Basta procastinare, fallo e basta!

orologio veloce

Il tempo fugge, se non si sa come usarlo.

Come ormai ho ripetuto fin quasi alla nausea, Mindcheats è un blog poco più che personale: racconta le mie esperienze e i miei risultati nell’area della psicologia e della sociologia, condividendo quello che trovo più interessante in modo da aiutare anche gli altri. E ancora di più questo post, che racconta una specie di monologo interiore che mi sono fatto in questi giorni riguardo alla procastinazione, ovvero la poco simpatica abitudine di rimandare i propri impegni e doveri all’infinito, a meno che non si abbiano scadenze ben precise.

 

Un esempio lampante, dal quale poi è scaturito tutto il discorso che faccio qui di seguito, è questo stesso blog: nessuno mi obbliga a scrivere e nessuno mi paga (anzi, sono io che pago il noleggio del server), quindi nonostante la mia passione per l’argomento talvolta la voglia di scrivere latita. In special modo considerando lo scarso numero di visitatori e fan su Facebook, i risultati non sono quello che si possono definire appaganti.

 

Seppur con caratteri differenti, sono sicuro che molte persone hanno sperimentato o tutt’ora sono in una situazione del genere: si prende in mano un progetto grande ed ambizioso, ma pian piano lo si fa cadere nel nulla a causa della pigrizia. Per lo meno so che a me è successo numerose volte: ho una lunghissima serie di progetti in corso d’opera ma ben lungi dall’essere finiti, che restano lì a far la polvere in attesa che io mi decida a riprenderli in mano almeno una volta ogni tanto.

 

Ho già parlato di questo problema e di una soluzione per risolverlo: spezzettare gli obiettivi. Ma non sempre questo è possibile, e qualora lo fosse non è certo detto che la tecnica da sola basti per uscire da una situazione di stallo. Per quanto si presuppone che quello che volete fare vi dia alla fine dei benefici di qualche tipo (anche solo la soddisfazione personale), spesso questi non sono sufficientemente vividi e vicini nel tempo per costruire la spinta necessaria a superare tutte le difficoltà.

 

Beh dico io, magie a parte, è tutta una questione di convinzione personale: se non si è decisi e saldi nelle proprie intenzioni non c’è tecnica che tenga, non si riuscirà a portare a termine il proprio progetto. Si sente una specie di “obbligo morale” che ci dice di andare avanti, ma la voglia e poca.

 

È qui che, almeno io, inizio a cercare delle scuse più o meno valide per auto-giustificarmi a me stesso. Curiosa come cosa, perché visto che non c’è nessuno a controllarmi o a valutarmi non dovrei averne assolutamente bisogno. Eppure lo faccio, per attenuare il senso di colpa. Ci ho azzeccato non è vero? Anche voi provate il famoso senso di colpa quando dovete lavorare per raggiungere un vostro obiettivo, ma non avete la voglia di farlo.

 

Bisogna quindi interrompere questo pericoloso circolo vizioso ed iniziarne invece uno virtuoso più positivo per il nostro futuro: “hey, alla fine sono io che mi gestisco la mia vita, non è vero?” bisogna dirsi, e bandire le scuse. Perché queste poco credibili giustificazioni sono in realtà segno inequivocabile della nostra debolezza e non aiutano di sicuro la crescita personale. Riducete quindi il tutto ad una semplice domanda: “ho veramente abbastanza forza di volontà per andare fino in fondo e raggiungere miei obiettivi?” Se la risposta è sì, allora mettetevi subito al lavoro senza più cercare scuse! Se invece continuate a rimandare, potete anche lasciare definitivamente il vostro progetto: ogni grande obiettivo richiede un grande sforzo per essere realizzato, e lavorarci solo sporadicamente non porterà a nulla. A questo punto, forse, sarebbe il caso di ridimensionare un pochino le vostre ambizioni.

 

Sono stato un po’ troppo crudele? Forse sì, ma è questo quello che mi è venuto in mente quando ho pensato alla mia situazione. La risposta che mi sono dato? Ho scritto questo post. 😉 Se ti interessa l’argomento, puoi leggere quattro tecniche per smettere di procastinare.

