strani dei sogni.

Ma alcuni giochi sono più strani dei sogni.

E non è tutto. Secondo la ricerca, i giocatori sono anche più abili a riconoscere e controllare gli incubi: la parte peggiore è che il sognatore non è in grado di reagire alle situazioni di pericolo, ma i giocatori lo fanno nell’inconscio anche nei sogni. I sogni dei giocatori tendono ad essere più violenti, ma meno spaventosi.

3 – Gli odori

Sappiamo per esperienza che l’ambiente in cui dormiamo può influenzare i sogni: se vai in bagno nel sogno, potresti ritrovarti con una sorpresa sgradita al risveglio. Anche gli odori influenzano i tuoi sogni, ma non nel modo in cui potresti pensare.

Una ricerca (fonte) ha sottoposto dei volontari a odori diversi quando entravano in fase REM, la fase che regola i sogni (per saperne di più sulla parte scientifica del sonno, leggi questo articolo). Hanno provato diverse cose dalle uova marce alle rose e hanno chiesto cosa avevano sognato. Gli odori sgradevoli innescavano i sogni peggiori, anche se la relazione non era diretta: le uova marce non facevano sognare uova marce.

La teoria più plausibile è che gli odori scatenano una reazione nel sistema limbico, la parte del cervello che regola le emozioni e il comportamento (che è la base del comportamento, come ho spiegato in questo articolo fra gli altri). Gli odori hanno un accesso diretto all’inconscio, che è anche dove vengono prodotti i sogni.

4 – La creatività

Tutti i punti precedenti sono inutili se non riesci a fare una cosa: ricordare i sogni. Alcuni sembrano più portati di altri, non c’è niente da fare. Ma tutta la faccenda dell’essere “portati” agli scienziati non piace, e nemmeno a me. Ho già spiegato che il talento non esiste in questo articolo, anche ricordare i sogni deve avere una spiegazione scientifica.

Secondo una ricerca, più sei creativo e meglio ricordi i sogni che fai (fonte). I creativi sono più propensi a sognare a occhi aperti di giorno, quindi hanno una barriera più sottile fra conscio e inconscio: riescono a passare meglio le informazioni fra lo stato di veglia e quello di sonno. Se vuoi ricordare i sogni, potrebbe essere utile migliorare la tua creatività con questi consigli.

Comments

  1. Varamyr says:

    Interessante 😛 E’ da un po’ che non faccio sogni lucidi, ma effettivamente quelli che ho fatto sono stati una gran figata!

  2. Sappiamo bene che le banche che stampano moneta sono private, e non c’è politico che si vergogni di ammettere che siamo in debito con esse per questo fatto: non per beni e servizi, ma per il valore -nominale, non effettivo- della banconota più gli interessi.
    C’è bisogno di altre prove?
    Siamo daccordo che i complottisti facciano la figura del paperoga spesso e volentieri, ma qui non c’è nulla di davvero occulto, anzi è una truffa gigantesca sotto gli occhi di tutti.

  3. Io vorrei provare l’esperienza extracorporea, ma ho paura di non riuscire a distinguere la realtà una volta “addormentato” e quindi rischiare di fare qualcosa di irrimediabile che metta a repentaglio la mia salute e quella altrui… Come risolvere?!

    • Ciao600 says:

      Innanzitutto i viaggi extracorporei non esistono. La tua “coscienza2 non può uscire dal tuo corpo perchè è una sola cosa con quest’ultima.
      Non ti preoccupare. Io ho sognato lucido molte volte e non c’è alcun pericolo. Ci sono degli appositi test per controllare se stai sognando o no come il trapassarsi la mano o contare le dita o provare a respire con il naso tappato. Se vuoi sapere altro vai su sognilucidi.it

  4. Ciao Stefano! Ho notato che spesso fai questi articoli di scienza e sono sempre ben fatti! Posso chiederti da dove prendi spunto, da dove trovi le varie ricerche? Grazie e complimenti per tutto! xD

    • Stefano says:

      Un po’ tutto internet, quando scrivo un articolo di questo tipo avrò 20 pagine diverse aperte con decine di link da ogni parte. Difficile risalire a una fonte. Di solito l’idea parte da un articolo che leggo e sviluppo per conto mio, in questo caso Cracked.com.

  5. Ciao600 says:

    Ciao. Quest’articolo mi è piaciuto più di molti altri.
    Grazie a te e a un tuo vecchio articolo ho scoperto i sogni lucidi e ho già avuto modo di provarne 4-5. Una sola parola: FIGHISSIMO!
    Ho pure letto i tuoi post su sognilucidi.it e devo dire che sono molto interessanti soprattutto quelli del polifasico+SL.
    Ciao!

  6. Adoro i sogni lucidi! Per quanto riguarda il ricordarli, più dormo profondamente e meno riesco a ricordarli, penso quindi che ci sia correlazione tra queste due cose. In particolare ho il sonno pesante quando sono molto stanco, e purtroppo non ricordo più un sogno da almeno tre anni. 🙁

    • Stefano says:

      I sogni te li dimentichi quando sono seguiti da altre fasi REM, quindi ricordi meglio quelli che fai poco prima di svegliarti. Poi è tutta una questione di esercizio. 😉

  7. Ho 17 anni e devo dire che, fin da piccolo, ricordo quasi tutti i sogni.
    Ne ricordo addirittura qualcuno fatti da piccolino.
    Potresti indicarmi qualche forum Inglese che ne parli e se ne discuta?
    ( Grazie per i tuoi articoli, come vedi, sto seguendo il corso d’Inglese! 🙂 )

    • Stefano says:

      Ciao Esse, su Google ne trovi a decine, io non sono attivo su nessuno quindi non saprei cosa consigliarti.