Comments

  1. giulioz says:

    ma io leggo sempre i tuoi articoli e ne faccio tesoro!
    forse potresti provare a migliorare la grafica del sito (prendi spunto da “efficacemente” altro blog che seguo).
    a mio modesto parere scrivi molto bene e gli articoli che sono molto fluidi e ricchi!
    quello che ti servirebbe è anche un po’ di pubblicità! il cosiddetto SPAM che non fa mai male, oppure cercare di affiliarti con altri blog come ad esempio “la persona giusta” (altre al tuo sono gli unici blog che seguo)
    perché ora come ora ci saranno si e no 200-300 persone che ti seguono (io non sono fan su FB) dovresti cercare qualche modo per far si che arrivi più gente e che commenti ai tuoi post!
    un ultimo piccolo consiglio è fare spam su “Yahoo Answer” 😀 😀 io l’ho fatto sempre quando gestivo un forum e ricevevo molti visitatori! se sei fortunato qualcuno poi si fermerà e diventerà un accanito frequentatore 🙂
    ti prendi un bel pomeriggio libero da dedicare allo spam e scrivi un breve articolo con una domanda allettante su Y.A. cosicchè la gente sia invogliata a leggerlo e a visitare il tuo blog!
    te lo dice uno che con lo spam su YA e NETLOG(che era molto in voga tra i giovani prima di FB) semplicemente scrivendo qualcosa con il link “nascosto” (nel senso che clicchi su e ti porta alla pagina) scrivendo cose come “forum interessante passate” o cose simili…anyway era con un forum davvero penoso( perché lo era) con qualche nuovo utente ogni tanto che era interessato al forum e voleva anche aiutare attivamente rimanevamo in top 200!(una volta anche 320esimi con 60 visitatori in 5 minuti) non avendo comunque una buona base di materiale molta gente apriva leggeva-scaricava 2 cose e poi se ne dimenticava!
    scusa ho divagato un po’ troppo e scritto un po’ col culo(pieno di parentesi(come questa daltronde XD) ) ma in breve quello che secondo me dovresti fare è migliorare un po’ la grafica e fare un paio di pomeriggi di sano spam in giro per internet:)
    alla prossima
    un tuo fan

    • Mindcheats says:

      Wow, che commento lungo! 🙂 Grazie per i suggerimenti.

      Per quanto riguarda la grafica sto facendo alcune prove (ho due copie del blog, una definitiva per tutti e una invisibile per i miei esperimenti), ma non ho ancora raggiunto un risultato soddisfacente. A breve dovrebbe quanto meno arrivare un nuovo banner, per il resto si vedrà! I temi per i blog più professionali costano e in questo momento ho altre priorità di spesa. Per quanto riguarda lo spam, invece, preferisco che su Mindcheats arrivino solamente utenti interessati piuttosto che frotte di gente disinteressata. Per questo resto attivo solo nei blog di settore. 😉

      • Arianna says:

        Io non sono certo un’esperta di blog, ma se posso permettermi di farlo ti consiglierei di non fare spam, o per lo meno non su YA e via email.
        Quando su Answers vedo gente che scrive solo per pubblicizzarsi personalmente mi infastidisco (è un sito creato per fare domande e rispondervi, non per farsi conoscere) e non seguo praticamente mai il link, a meno che non sia un semplice consiglio gentile di una persona che pensa davvero che quel particolare sito/blog/affini possa essermi d’aiuto per la domanda che ho fatto.
        Altrimenti lo trovo poco professionale e, come dici tu, volto più ad attirare TANTA gente piuttosto che BUONA gente.
        So che io sono solo una e non rappresento tutti, ma è sempre meglio un’opinione in più che una in meno, penso che su questo la pensi come me, dato che rispondi spesso ai commenti.
        Un po’ di pubblicità poi ovviamente non ti guasterebbe, e anche per questo ho intenzione di parlare di questo interessantissimo blog sul gruppo della mia classe delle superiori (ora che siamo tutte all’università può far comodo) e magari più avanti sul gruppo della mia facoltà. 🙂
        Ad ogni modo ti assicuro che già la tua idea di mettere negli articoli che scrivi link che portano ad altre tue pagine ti aiuta a farti conoscere di più, perché stimola interesse nel lettore che magari ha trovato l’articolo per caso e senza altri link chiuderebbe e basta…invece così torna eccome, ne sono la prova vivente! 😉

        • Arianna says:

          Il mio commento fa gara in lunghezza a quello precendente 😀
          Perdonami!

        • Stefano says:

          Ciao Arianna, non ho mai fatto spam so Answers o email, a cosa ti riferisci?

          • Arianna says:

            Pensavo si capisse, stavo dando un mio parere (totalmente amichevole) su quello che aveva detto Giulioz nel commento precedente!
            Mi dispiace, non mi aspettavo proprio che quello che avevo scritto fosse facilmente fraintendibile, quindi ora sono un po’ in imbarazzo e non so bene come rispondere.
            Forse rileggendo i commenti precedenti capirai cosa intendevo.
            Nel frattempo…scusa per l’inconveniente 🙂

  2. ciao, articolo pubblicato, hai anche ricevuto un commento interessante….

    a presto

  3. Anche io ho di che commentare e seguo con molto interesse il tuo blog ma, manco a dirlo, dovrò rimandare! XD

    Seriamente, a volte tocca rimandare: hanno priorità le scadenze di lavoro, specie se fiscali e te lo dice un dot.com. 😉

    Le promesse le mantengo, però, e quindi tornerò anche perché sono ad una svolta: la devo cambiare questa vita ingolfata malamente dal lavoro, la devo rimettere in ordine questa scrivania e la devo mantenere sgombra, li devo ri-aprire e finire quei libri di tecniche di memorizzazione e la devo smettere di essere sempre così di corsa. E tu fai parte del cambiamento: una rotellina dell’ingranaggio che devo costruirmi è anche questo blog che ho scoperto da poco – a volte un link in firma in un forum ti porta verso paesaggi inattesi e interessanti.