  8. Sai, Stefano, anche io sogno moltissimo. E la cosa bella è che i miei sogni hanno sempre un seguito: sembra una storia a puntate. Cari saluti e complimenti per il tuo blog!

  9. Ciao Stefano,
    Io ora ho 18 anni.. solo che ho notato che quando ero più piccolo riuscivo a dormire meglio,mi addormentavo subito e facevo anche più sogni.. indipendentemente se ero belli o brutti.. però sognavo! ! Come mai ora faccio pochi sogni..al mese saranno 3 o 4..
    Poi è normale che ci metto più di mezz’ora per addormentarmi?E soprattutto e da un po’ di giorni che mi capita che quando mi sveglio.. mi sento stordito.. oppure confuso dentro la testa.. secondo te cosa può essere?

    • Stefano says:

      Ciao Andrea. No non è normale che ci metti così tanto a dormire. Prima di tutto: hai già scaricato il manuale del riposo perfetto? Lo trovi a fine articolo e contiene i consigli principali per dormire bene. Applica quelli e probabilmente la situazione si risolverà. Se ancora hai problemi, fammi sapere.

      • Grazie stefano,ho già scaricato l’ebook,e fra poco lo inizierò a leggere.
        Comunque ieri sera prima di andare a dormire,mi sono preso una camomilla,e devo dire che l’effetto ha funzionato,non so quanto c’ho messo,però secondo me entro i 10 min,mi sono addormentato..Il bello è che ho pure sognato ! ! ! Il problema che quando mi sveglio sono un po’ intontito,forse ho capito il fatto..Sarà per il mio cane,che alcune volte mi sveglia di mattina durante il sonno,oppure quando sto per svegliarmi,abbagliando??

        • Stefano says:

          La camomilla aiuta a rilassare entro certi limiti: se ne bevi troppa resterai sveglio tutta la notte, perché contiene caffeina. Bevine una tazza al giorno senza abusarne.

          Se hai un cane che abbaia di notte o mattina presto, abbiamo trovato il motivo dei tuoi problemi. 😉 Ti consiglio tappi per le orecchie o un bel rumore bianco.

          • Dicono che i tappi delle orecchie,fanno male all’udito.. è dovrebbero essere tenuti massimo 2 o 3 ore,perchè non fanno passare l’aria.. cose di questo genere..

          • Stefano says:

            I tappi sono fatti apposta per non far passare l’aria dall’orecchio, è l’aria che trasporta il rumore. Ma queste sono le solite leggende metropolitane messe in giro da chi cerca una scusa per attaccare quello che non gli piace: l’orecchio è un condotto a due uscite: anche se tappi da una parte, l’altra è aperta. Non crei un vuoto d’aria che ti strappa via il timpano. 😛

  10. Ahah stefano eri qui in italia in vacanza? E ora sei in inghilterra a lavorare in un bar? °-°
    Cavolo.. io pensavo che fossi ancora in america a lavorare lòl
    ma ti pagano tanto in questo bar?
    Comunque in inghilterra c’è mia cugina che sta cercando lavoro..

    • Stefano says:

      Sono stato un mese (aprile) in vacanza in USA, poi 3 settimane in Italia e adesso Inghilterra. Lo stipendio non è altissimo, sopra la media italiana ma non il massimo. Tuttavia grazie a Mindcheats mi faccio l’altra metà dello stipendio, quando basta per pagarmi l’affitto e le utenze. Quindi quello che mi entra con lo stipendio lo posso spendere come voglio io senza altre spese fisse, il che non è poco.

      Qui trovare lavoro è facile, fai una passeggiata in una città qualsiasi e trovi un sacco di locali che assumono part time.

  11. Io sono un creativo eppure non ricordo quasi mai i sogni.

    • Stefano says:

      Non è una relazione diretta, è una statistica che vale sui grandi numeri. Insomma: probabile, ma non sicuro.

  12. Ho scoperto che la capacità di ricordare i sogni può essere allenata. DI solito non appena ci svegliamo da un sogno riusciamo ad essere abbastanza lucidi da ricordare ciò che abbiamo sognato. Con l’avanzare della giornata il ricordo scompare. Io ho preso l’abitudine di tenere un taccuino accanto al letto e ogni volta colta che mi sveglio da un sogno faccio lo sforzo di annotare con più dettagli possibili ciò che ho sognato. E’ strano, ma funziona davvero 🙂

    • Stefano says:

      Vero Jacopo, è una capacità che puoi allenare. Il cervello è come un muscolo sotto molti aspetti, con la pratica puoi migliorare velocemente.

    • Certo che funziona, quando vai a dormire ripetiti e convinciti che al tuo risveglio ti ricorderai di cosa hai sognato. Per la maggior parte delle persone funziona!

Speak Your Mind

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.