    A presto. 🙂

    • Mindcheats says:

      Ciao Nimue, grazie per il commento. Hai in effetti toccato un punto molto importante che non ho ancora trattato sul blog, ma che arriverà presto: la gestione delle priorità! Con i ritmi sempre più veloci e le giornate sempre di 24 ore (di cui 8 per dormire, sonno polifasico a parte), è talvolta difficile trovare il tempo per fare tutto. Per questo bisogna saper gestire il tempo e le proprie priorità in maniera ottimale, per evitare sia di abbandonare del tutto i propri sogni sia di essere troppo sotto stress. Non mi dilungo troppo, se vuoi sapere la mia opinione completa in proposito continua a seguire il blog che prima o poi l’articolo ci scappa. 🙂

      Stefano

  4. 🙂

    I’ll stay tuned, non temere. Ti lascio al volo uno spunto che mi è passato tra le mani proprio adesso: si tratta di un’intervista tra le tante del grande Mauro Corona.

    w w w .youtube. com/watch?v=HW-ncD1ffnY

    Il cambiamento è cominciato. 🙂

    • Mindcheats says:

      Non conoscevo Mauro Corona, e ti ringrazio per il video. Condivido alcune delle sue idee ed altre no, ma si vede fin dai primi secondi che si tratta di una persona intelligente. Ad esempio siamo tutti e due d’accordo sulla linea dell’ecologia: non è una questione di sensibilità o di amore verso la natura (tranne che per poche eccezioni), ma di soldi. Basti pensare che si è iniziato a pensare seriamente alle emissioni di auto e riscaldamento domestico solo quando il prezzo dei combustibili fossili è andato alle stelle. Adesso gli americani stanno facendo lo stesso sempre per la medesima ragione, ma loro per una questione culturale sono ancora molto attaccati ai macchinoni.

  5. mi stavo ponendo la stessa domanda anche io un po’ di tempo fa… “ma perchè il blog mindcheats non riesce a prendere le persone a cui lo consiglio…” e la risposta non ce l’ho anocra xD
    io ti faccio molta propaganda tra i miei amici, ma sembra che a nessuno interessi spendere qualche minuto per leggere qualcosa di sensato ed utile…
    da parte mia credo che questo sia il blog più valido tra quelli che ho visitato.
    scrivi in maniera semplice, diretta, chiara e arrivi subito al punto senza far decadere l’attenzione nel lettore.
    la lettura è scorrevole e piacevole… quindi… bho!
    magari il tuo talento è destinato ad essere scoperto dopo la tua morte come molti grandi artisti passati xD
    ovviamente scherzo ;P keep trying!

  6. ciao Stefano, complimenti per il tuo blog, si vede che sei una persona in gamba col desiderio di aiutare altri a stare e a fare meglio;
    ho condiviso il tuo linq nel mio sito; se tu non dovessi essere d’accordo fammelo sapere che lo tolgo subito
    in ogni caso, piacere di conoscerti,
    claudio (alias jonathan…)

    • Mindcheats says:

      Ciao Claudio, grazie mille per i complimenti! Non ho assolutamente nulla in contrario al tuo link, anzi non pongo alcun limite alla redistribuzione dei contenuti che scrivo (magari con una citazione o un link all’articolo originale).

      P.S. Ho dato un’occhiata al tuo blog, e credo che lo seguirò in futuro. 😉

  7. Ciao Stefano, un saluto veloce per comunicarti che è cambiato il dominio del mio sito.
    Spero possa essere di tuo gradimento e utile.
    Claudio

  8. pancrazio says:

    la mia esperienza nasce da una discussione avuta con anto nel suo forum

    si parlava di illuminazione, e di come la ritenessi il fine ultimo per me
    Allora,lui pazientemente, mi dava delle dritte sui comportamenti e sugli atteggiamenti da tenere per potercisi avvicinare

    tra questi citava il “non giudicare”, cioè vivere la vita senza alcun giudizio

    La cosa mi aveva così colpito, che mi venne spontaneo assumere quell’atteggiamento

    Bene, la procrastinazione (di cui sono-ero un seguace selvaggio) in quell’ottica non aveva più nessuna ragione di esistere

    Non vi resta che provare (garantito al limone)

    ciao

    • Stefano says:

      Cosa intendi “senza alcun giudizio”? Ci ho pensato su ma non ho trovato collegamenti con la procrastinazione. Sarà che sono ancora un po’ assonnato? 😛

  9. pancrazio says:

    intendo proprio non giudicare nulla

    “osserva” così com’è qualsiasi cosa (senza :bella o brutta, giusta o sbagliata, conveniente o non, ecc.)

    E’ una tecnica molto efficace, anche perché metti fuori gioco l’ego (ti sorprenderai a scoprire quanti atteggiamenti egoici abbiamo,se la applichi così)

    Mi allargo: esorcizzi la “Mela del Bene e del Male”

    Io butto il sasso (poi lascio ad anto fornire i contenuti 😀

    spero sia tutto chiaro

    ciao 🙂

    • Stefano says:

      Tutto chiaro Pancrazio. 🙂

      Ma secondo me è impossibile osservare senza giudicare, a meno di non provare nessun tipo di interesse per quello che stai osservando. Ma se sei interessato hai un qualche tipo di reazione emotiva, e allora l’inconscio si mette a giudicare. Per dire, io non giudico la politica ma solo perché non me ne frega assolutamente nulla. 😛

      Quello che posso invece fare (e faccio) è concedere il beneficio del dubbio: ho un’opinione, ma ammetto la possibilità che possa essere sbagliata.

  10. pancrazio says:

    be naturalmente ciò che va bene a me, non necessariamente va bene a te
    Dio (o qualsiasi cosa tu voglia) ha voluto il suo popolo fatto di uguali, ma non di identici

    e poi stiamo parlando di una via per raggiungere l’illuminazione (o quanto meno provarci).Quindi presuppone una scelta di vita netta, cosa che qui non è presa in considerazione, per cui il tipo di “interesse”,come tu dici, e in una prospettiva inconcepibile per noi qui adesso

    In realtà ho tenuto questa forma di non giudizio, per brevi periodi di tempo durante la giornata, e solo in solitudine (tipo mezza giornata massimo alla volta) ma molto significativi

    in quest’ottica ti consiglierei di provarci, se ci vedi qualcosa che ti può interessare nel fregare per un po’, l’inconscio

    Naturalmente ci sono mille altre tecniche, ma questa l’ho sperimentata, e quindi, per me, ha una certa valenza 😀

    ciao

    (mi fa piacere scambiare opinioni con te)

    • Stefano says:

      Naturalmente, uno dei miei mantra è “se la tecnica X con te funziona, allora è quella giusta”. 🙂 Riproverò con più concentrazione il metodo del non giudicare, si sa mai che questa volta mi riesce meglio!

  11. pancrazio says:

    voglio solo aggiungere:

    provala “SOLO” (e vale per qualsiasi altra cosa) se ne senti l’esigenza, o per lo meno, una certa curiosità

    Se le tue motivazioni sono altre, andresti incontro, molto probabilmente, solo ad una perdita di tempo, e comprometteresti i tuoi, possibili tentativi futuri (tanto non funziona)

    Anche quello che ho scritto in questo post, come tutto ciò che ho scritto e che scriverò, prendilo con il beneficio d’inventario

    Non ho nesunissima verità da proporre, solo una serie di esperienze da esporre, e che mi sembra, nello spirito del forum

    ciao e alla prossima 🙂

    • Stefano says:

      Ma io sono una persona curiosa infatti, provo e sperimento tutto quello che mi passa sotto gli occhi con entusiasmo. 😉 Fare esperienza non è una perdita di tempo. Vedi sonno polifasico, sogni lucidi, tecniche di studio alternative e così via.

      Vedo che siamo sulla stessa lunghezza d’onda per almeno una cosa: condividiamo esperienze. Tutto questo blog è costruito su quello che ho sperimentato e che ha funzionato per me, non su grandi tecniche che leggo e riporto meccanicamente.

  12. Buonasera Stefano,
    vedo che sei una brava persona e io adoro chi si prende simili iniziative, nello specifico che “brucia” energie nell’aiutare gli altri.
    Non voglio infarcire la mia risposta con frasi esoterico/mistiche (cose che studio e stimo moltissimo) ; voglio farti semplicemente i complimenti per come stai plasmando le tue intenzioni…so che mi comprendi.
    Continua così e non demordere mai, non ti aspettare nulla dal mondo….verrai ripagato dall’universo in altri modi.

    Un abbraccio
    Jonny

  13. Anonimo says:
  14. pancrazio says:

    ma dai

    ciao

    mi fa piacere ritrovarti ( anche se tu non mi conosci, io ti seguo con interesse)

Trackbacks

  1. […] altre parole, non procrastinare! Io ho imparato l’abitudine di fare le cose più importanti prima di pranzo, perché è il […]

Speak Your Mind

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.